Gialappa’s Band in crisi per i tagli a Mediaset. Segato anche Mai dire Amici

Hanno fatto la storia della tv, ma ora rischiano di non trovare più spazio.


Ma come si fa a tagliare proprio la Gialappa’s Band? Il trio più irriverente della tv, amato anche da chi non guarda la tv (e specialmente Mediaset), è quello che più ha subito i tagli della crisi.

A ciò si aggiunge che avrebbero dovuto commentare in diretta la finale dell’Eurovision Song Contest, ma l’accordo con la RAI è saltato all’ultimo momento. Motivo? Volevano sovrapporsi troppo con i loro commenti alla diretta, coprendo persino l’esecuzione dei pezzi, il che era contro il regolamento.

Stando a quanto rivelato dai tre al settimanale A, in edicola domani, lo stesso Mai Dire Amici doveva essere riconfermato in questa stagione, “ma quando chiudono i rubinetti, li chiudono proprio”.

Ora che lo stesso Grande Fratello dovrebbe prendersi un anno di pausa, anche Mai Dire Grande Fratello dovrà adeguarsi. Ed è difficile pensare a un loro ritorno su Italia1, vista la loro recente frecciatina: “Con serietà Tiraboschi potrebbe dire la verità. Che non gli piacciamo particolarmente. Legittimo, però non dica che siamo noi che non vogliamo fare altro”. Che ne sarà, quindi, dei Gialappi?

“Aspettiamo la fine della crisi. Altrimenti non ci resta che fare i cuochi in qualche talent show. A Mediaset abbiamo fatto molte proposte (si era parlato di un reality comico come anche del numero zero Parlomat di cui vi abbiamo parlato, ndr), alcune sono anche piaciute, ma per motivi economici sono tante le produzioni che non sono partite quest’anno. Abbiamo il contratto ancora per un anno – spiegano – ma se dovessero esserci cose interessanti da fare su alte reti, non avremmo problemi”.

I tre aggiungono sui talent show:

“Si dà fastidio che in Italia, se un genere ha successo, venga replicato all’infinito. Però abbiamo trovato X-Factor molto bello. Non ci piacciono i programmi sulla cucina. Ma funzionano, forse siamo noi che non capiamo niente”.

Orgogliosi, infine, di aver lanciato talenti comici come Fabio De Luigi e Paola Cortellesi, sono consapevoli di aver fatto molto anche per la carriera di Simona Ventura, con cui i rapporti si erano interrotti per diversi anni:

“Con Simona abbiamo ricostruito un dialogo, poi, certo, ci sono persone che frequenti meno di altre”.

Al sottoscritto pare che la conduttrice, però, li abbia sempre ricordati con gratitudine ed affetto.