Quello che (non) ho da stasera alle 21:10 Fabio Fazio e Roberto Saviano su La7

Parte stasera il nuovo programma dal salone del libro di Torino “Quello che (non) ho” con Fabio Fazio e Roberto Saviano in diretta su La7

di Hit


Riparte stasera con “Quello che (non) ho” il percorso di Fabio Fazio e Roberto Saviano nella nostra società, interrotto un anno e mezzo fa ed iniziato con lo strepitoso successo di “Vieni via con me”, titolo inopinatamente accantonato dalla dirigenza della Rai, tramesso su Rai3 nel mese di novembre del 2010. Ascolti altissimi furono quelli, fra i più alti in assoluti da quando esiste la terza rete della televisione pubblica: 7.623.000 telespettatori la prima puntata, 9.032.000 la seconda, 9.671.000 la terza e 8.669.000 la quarta ed ultima, con una media del 29,19% di share. Stavolta si cambia titolo, ma si rimane sempre nel contesto musicale, si passa da una canzone di Paolo Conte ad una di Fabrizio De Andrè ( i primi versi dicevano: “Quello che non ho è una camicia bianca, quello che non ho è un segreto in banca…“). In studio ospite fissa Elisa, che canterà le cover degli anni ’70: Bob Dylan e Cat Stevens e la musica di Woodstock. Ospiti della prima puntata Pupi Avati, Pierfrancesco Favino, Gad Lerner, Marco Travaglio, Paolo Rossi, Ermanno Rea, Erri De Luca, Raphael Gualazzi e i Litfiba.

In studio anche una cara conoscenza di Fazio: Luciana Littizzetto, che nell’occasione sarà a casa, il programma è in onda infatti dal salone del libro di Torino per lei torinese doc. Tre puntate di fila, la prima stasera, la seconda domani e la terza il 16 maggio alle ore 21:10 in diretta su La7. Quello che (non) ho è il titolo del programma ed infatti al termine di ciascuna delle tre puntate, Fazio e Saviano faranno l’elenco di quello che hanno e quello che non hanno perché “avere non è sempre parola positiva, come siamo abituati a pensare”.

Si palerà per cominciare di medie e piccole imprese, dei suicidi di questi giorni, si racconterà la crisi di questi tempi attraverso le storie di chi non ce l’ha fatta, ma anche di chi non molla e non vuole mollare. Si racconterà della dignità di chi gestisce queste imprese e che combatte per non soccombere. Fazio ha dichiarato recentemente al Corriere della sera: “faremo una trasmissione molto politica, senza politici e anche senza tecnici. Governo tecnico e decisione tecnica è una parola che indica autorevolezza, importanza e professionalità; ma toglie empatia. Noi vogliamo ridare emozionalità alle parole, per questo chiediamo ai telespettatori di farci sapere attraverso i social network la loro parola “cara”, cui sono più legati e affezionati”.

Fazio, che dice di voler riportare Saviano in Rai, aggiunge: “ Quello che (non) ho, non è un programma tv, sono tre giorni ripresi da una rete che ha una media di ascolti del 3,5%, in uno spazio antitelevisivo come le Officine Grandi Riparazioni di Torino in contemporanea con il Salone del libro. Questo ci da molta tranquillità”. Verranno nel programma grandi registi del cinema italiano, dopo Pupi Avati di stasera ci saranno Ettore Scola, Ermanno Olmi, ci sarà anche la madre di Beslan (città nell’Ossezia del nord, in cui ci fu il massacro nel 2004 in una scuola di 186 bambini ed oltre 700 feriti, ndr) per parlare della parola “acqua”, lei che abitava di fronte alla scuola e per giorni non riuscì a dissetare il figlio prigioniero di altri bambini e torturato dai sequestratori con la sete. Ma si parlerà anche di giornalismo applicato anche ai new media dei tempi che stiamo vivendo.

Foto apertura | © TM News


Saviano dice che mostrerà come molti giornali preferiscano il gossip alla vera inchiesta e di come andando in visita nelle scuole di giornalismo, trovi ragazzi che vogliono essere “missionari” dell’inchiesta ma anche molti altri che preferiscono seguire le “celebrity” del momento; mentre Fazio si dice “impressionato dal modo in cui si costruiscano certe carriere giornalistiche o qualche notorietà sul web scegliendosi un nemico ed insultandolo. Non sono premiati coloro che sanno scrivere analisi o raccontare storie, sono premiati i cecchini. Ma far male ad una persona è una cosa orribile. Alla fine, l’umanità si divide tra chi ha la sensazione di appartenere alla stessa specie e chi no”.

Tutta una serie di temi e di argomenti che verranno sviluppati in queste tre serate speciali in onda da stasera alle ore 21:10 su La7.

Ultime notizie su Fabio Fazio

Tutto su Fabio Fazio →