E' morta Kathryn Joosten, Karen McKluskey in Desperate Housewives

Kathryn Joosten
E' morta oggi, all'età di 72 anni, Kathryn Joosten, attrice nota al grande pubblico soprattutto per aver interpretato, negli ultimi otto anni, la signora McKluskey in "Desperate Housewives". L'attrice, scrivono i siti internet americani, è morta circondata dai suoi cari in California, a Westlake Village.

La notizia arriva a meno di un mese dalla fine della serie della Abc dove la Joosten era diventata un punto di riferimento sia per il cast principale che per il pubblico, che aveva imparato ad amare il sarcasmo e la schiettezza della signora McKluskey, sempre coinvolta nelle vicende delle quattro protagoniste dello show.

Nata nel 1939, la sua carriera è iniziata a 42 anni, una volta trasferitasi ad Hollywood. Da qui, dopo dei piccoli ruoli, arriva la popolarità con la serie "West Wing", dove interpreta Delores Landingham, segretaria del Presidente degli Stati Uniti Josiah Bartlet, per due stagioni. Una volta uscita di scena dalla serie, per lei arrivano tanti altri ruoli minori, come in "Scrubs" (dove compare anche nel series finale), fino ad ottenere la parte della signora McKluskey in "Desperate Housewives", che le ha regalato due Emmy Awards come miglior attrice guest in una comedy.

Proprio questo ruolo è stato quello che le ha regalato la grande popolarità: complice il successo della serie, la Joosten è stata subito amata dal pubblico, grazie ad un personaggio apparentemente minore, ma che, nel corso degli anni, si è rivelato sempre più importante per l'evoluzione delle protagoniste. Grazie alla McKluskey, donna forte che nella vita ha sofferto ed amato, Bree e le altre casalinghe disperate hanno capito come comportarsi di fronte agli ostacoli che hanno incontrato nel corso degli anni trovano in Karen un punto di riferimento. Lei, insomma, ha rappresentato l'ideale di donna tenace e che non si dimentica della propria femminilità che Marc Cherry, creatore della serie, ha sempre voluto veicolare.

I problemi di salute dell'attrice erano iniziati tre anni fa, quando le fu diagnosticato un cancro ai polmoni, la stessa malattia che, per volere della Joosten stessa, fu fatta venire al suo personaggio poco dopo. Intenzione della donna, infatti, era quello di sensibilizzare il pubblico di fronte ad un patologia del genere.

“La prima cosa che mi chiedono tutti è se fumavo”, aveva raccontato l’attrice. “Sì, fumavo perchè Betty Davis diceva che era galmour, e perchè si vedeva e faceva ovunque. Sono diventata una dipendente per colpa delle compagnie che producono sigarette, che inseriscono nel tabacco sostanze che le creano ancora più dipendenza”.

Da qui, la decisione di far ammalare anche la McKluskey:

“Sul set mi sono stati molti vicini. Ho detto agli autori che se vogliono possono inserirlo nella storyline, di dirlo a tutti, perchè il pubblico deve sapere cosa succede a chi è malato”.

Cherry, d'altro canto, aveva sempre promesso alla Joosten che la signora McKluskey non sarebbe mai morta, rassicurandola di fronte ai numerosi allontanamenti dal set durante le stagioni.

-Attenzione: spoiler sul finale di "Desperate Housewives". Non proseguite se non volete rovinarvi la sopresa-

La promessa è stata mantenuta quasi del tutto: con una delle scene più commoventi del finale, la signora McKluskey viene fatta morire in casa sua, dopo che le protagoniste le avevano promesso che avrebbero aiutato il suo compagno Roy (Orson Bean) a fare in modo che passasse gli ultimi giorni in casa e non in un ospedale. E così, Karen muore ascoltando la sua canzone preferita, non prima di aver capito quanto le sue vicine di casa tenessero a lei.

[Via TvLine]

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: