Nord Sud Ovest Est, l’ultima puntata: Alan Sorrenti e il meglio dei tormentoni di questa edizione

La quarta e ultima puntata del programma dedicato ai tormentoni estivi su TvBlog.

23:28 la puntata di stasera termina con il riassunto dei 13 tormentoni trattati in questa prima edizione: Tre Parole, Vorrei cantare come Biagio, Sotto questo sole, Solo una volta (o tutta la vita), Down down down, Viva la mamma, I like Chopin, La canzone del capitano, Easy lady, Lascia che io sia, Uh la la la, Boys Boys Boys e Figli delle stelle. Fine trasmissione.

23:18 il riassunto delle regole del tormentone: la spontaneità, la semplicità, parole semplici e ripetute, farsi guidare dal suono, non piacere ai discografici, essere virali, essere al posto giusto nel momento giusto, può nascere da un momento triste, far divertire la gente e un solo concetto ossessivo. Riassume tutto, Mario Luzzatto Fegiz: “Il tormentone è un colpo di culo”.

23:13 anche questo tormentone, l’abbiamo rivissuto.

23:12 Bennato: “Non tutti capiscono la mia ironia come nel caso di Sono solo canzonette”.

23:11 esibizione live di Bennato in Notte di mezza estate.

23:10 alcuni successi dell’epoca: Tutti i brividi del mondo di Anna Oxa, La mia moto di Jovanotti, La Lambada, Let’s show (Salute!) di Gerry Scotti, Ti pretendo di Raf e Diavolo in me di Zucchero.

23:07 Bennato: “Mia madre mi avvicinò alla musica. Scelsi la chitarra perché si acchiappavano le ragazze”.

23:06 Edoardo Bennato: “Le mie canzoni nascono da un finto inglese. La sonorità mi suggerisce l’argomento”.

23:04 Bennato: “Molte mie canzoni sono dedicate all’universo femminile. Una canzone sul papà? Non è detto…”.

23:02 tutte le canzoni dedicate alla mamma: Mamma di Claudio Villa, Fatti mandare dalla mamma di Gianni Morandi, Mama mia degli ABBA, Mamma Maria dei Ricchi e Poveri, Ciao Mamma di Jovanotti, Son tutte belle le mamme del mondo di Gino Latilla, La fidanzata degli Articolo 31 e Mama delle Spice Girls.

22:54 Bennato: “Fu mio fratello Eugenio a suggerirmi questo brano. L’ispirazione viene dalle sonorità”.

22:53 il concerto dei Pink Floyd a Venezia, lo scudetto dell’Inter, il flirt tra Jovanotti e Rosita Celentano e il divorzio tra Madonna e Sean Penn: ecco i fatti salienti dell’89.

22:51 le opinioni eccellenti: secondo Mario Luzzatto Fegiz, Viva la mamma fu la prima canzone movimentata dedicata alla mamma.

22:49 curiosità su Bennato: ha riempito San Siro prima di Vasco e Ligabue, ha pubblicato 2 album in un mese e fu definito il primo Punk.

22:47 Viva la mamma è del 1989, è tratta dall’album Abbi Dubbi e rimane in classifica per 11 settimane.

22:45 il best of di stasera continua con Edoardo Bennato e Viva la mamma.

22:37 Paola indossa la giacca da domatore di Ivana Spagna (non senza aver tentato di rubargliela). L’incontro è terminato.

22:36 si entra in casa di Ivana Spagna. La cantante: “Si deve seguire la spontaneità del momento senza cercare di fare per forza il tormentone”.

22:34 Call me, un altro successo di Spagna.

22:32 dopo aver cantato Easy Lady, Spagna dichiara: “Io non mi stanco a cantare queste canzoni”.

22:31 ecco l’incontro con Spagna. La cantante: “Volevamo fare dance vera. Le etichette, però, rifiutano la canzone e dicevano: “Una che si chiama Spagna, è italiana e canta in inglese, ma cosa vuole fare?”.

22:29 altri sex symbol dell’epoca: Joey Tempest, Sandra, Samantha Fox, Mandy Smith e le BananaRama.

22:26 l’86 fu anche l’anno della rivalità tra i Duran Duran e gli Spandau Ballet.

22:25 anche Raf iniziò, cantando in inglese con Self Control. L’estate dell’86 fu anche quella di People from Ibiza di Sandy Marton.

22:23 breve biografia di Spagna: la cantante voleva fare la ballerina ma, a causa dei pochi soldi, decide di cantare e di investire i propri soldi per incidere un singolo autoprodotto, Easy Lady.

22:21 le opinioni eccellenti. Tutti erano convinti che Spagna fosse straniera.

22:19 Primo singolo di Spagna, successo in tutta Europa, 2 milioni di copie vendute.

22:18 Jake deve risolvere un cubo di Rubik per indovinare il prossimo tormentone. La canzone è Easy Lady di Spagna.

22:10 altri tormentoni: Tieni il tempo (con Paola ai cori) e La regola dell’amico.

22:10 questo blocco è dedicato ai tormentoni di Max Pezzali. Gli 883 debuttarono nel ’92 con Hanno Ucciso l’Uomo Ragno e replicarono il successo un anno dopo con Nord Sud Ovest Est, Sei un mito e Come Mai.

22:07 gli italiani chiedono a Sabrina Salerno un nuovo tormentone… L’incontro termina qui.

22:06 Sabrina Salerno, a mollo in una piscina, svela che il video di Boys Boys Boys nacque per una sigla del Festivalbar e fu girato in dieci minuti. In Inghilterra, fu censurato.

22:03 l’estate dell’87 fu quella di La Isla Bonita, La Bamba, I want your sex e I Wanna dance with someboy.

22:02 Sabrina sul suo look: “Il look era improvvisato dieci minuti prima. Io odio truccarmi e vestirmi”.

22:01 Sabrina Salerno: “Nessuno era preparato a questo successo internazionale. In Spagna, pensavo che la folla fosse per David Bowie e invece era per me. Un successo così prepotente mi ha spaventata”.

21:59 Paola: “Sabrina Salerno era un’icona anche per le donne!”.

21:57 Max Pezzali: “Questo furgone non è mai stato un posto così bello…”. Ci fidiamo…

21:56 l’incontro con Sabrina Salerno. Jake La Furia l’accoglie in ginocchio…

21:54 l’87 fu l’anno de I ragazzi della Terza C e di Professione Vacanze.

21:52 la rivale della Salerno era Samantha Fox. Difficile scegliere…

21:50 breve biografia di Sabrina Salerno e opinioni eccellenti. Rocco Tanica: “Ha uno strabismo di Venere che mi provoca i fumi…”. Riuscire a notare lo strabismo di Venere è proprio difficile in questo caso…

21:48 il successo europeo di Boys Boys Boys ha raggiunto la vetta con il terzo posto nel Regno Unito.

21:47 il talento… di Sabrina Salerno.

21:46 da qui in poi cominciano i tormentoni già visti: il primo è Boys Boys Boys di Sabrina Salerno.

21:39 un viaggio nei tormentoni di quest’estate: Get lucky dei Daft Punk, Blurred Lines di Robin Thicke (e Paola Iezzi perde il controllo…), I love it degli Icona Pop, Che confusione di Moreno (sono tentato a cambiare canale), Quando sorridi di Neffa, Divertiamoci di Paola & Chiara. Max: “Sai chi mi ricordano?” Jake: “Paola e Chiara?”. Paola: “Siete 2 deficienti!”.

21:36 Alan: “Un tormentone deve girare intorno ad una sola idea e ripeterla all’infinito”. L’incontro con Sorrenti termina qui.

21:33 Alan Sorrenti: “Sono contento di aver scritto un pezzo attuale”. La canzone è stata pubblicata da Ananè Vega quest’anno.

21:32 il rivale di Alan Sorrenti era Umberto Tozzi. Il cantautore torinese, all’epoca, pubblicò il singolo Ti Amo. L’anno dopo, Tozzi replicò con il successo Tu. Nel ’79, azzeccò un nuovo singolo, Gloria, con il quale conquistò anche l’America.

21:30 Alan Sorrenti: “Dopo un viaggio, scoprii il ritmo. Tornai in Italia e mi venne in mente l’idea che gli umani, in fondo, avevano in comune l’universo e scrissi Figli delle Stelle”.

21:29 i tre conduttori incontrano Alan Sorrenti.

21:27 il ’77 fu l’anno del primo episodio di Star Wars, Paola Iezzi prova a distrarre Max e Jake ma i due conduttori sono in pieno trip Guerre Stellari…

21:25 la febbre della Disco ai giorni nostri con Madonna, Swedish House Mafia, The Chemical Brothers, Alcazar e tanti altri.

21:23 il ’77 viene definito “la rivoluzione francese delle sette note”. Grazie ai Bee Gees, l’Italia inizia a riempirsi di discoteche.

21:22 il ’77 fu anche l’anno del Punk, delle canzoni romantiche dei Chicago, della Disco Music e di Dammi solo un minuto dei Pooh.

21:20 dopo un viaggio in America, però, Alan Sorrenti diventa un “discotecaro”. I vecchi fans lo insultano ma Alan non fatica a conquistarne di nuovi.

21:18 Fiorello racconta personalmente la storia di Alan Sorrenti, soprattutto gli inizi d’avanguardia, lontani dalla spensieratezza di Figli delle stelle.

21:17 Figli delle stelle ha venduto un milione di copie, è rimasto 16 settimane in classifica ed è stato sbalzato dalla vetta da Stayin’ alive dei Bee Gees.

21:14 il tormentone Figli delle stelle è datato 1977. Per cantarlo meglio, Paola suggerisce a Jake di “strizzare” le parti basse di Max…

21:12 inizio trasmissione. I tre conduttori sono già in viaggio e annunciano l’ultima puntata. Max Pezzali dà l’indizio per l’ospite di questa sera: Alan Sorrenti.

Nord Sud Ovest Est, la quarta puntata in diretta: Anticipazioni e Live su TvBlog

Questa sera, a partire dalle ore 21:10 su Italia 1, andrà in onda la quarta e ultima puntata di Nord Sud Ovest Est – Tormentoni on the road, il programma musicale dedicato ai più famosi tormentoni estivi condotto da Max Pezzali e Jake La Furia, con la partecipazione di Paola Iezzi.

Nel corso della terza puntata, andata in onda lunedì scorso, i tre conduttori hanno intervistato Simone Cristicchi, che ha parlato del suo tormentone Vorrei cantare come Biagio, Alex Britti, che ha svelato i segreti riguardanti il suo primo successo Solo una volta (o tutta la vita), Paolo Belli, che ha parlato del tormentone Sotto questo sole, e Valeria Rossi, che ha raccontato lo straordinario successo di Tre Parole.

La quarta e ultima puntata sarà una sorta di “meglio di” delle scorse tre precedenti puntate alle quali hanno partecipato anche Ivana Spagna, Sabrina Salerno, Alexia, Nek, le Lollipop, Gazebo, Edoardo Bennato e Francesco Facchinetti. L’ospite inedito della puntata in onda stasera sarà Alan Sorrenti che, sicuramente, parlerà dei suoi successi musicali più conosciuti come Figli delle stelle e Tu sei l’unica donna per me.

Come già avvenuto nelle scorse settimane, anche questa volta TvBlog seguirà in diretta la puntata, riportando tutte le dichiarazioni dei cantanti intervistati e altri fatti degni di nota.

Appuntamento a partire dalle ore 21:10.