• Tv

Mediaset: utili in calo nel primo trimestre

I risultati finanziari del gruppo Mediaset nei primi tre mesi del 2012 mettono in evidenza la sofferenza del gruppo.

di


La crisi si fa sentire, anche se le chiavi di lettura seguito alla comunicazione dei dati finanziari del primo trimestre di Mediaset possono essere due. Da una parte ci sarà chi è pronto a giurare che l’azienda di Cologno “sta tenendo in una situazione economica complessiva drammatica”, dall’altro chi sosterrà che “è l’inizio di un periodo buio”. Rispetto ai primi tre mesi del 2011 l’utile netto di Mediaset è sceso di 58,1 milioni di euro: 10,3 milioni contro i 68,4 fatti registrare 12 mesi fa.

Sul fronte dei ricavi netti consolidati la flessione è molto più rilevante, segnale che il contenimento dei costi messo in atto è servito ad evitare problemi peggiori: il Gruppo Mediaset è passato da 1.112,1 milioni del 2011 a 977,8 del 2012 con la redditività operativa si attesta al 4,0% rispetto al 12,2% dello scorso anno. Il calo dei costi operativi è del -4,4% e calano di 22 milioni di euro circa da 488,3 agli attuali 466,6.

Guardando agli ascolti Mediaset continua a rivendicare il predominio nel cosiddetto target commerciale (telespettatori dai 15 ai 64 anni) con un 38,9% di share complessivo sulle 24 ore grazie a Canale 5 (prima rete con il 19,7% in prime time e il 18,7% sull’intera giornata), ma questo non frena un calo piuttosto significativo della raccolta pubblicitaria: dai 693,3 milioni di euro del 2011 ai 622,7 del 2012. Un -10,2% che se confermato fino a fine 2012 potrebbe significare minori incassi da spot di diverse decine di milioni di euro.