Tornano i Puffi!

Lunedì alle 7 Italia1 riproporrà I Puffi, uno dei cartoon più popolari al mondo, andato in onda per la prima volta in Italia su Canale5 a partire dal 1982/1983. Inutile dire quanto i piccoli esserini blu siano riusciti a conquistare i bambini e quanto coloro che hanno avuto l’idea di crearne un merchandising si siano

I puffiLunedì alle 7 Italia1 riproporrà I Puffi, uno dei cartoon più popolari al mondo, andato in onda per la prima volta in Italia su Canale5 a partire dal 1982/1983.
Inutile dire quanto i piccoli esserini blu siano riusciti a conquistare i bambini e quanto coloro che hanno avuto l’idea di crearne un merchandising si siano arricchiti. Io ad esempio, oltre ai 33 giri con le prime sigle interpretate da Cristina D’Avena e ad alcuni puzzle che conservo ancora con cura, avevo una collezione stupenda dei personaggini, con tanto di casette a forma di fungo, automobiline e quant’altro. Punto di forza: Bontina, la puffetta dai capelli rossi e dal vestitino rosa.

Attorno a questo cartoon hanno preso vita delle strampalate teorie religiose e politiche che vedevano i Puffi o comunisti – con Grande Puffo associato a Stalin -, o massoni, oppure ancora personaggi dediti al satanismo.
A me però piace ricordarli come creaturine blu con calzoni e buffo cappello, apparentemente uguali d’aspetto, ma tanto diversi caratterialmente. E mi piace ricordare come Gargamella e Birba, nonostante gli astuti piani progettati ogni giorno, non siano mai riusciti ad intrappolarli.
Temo solo una cosa: la poca modernità del cartoon rispetto a ciò che i bambini di oggi, troppo smaliziati, sono abituati a vedere in tv.

Una curiosità: anche i Puffi hanno avuto il loro spin-off, ossia John & Solfami, un cavaliere e il suo fido e stonato scudiero.

Vediamo insieme alcune delle sigle che hanno accompagnato le sei stagioni dei Puffi.

La primissima sigla, La canzone dei puffi (noi puffi siam così, noi siamo i Puffi blu, siam alti su per giù due melo o poco più…chi non la ricorda?) interpretata da una Cristina D’Avena che dimostra 25 anni più di oggi in una trasmissione tv dell’epoca.

I Puffi son sempre in festa, rallegrano la foresta ed ora ques’allegria è dentro di te. Notare l’inizio identico alla sigla di Memole dolce Memole.

I Puffi sanno che un tesoro c’è, è il fiore accanto a te.

Ultime notizie su Cartoons

Tutto su Cartoons →