Festa della Donna 2014, l’8 marzo in tv: spot, doc e fiction contro la violenza sulle donne

Stalking, ‘femminicidio’, violenza domestica: sono queste le parole chiave delle ‘celebrazioni’ tv della festa dell’8 marzo. Meno mimose e più campagne sociali.

Si moltiplicano quest’anno le iniziative per celebrare la Festa della Donna in tv, con un 8 marzo all’insegna soprattutto delle campagne contro la violenza sulle donne, in un’annata tra le più atroci in Italia sul fronte degli omicidi perpetrati ai danni spesso di mogli, fidanzate, mamme, maturati e consumati per lo più in ambiente domestico. Omicidi che il più delle volte vengono ‘travestiti’ da ‘gelosia’ irrefrenabile da parte di uomini che evidentemente hanno vite talmente inutili da credere che lo siano anche quelle degli altri.

Messa, dunque, da parte – speriamo per sempre – il triste festeggiamento da ‘addio al celibato’ (e uso volutamente ‘celibato’) le tv puntano a film e documentari capaci di raccontare almeno qualche frammento di vita al femminile. Spuntano anche diverse clip e alcuni spot realizzati per l’occasione.

Certo, non di sole ‘lacrime’ e sofferenza deve passare la consapevolezza di sé e di genere e così Comedy Central festeggia l’8 marzo con un palinsesto che lascia l’access prime time a Sconsy, Anna Maria Barbera e la seconda serata a Sabina Guzzanti, mettendoci in mezzo, però, un non meglio definito film demenziale americano.

Vediamo però gli appuntamenti speciali per l’8 marzo rete per rete.

La Rai per l’8 Marzo – Rai 5

Su Rai 5 alle 21.15 Ferite a morte, programma scritto e diretto da Serena Dandini, nato come un progetto sul femminicidio e ideato sulla falsariga della famosa “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Master, e realizzato con la collaborazione di Maura Misiti, ricercatrice del CNR. Un viaggio nelle testimonianze delle donne vittime di stalking e violenza, ricostruendo attraverso cronache e racconti la vita di chi è stata uccisa da un marito, un compagno, un amante o un ex. E vediamo proprio l’estratto interpretato da Paola Cortellesi, che tanto fece arrabbiare Paola Ferrari.

La Rai per l’8 Marzo – Rai Storia

Dopo lo speciale Tv7 di venerdì sera, la Rai opta per una serie di appuntamenti sparsi tra i vari canali del suo bouquet.

Alle 14.30 su Rai Storia (DTT, 54) ha inizio un palinsesto dedicato, Una giornata particolare – La Giornata internazionale della Donna, che raccoglie materiali di archivio, speciali e documentari.

Dalle 14.30 alle 18.30 una serie di estratti dal programma Sapere: La questione femminile (1975). Tra questi anche preziosi e significativi documenti, come Marisa della Magliana (1976), un film-intervista su Marisa Canavesi, ragazza madre di origini contadine, priva di istruzione, che dopo aver avuto due figli con uomini diversi partecipa in prima fila alle lotte per la conquista di una casa, e contribuisce con l’aiuto del parroco di quartiere alla costituzione di un Centro di Cultura Proletaria.

C’è anche un estratto del famigerato film-inchiesta Comizi d’amore (1965) di Pier Paolo Pasolini, che il regista realizzò raccogliendo lungo tutto il territorio i pareri degli italiani sui temi della sessualità e della ‘parità’ uomo-donna. Interessante anche L’aggiustamariti, un TV7 del 1964 sul culto di Santa Rita a Palermo, secondo il quale molte donne pregavano la Santa affinché cambiasse i loro mariti rendendoli più affettuosi, meno maneschi o facendoli smettere di giocare a carte o di bere.

Dalle 18.30 alle 19.30 un collage di servizi giornalistici testimoniano dell’evoluzione del ruolo della donna nella politica: da Sonia Ghandi a Michelle Obama, da Aung San Suu Kyi a Margaret Thatcher, Angela Merkel, Hillary Clinton e molte altre ancora.

Dalle 21.15 alle 22.45 il film documentario Vogliamo anche le rose (2007) di Alina Marazzi, che attraverso l’esperienza di tre donne cresciute in ambienti sociali e culturali diversi tra loro, racconta la nascita e lo sviluppo del movimento femminista nell’Italia degli anni ’70.

Dalle 23.40 alle 24.30 il film documentario La pazza della porta accanto (2013) di Antonietta De Lillo, tutto incentrato sulla poetessa Alda Merini, che racconta la propria vita in una narrazione intima e familiare, oscillando continuamente fra pubblico e privato e soffermandosi sui capitoli più significativi della sua esistenza.

Crime + Investigation (CI) – Spot e ciclo Rosa Sangue

Ambra_CI_8marzo.1jpg

Il canale 117 di Sky Crime dedica il mese di marzo alle donne e appoggia la campagna a sostegno delle attività di Differenza Donna, una grande associazione di donne che da decenni lotta contro la violenza di genere in Italia. E’ nata così una collaborazione da cui è nato, come primo frutto, uno spot sociale proposto col lancio del canale, lo scorso febbraio. E ve lo proponiamo come video di apertura.

Ora si bissa, con un altro spot sociale, in onda dall’8 marzo, a cui hanno preso parte il volto di CI Luisella Costamagna e Paolo Fratter (Sky TG 24), e come guest Ambra Angiolini, Vanessa Incontrada e Pietro Sermonti. La campagna continua anche sui social con l’hashtag #differenzadonnaCI, alla quale si può partecipare postando una loro foto in cui stringono fra le mani un cartello che tenta di definire l’identità femminile: donna = forza, donna=coraggio, donna=diritti.

Oltre allo spot, il canale propone una programmazione speciale dal titolo Rosa Sangue, in onda ogni sabato alle 21.55. Si parte l’8 marzo con il documentario Sopravvissuti, storie di donne comuni che hanno subito violenze, ma che sono riuscite a sopravvivere.

Cielo – The World Before Her

WorldBeforeHer

Il canale 26 del DTT festeggia l’8 marzo trasmettendo in seconda serata The World Before Her – Il mondo davanti a lei, pluripremiato documentario della regista Nisha Pahuja che racconta la complessa e sfaccettata realtà della donna nell’India contemporanea. Da una parte ci sono le ragazze che tentano di conquistare un’apparente indipendenza dagli uomini partecipando a concorsi di bellezza, dall’altra ci sono tante altre giovani donne che decidono di arruolarsi nel movimento militante fondamentalista di estrema destra di Durgha Vahini, pronte a sacrificarsi come persone e soprattutto come donne in nome dei valori tradizionali indù. Tutte, in un modo o nell’altro, sono alla ricerca della propria identità di genere e della propria autonomia spesso negata in un mondo profondamente maschilista e patriarcale.

Comedy Central – Tra Sconsolata e Sabina Guzzanti

Sconsolata_Comedy Central

Il canale 122 di Sky mette su una serata dell’8 marzo all’insegna della comicità rosa: Anna Maria Barbera sarà protagonista in una divertente puntata di “Palco doppio palco”. Dopo il film delle 21.00, “I Gattoni”, alle 23.00 è la volta di Sabina Guzzanti, con “Un due tre stella”. Nel cast anche Nino Frassica e Francesco Montanari, già visto nella serie tv Romanzo criminale.

I Video di TvBlog