Sky Italia: ciao ciao ai “5 milioni di abbonati”

Dopo un trimestre negativo Sky, pur migliorando il suo utile operativo netto, scende sotto quota 5 milioni di abbonati.

di


Nell’ottobre del 2011 Sky aveva organizzato un grande festeggiamento per il raggiungimento di un traguardo simbolico: il quinto milionesimo abbonato alla sua offerta pay satellitare. Con un +58 mila contratti sottoscritti Sky varcò quella soglia, anche psicologica, e furono fuochi d’artificio, ma le notizie che arrivano dai dati finanziari trimestrali di News Corp, che controlla Sky Italia, ecco la brutta notizia: il -86 mila fatto registrare da inizio 2012 riporta gli abbonati a 4,94 milioni, 60 mila meno dei fatidici 5 milioni.

Nel contempo i dati economici sono però confortanti. Mentre la concorrenza di Premium (non dichiarando il numero di schede attive e abbonamenti Easy Pay) aveva evidenziato un calo dei ricavi quelli di Sky vantano un utile operativo di 40 milioni di dollari, +23 milioni rispetto ai 17 mln del primo trimestre 2011.

La crescita, di cui non si conoscono i dettagli, è dovuta secondo News Corp al giro d’affari legati agli abbonamenti (meno abbonati dunque, ma con più “pacchetti”) e all’aumento della pubblicità, invero fin troppo ossessiva per essere un network pay, ma evidentemente meglio pagata del passato. Insomma, dati contrastanti ma che in qualche modo confermano l’opinione dei vertici di Mediaset che ritenevano che il difficile contesto economico generale avrebbe portato ad un calo anche del suo concorrente satellitare. Vedremo nei prossimi mesi, anche alla luce della “questione Champions League“, come si assesteranno i due sfidanti del settore pay tv nel nostro paese.