I favolosi anni 60 si rivivono al Piper

Giovedì 10 maggio in prima serata arriva su Canale 5 la fiction Piper, diretta da Carlo Vanzina con Martina Stella, Massimo Ghini, Anna Falchi e Matteo Branciamore. E’ ambientata negli anni ’60 sullo sfondo del mitico locale in cui ha iniziato a cantare la mitica Patty Pravo.Nle 1965 a Roma nasceva il Piper. Un momento

di share

Anna Falchi in "Piper"Giovedì 10 maggio in prima serata arriva su Canale 5 la fiction Piper, diretta da Carlo Vanzina con Martina Stella, Massimo Ghini, Anna Falchi e Matteo Branciamore. E’ ambientata negli anni ’60 sullo sfondo del mitico locale in cui ha iniziato a cantare la mitica Patty Pravo.

Nle 1965 a Roma nasceva il Piper. Un momento importante nel cambiamento del costume italiano che consentì ai giovani di entrare a far parte da protagonisti della ribalta sociologica e di iniziare soprattutto a contare, ad esistere a prendere coscienza.
E’ da questo evento che prende il via il tv movie Piper, diretto da Carlo Vanzina: racconta infatti la generazione degli anni ’60 tra anticonformismo e contestazioni politiche tipiche dell’epoca.

I fratelli Vanzina hanno vissuto in prima persona l’apertura del Piper e tutto quanto girava intorno a questo mitico locale, dalla celebre “ragazza del Piper”, Patty Pravo, ai film che papà Steno dirigeva, alla generazione bit e scanzonata che, ormai passati i periodi bui e terribili dell’ultima guerra, incominciava a ricostruire non solo una nazione ma anche un proprio modo di essere.
In Piper i Vanzina, ispirandosi ai modelli del Sorpasso o de La Voglia Matta, hanno deciso di raccontare le avventure di alcuni personaggi, tre giorni prima dell’inaugurazione del celebre locale romano.
Le storie si incroceranno e finiranno per collimare proprio la notte dell’apertura.

La trama del film vede una giovane studentessa di provincia, Milena, interpretata da Martina Stella (che in questa pellicola si ispira alla mitica Patty) che scappa di casa per diventare una famosa cantante a Roma.

Martina Stella, Matteo Branciamore in "Piper"C’è un giornalista di sinistra, Roberto Benetti (Massimo Ghini) in cerca di scoop politici che inevitabilmente verrà colto dalla passione amorosa, una attrice di secondo piano maggiorata, Sabrina May (Anna Falchi) che si trova a Roma per sfondare nel cinema e che invece dovrà tornare a casa dopo delusioni e umiliazioni, solo con una bella storia sentimentale.
Tra i protagonisti delle storie vediamo anche un tassista, Aldo Proietti (Maurizio Mattioli), il tipico matusa legato alla musica di un certo livello che decide di acconsentire alla vocazione musicale del figlio chitarrista e capellone, Mario Proietti (Matteo Branciamore, famoso per l’interpretazione di Marco Cesaroni) e c’è anche una duchessa anticonformista, Marchesa Cafiero (Carol Alt) che si rende conto di quanto stia cambiando il mondo e si adeguerà volta per volta alla nuova vita con malinconia.

Nella mente dei fratelli Vanzina, Piper è un ritratto divertente, spiritoso, affettuoso che coinvolge differenti generazioni, ceti sociali e diverse visioni del mondo.

Martina StellaCome in tutti i film dei Vanzina la musica ha un ruolo preponderante e anche in questo tv-movie la colonna sonora gioca un importante ruolo centrale per rievocare quegli anni, per rivivere determinate avventure amorose o di vita vissuta.

Piper è prodotto da Publimedia 2000, è diretto da Carlo Vanzina e sceneggiato dal fratello Enrico.

Dopo il successo inequivocabile di Raccontami anche Canale 5 tenta la carta dei favolosi anni ’60: sarà accettato dal pubblico? Ai dati Auditel l’ardua sentenza.