Sex Crimes and Vatican: in onda stasera

Andrà in onda stasera, per la prima volta in Italia: Sex Crimes and Vatican. L'ufficialità è arrivata pochi giorni fa e la semplice notizia ha già scatenato una bufera notevole su Anno Zero, la trasmissione di Michele Santoro, che ha deciso di acquistarne i diritti.

Dalle 21 di stasera ci sarà quindi la possibilità per tutti gli italiani compresi i meno avvezzi all'uso di internet di poterlo finalmente vedere a quasi un anno dalla sua prima trasmissione all'interno del magazine della BBC Panorama e dopo l'incredibile numero di visualizzazioni del video caricato su Google Video (oltre 700mila) sfuggito anche al primo tentativo di cancellazione dello stesso richiesto a quanto pare dalla tv inglese per tutelare il suo diritto di Copyright.

Santoro e la sua redazione hanno lamentato, nell'introduzione della puntata di giovedì scorso, il clima di autentica intimidazione e di censura preventiva dopo l'annuncio dell'intenzione di trattare un tema così scottante: la politica della Chiesa Cattolica nei confronti dei crimini di pedofilia commessi da appartenenti al clero. La tesi della breve inchiesta filmata, come vi abbiamo raccontato, è piuttosto forte: dentro al documento Crimen Sollicitationis, concepito negli anni '60 ma rivisto pochi anni fa dall'organo diretto al tempo dal Card. Ratzinger, vi sarebbero le "istruzioni" per occultare le violenze sui minori, una sistematica politica di semplice sostituzione e trasferimento dei parroci coinvolti e una pena gravissima, la scomunica, per quanti avessero divulgato all'esterno notizie sui casi di pedofilia collaborando con la giustizia impegnata nella persecuzione dei colpevoli.

L'argomento è molto delicato anche e soprattutto perchè la BBC tira in ballo direttamente Papa Benedetto XVI, chiamato a rispondere di atti compiuti quando era ancora cardinale. La tesi della Chiesa è ugualmente forte, non si tratterebbe altro che di "calunnie", di un voluto travisamento del contenuto del Crimen Sollicitationis. La trasmissione di stasera di Anno Zero ha quindi il gravoso compito di fare chiarezza su questo punto. Se le reticenze della Chiesa Cattolica a livello locale che hanno permesso a prelati di commettere indisturbati i loro crimini sono acclarate, sarebbe sconvolgente se fosse dimostrabile la responsabilità diretta di Roma, del Vaticano in una vera e propria strategia volta ad insabbiare e nascondere questi fatti per proteggere il "buon nome" della Chiesa.

Vedremo che tipo di lavoro riuscirà a fare la Redazione di Anno Zero e soprattutto che reazioni si avranno alla puntata che è già preventivamente sotto l'occhio poco amichevole del Consiglio d'Amministrazione che avrebbe chiesto di visionare la scaletta, le domande ed addirittura le vignette di Vauro che vengono proposte nel finale. Non esattamente un segnale della buona salute della libertà d'espressione nel nostro paese nè di rispetto delle tutele previste dell'art. 21 della Costituzione.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

284 commenti Aggiorna
Ordina: