Dexter, John Goldwyn: “Il finale ci è stato imposto da Showtime”

Il finale di Dexter continua a far discutere. Se Sara Colleton aveva detto che non erano stati pensati altri finali, il produttore John Goldwyn spiega che è stata Showtime a volerlo

Se il finale di “Breaking Bad” ha messo d’accordo tutti, non si può dire lo stesso di “Dexter”: l’ultima puntata della serie tv con Michael C. Hall è andata in onda a fine settembre, ed ha suscitato le reazioni non del tutto favorevoli dei fan in tutto il mondo.

-Attenzione: spoiler sul finale di “Dexter”-
Perchè? Semplice: nel finale il protagonista non muore, ma si esilia lontano da Miami e dalla sua famiglia per non essere più un pericolo nei loro confronti. Dopo la morte di Deb (Jennifer Carpenter), Dexter capisce che è riuscito a provare dei sentimenti, ma questi lo hanno portato a lasciare libero Oliver Saxon (Darri Ingolfsson) che, invece, ha ucciso Deb.

La scelta di lasciare che Dexter non morisse e che si allontanasse dalla vita che aveva sempre vissuto non è piaciuta a molti fan, che volevano vedere il protagonista pagare per i crimini commessi in queste stagioni. Sara Colleton, produttrice esecutiva dello show, aveva difeso l’ultima puntata ed aveva spiegato che gli autori avevano avuto sempre in mente quel finale:

“Non c’era un finale alternativo. Ci sarebbe sembrato come un inganno realizzare un finale diverso da come avevamo detto. Abbiamo sempre pensato che sarebbe dovuto finire così. Sono sicura che ci saranno un po’ di discussioni sul finale, ma per quelli che hanno lavorato alla serie fin dall’inizio, è sembrato giusto”.

A contraddirla è, però, John Goldwyn, un altro produttore dello show. In occasione della premiere del film “The Secret Life of Walter Mitty”, Goldwyn ha spiegato che gli autori sono stati costretti da Showtime a lasciare vivere il protagonista:

“Non ce l’hanno lasciato uccidere. Showtime è stata chiara a proposito. Quando abbiamo spiegato la trama dell’ultima stagione, ci hanno detto ‘Giusto per essere chiari, deve vivere’. Sono stati discussi molti finali perchè era un problema molto interessante da risolvere, quello di chiudere la questione. La gente ha una relazione con Dexter, anche se non ha le misure e l’intensità dei fan di Breaking Bad. Ma Dexter ha dei seguaci molto leali”.

Il network, evidentemente, ha pensato che se Dexter si fosse ucciso o fosse stato ucciso il pubblico non avrebbe gradito. Invece, sembra che sia accaduto il contrario, con i fan delusi per un finale che lascia aperte troppe questioni e che vede il protagonista scappare in mezzo ad una tempesta senza ferirsi e poter così scappare.

Personalmente, non trovo così brutto il finale di “Dexter”. Il protagonista aveva raggiunto il massimo dell’umanità da lui sempre cercata e, proprio quando si è reso conto di provare delle emozioni, ha deciso di punirsi per non aver protetto Debra. Ecco, quindi, la decisione di allontanarsi da tutti ciò che lo faceva sentire bene, vivendo in uno stato perenne di dolore.

Se Dexter si fosse suicidato o se fosse stato catturato, sarebbe stato un finale prevedibile, e molti avrebbero lamentato la scarsa originalità dell’ultima puntata. Se a due settimane di distanza dal finale se ne sta ancora parlando, vuol dire che gli autori hanno fatto se non la scelta più condivisa, quella più chiacchierata.

[Via Volture]

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Dexter

Dexter è crime drama basato sul romanzo La mano sinistra di Dio di Jeff Lindsay, ideato da James Manos Jr.

Tutto su Dexter →