Santoro a La 7 dall'autunno 2012, accordo verbale

Il matrimonio fra Michele Santoro e La7 è vicino al concretizzarsi. Il 5 luglio verranno presentati i palinsesti della rete di Telecom Italia Media (ufficialmente in vendita da qualche mese ormai), per quella data dovrebbe essere arrivata l'ufficialità di un accordo con il conduttore (e produttore) di Servizio Pubblico, ma le voci riportate anche dall'Ansa parlano di un'intesa "verbale già raggiunta". La 7 avrebbe messo sul piatto una cifra importante e avrebbe accordato a Santoro tutto quanto richiesto dal giornalista in termini di libertà editoriale.

Santoro dovrebbe andare in onda al giovedì sera alternandosi con il Piazzapulita di Corrado Formigli, che aveva già commentato positivamente la possibilità di lasciare spazio al suo mentore, ma rispetto alle prime indiscrezioni sul tema questa alternanza non dovrebbe essere stagionale. Un mese a testa? 4 settimane? Non è ancora chiaro, bisogna attendere l'ufficialità.

La firma sul contratto manca, qualcuno sospetta che dietro ci sia la voglia di Santoro di attendere ed eventualmente puntare a riprendersi il giovedì sera di RaiDue, ma è chiaro che mentre La 7 farebbe di tutto per prenderlo dopo esserselo fatto sfuggire lo scorso anno, in Rai la situazione di transizione in atto potrebbe rallentare di molto un eventuale riavvicinamento della tv di Stato e della Zerostudios. Intanto Gad Lerner, una delle colonne del palinsesto con il suo L'Infedele (confermato anche nella prossima stagione), ha nuovamente benedetto l'unione fra La7 e Santoro:

Posso solo augurarmi che venga. Anche l’anno scorso quando i colloqui si interruppero, pronosticai che il suo approdo naturale sarebbe stato La7. Non sono al corrente della trattativa, posso solo augurarmi che vada in porto.

Avremo un finale diverso rispetto a 12 mesi fa?

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: