La tv è in lutto, orfana di Beppe Recchia

beppe recchiaLa tv rinuncia a uno dei suoi storici veterani. Beppe Recchia, regista di numerosi programmi televisivi, prima in Rai, poi alla Fininvest, è morto dopo le ore 15 a Milano, colpito da grave malattia.
Lo ricorderemo per le numerose trasmissioni di successo da lui firmate, come autore e regista: da varietà storici come Settenote (1970), La freccia d'oro (1971), Il poeta e il contadino (1973), Canzonissima (1973), Onda libera (1973), Portobello (1978-81) a trasmissioni, spesso innovative, come Drive In (1984-87), Odiens (1988), Emilio (1989), Buona domenica (1991-1995), La grande sfida (1992-1993), Scherzi a parte (1993), Re per una notte (1995), Ciao Mara (1997), Ciao Darwin (1999), Beato tra le donne (1999), Tacchi a spillo (2001). Nel '97 ha curato la regia della sitcom Due per tre andata in onda su Canale5 in orario preserale.
Sua la regia di altre notissime trasmissioni tra le quali da citare La Corrida con la conduzione di Gerry Scotti e Striscia la Notizia.
Un grande professionista, stimato e autorevole, lascia un gran vuoto nel piccolo schermo.

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: