Giffoni Film Festival 2013, foto e report della 43a edizione

Dieci giorni intensi che sono già archiviati: ma si pensa alla 44a edizione, a Giffoni Valle Piana dal 18 al 27 luglio 2014.

 

Il Giffoni Film Festival 2013 ha ormai chiuso i battenti, ma gli 'strascichi' di questa 43a edizione si fanno ancora sentire: dieci giorni intensi, senza considerare quelli immediatamente precedenti al taglio del nastro che valgono come 'riscaldamento' in vista della full immersion del fitto programma di eventi, non si dimenticano né si smaltiscono facilmente.

Ma ora, a bocce ferme e ad arretrati smaltiti, vale la pena fare un piccolo resoconto di questa avventura, principalmente con le foto che immortalano essenzialmente gli ospiti di questa 43a edizione, che abbiamo seguito e intervistato per TvBlog, ma anche per Cineblog e Soundsblog, con cui abbiamo coperto l'evento.
Ne approfittiamo per ricordarne qualcuna di queste interviste: siamo partiti da Stefania Rocca, che ha avuto l'onere e l'onore di rompere il ghiaccio, per arrivare alle chiacchiere con I Soliti Idioti (i loro saluti restano i più divertenti dell'annata), passando per Francesca Cavallin, Ruggero Pasquarelli (da Violetta con furore), il Maestro Dario Argento (in predicato per una serie negli USA), Marco Bocci (colpito anche da Gossipblog), un altro maestro assoluto come Renzo Arbore, e ancora Filippo Nigro, Barbora Bobulova, Anna Maria Barbera. E poi gli incontri con Alessandro Siani, Alessandro Gassman, Giancarlo Giannini, Roberto Saviano, i concerti di Elio, di Max Gazzè, di Chiara, Elhaida e Fiorella Mannoia, per arrivare ai bellissimi incontri con Giuliano Sangiorgi, la Bandabardò e Max Pezzali. Particolarmente densa di ospiti stranieri questa edizione, da Paul e Mira Sorvino a Jessica Chastain, da Logan Lerman e Alexandra Daddario (venuti a presentare i primi 45' in anteprima di Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo 2) a Eddie Redmayne per arrivare a Sacha Baron Cohen, che ha chiuso la sfilata internazionale. Ma la giornata clou resta quella di Naya Rivera.

Molto resterà solo nella memoria di chi era qui, di chi ha visto i ragazzi divertirsi alla Cittadella e gli organizzatori sciogliersi sotto un sole impietoso, che ha messo a dura prova nervi e resistenza fisica. Ma l'edizione si è svolta piacevolmente, giorno dopo giorno, anteprima dopo anteprima, ospite dopo ospite, film dopo film, per la gioia soprattutto dei giurati, che restano i veri protagonisti del Festival.

Ovviamente non dimentichiamo i film vincitori, mentre si guarda già alla prossima edizione. Il tema sarà scelto con i giurati tramite i social network, ma le date sono già note: l'appuntamento con la 44a edizione è dal 18 al 27 luglio 2014. Io non posso che ringraziare voi per averci seguito e ringraziare gli organizzatori per la dedizione, la pazienza e l'amore che ci mettono nel costruire giorno dopo giorno questo evento, del tutto particolare per struttura e contenuti e che richiede grande competenza e pazienza. In bocca al lupo e all'anno prossimo.

Giffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizione

Giffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizioneGiffoni Film Festival 2013, le foto della 43a edizione

Foto | © Getty Images

GFF 2013, 28 luglio: il Festival chiude con Sacha Baron Cohen, Alessandro Gassman, i Puffi 2 e tante donne


Finale col botto per il Giffoni Film Festival 2013: decimo e ultimo giorno con l'anteprima de I Puffi 2 e con due ospiti tra i più attesi di questa 43a edizione, Sacha Baron Cohen - che ha appena annunciato di aver abbandonato il progetto sulla biografia di Freddie Mercury e sarà prossimamente nelle sale in Anchorman 2: The Legend Continues. Nella conferenza stampa, che abbiamo seguito live, è stata fatta una domanda su quanto successo sul set del biopic su Mercury e mentre il press agent è scattato sulla difensiva, l'attore ha risposto, con grande diplomazia ma ha risposto, conquistando l'applauso della sala.

Altro ospite della giornata è stato Alessandro Gassman, reduce dai successi della sua opera prima da regista, Razzabastarda. Giusto un passaggio in sala stampa per un paio di interviste, quindi via verso i ragazzi. Abbiamo però potuto sapere che sta lavorando a una seconda sceneggiatura: lo vedremo di nuovo dietro la macchina da presa.

Infine appuntamento con Anna Maria Barbera, che ha raggiunto il GFF con la figlia, finora tenuta gelosamente protetta: "Ma questa occasione mi è sembrata perfetta per portarla con me", ha detto con gli occhi illuminati dall'orgoglio 'mamma' Anna Maria, arrivata per la cerimonia di premiazione della 43a edizione del Festival. Abbiamo avuto la gioia di intervistarla e appena avremo la forza caricheremo il video. Possiamo però anticiparvi che è davvero una donna piacevolissima e, a dispetto delle apparenze, estremamente timida.

A lei il compito di animare la cerimonia di premiazione, che ha visto sfilare i registi dei film vincitori (tutti i premi del GFF 2013).

In serata il gran finale con un concerto tutto al femminile, con Fiorella Mannoia, Baby K, Chiara, Elhaida Dani, Francesca Monte, concorrente di The Voice, e l'unico tocco maschile di Manuel Foresta, altro concorrente del talent di Rai 2.

Se vi sembra poco dopo dieci giorni zeppi di incontri, film anteprime e ospiti...

Quel che di più bello che avviene al Festival, in realtà, resta sempre un po' più nascosto: no, non pensate subito a feste e party (credo che non esistano Festival meno mondani del Giffoni), ma del concorso. Uno dei momenti più magici è il dibattito in sala tra registi delle opere in concorso e i giurati. Lì sì che si percepisce il 'vero' Festival. Oltre che nel vedere ragazzini di mezzo mondo rispettarsi e divertirsi.

Il Festival sta finendo, ancori pochi minuti e calerà il sipario su questa 43a edizione. C'è ancora un po' di tempo da trascorrere con gli amici e da passare qui a Giffoni. I saluti finali ce li scambieremo anche noi domani. La notte è ancora giovane, anzi Forever Young.

GFF 2013, 27 luglio: a lezione da Roberto Saviano e Renzo Arbore



Si sente il peso della stanchezza, ma l'entusiasmo non diminuisce: i giurati del GFF 2013 sono alle prese con le ultime pellicole in concorso, oggi più che mai le vere protagoniste. In mattinata votano gli Elements +10, nel primo pomeriggio i Generator +16 e nel tardo pomeriggio gli Element +3 e i Generator + 18.

E mentre Daniel Radcliffe manda un videosaluto ai giurati di Giffoni, magari in attesa di venire qui il prossimo anno, oggi i ragazzi hanno incontrato Roberto Saviano (il live). Per lui un solo unico lungo dibattito in Sala Truffaut dove è giunto totalmente circondato dalla scorta. Si è chiesto ai ragazzi di non fotografarlo prima che salisse sul palco (tutti hanno obbedito), poi però sul Blue Carpet lo scrittore non si è sottratto ai flash di professionisti e di fans. Devo dire che in sala, dove si erano raccolti giornalisti e giurati dai 13 ai 20 anni, non è volata una mosca e si avvertiva una certa tensione. Non quella di chi teme per la propria vita, ma quella dei ragazzi che volevano parlare con lui, fargli le domande che avevano preparato con cura.

"Qui incontro un miracolo" ha detto Saviano che ha parlato della sua adolescenza e della sua vita da adulto sotto scorta, da scrittore che ha deciso di continuare a raccontare ciò che vede dalla finestra anche per soddisfare l'ambizione di far conoscere i meccanismi della criminalità organizzata a quanta più gente possibile.

Ma se nel pomeriggio i giurati hanno seguito la 'lectio' di Saviano, in tarda mattinata i giornalisti, di tutte le età e di tutte le provenienze, si sono 'inchinati' davanti a Renzo Arbore, a Giffoni per il concerto della sua Orchestra Italiana. La sua conferenza stampa (live) diventa un viaggio divertente tra la tv di un tempo e la musica italiana di oggi, la sua intervista a TvBlog un appello ai dirigenti tv e a chi ha in mano le redini del Paese, i primi dominati dall'Auditel, i secondi palesemente inaffidabili.

Sembra strano, ma domani finisce tutto e si inizia ad avvertire un misto di sollievo (si dorme!) e di tristezza (da lunedì si ritorna alla routine): dopo la full immersion che ha scavato gli occhi di tutti e ci ha sciolti sotto il sole, ora si ritorna ad alzare gli sguardi dai pc e a staccare le orecchie dai cellulari per godersi gli ultimi due giorni insieme. Per fortuna che domani ci sono i Puffi a tenerci allegri.

GFF 2013, 26 luglio: Eddie Redmayne e Giancarlo Giannini


Parterre di ospiti più che vario per questa ottava giornata di Festival: si va da Geronimo Stilton che 'presenta' ai ragazzi il Garante per l'Infanzia Vincenzo Spadafora, all'attore inglese Eddie Redmanye, altro nome internazionale di questo GFF 2013 e recentemente protagonista con Michelle Williams del film Marylin, di cui abbiamo seguito live la conferenza stampa nella quale parla dei suoi prossimi film, Jupiter Ascending e The Theory of Everything.

Ma è anche la giornata di Giancarlo Giannini, che ha raccontato ai ragazzi le storie del 'suo' cinema, guardando anche al futuro poco roseo del settore, e di Max Pezzali, da ieri in vetta della classifica FIMI degli album più venduti della settimana con Max 20, lavoro col quale ha festeggiato i primi 20 anni di carriera.

In serata seconda e ultima 'data' dello speciale rapper allo Stadio Troisi con Salmo, Ensi e Clementino, vincitore della quarta puntata di Music Summer Festival, andata in onda appena due giorni fa su Canale 5.

Foto | © GFF

GFF 2013, 25 luglio: Giuliano Sangiorgi mattatore, Barbora Bobulova parla di Papaleo


Dopo il ciclone Naya Rivera, il Giffoni Film Festival è tornato alla sua 'routine', fatta di ospiti internazionali, di film in anteprima e di opere in concorso.

Sul Blue Carpet sono 'transitati' oggi Barbora Bobulova (live conferenza stampa su Cineblog), a ottobre al cinema con Piccola Impresa Meridionale di Rocco Papaleo e sul set per un nuovo progetto di cui però non vuole ancora parlare, e Giuliano Sangiorgi che ha davvero trascinato i ragazzi del Festival. Fosse stato per lui sarebbe rimasto in Cittadella a chiacchierare con ciascun giurato, uno per uno, spiegando il suo punto di vista sulle cose e sul mondo, scambiando idee. Perfetto Giffoni Style, insomma.

"Giffoni mi è rimasto attaccato alla pelle" ha detto poi il cantante lasciando il Festival. Sarà colpa dell'umidità furiosa di questi giorni (che ha portato a tre rapidi cambi di camicia e l'abbiamo invidiato), ma - scherzi a parte - il cantante si è lasciato andare senza pensare a scalette ed orari. Hanno dovuto 'cacciarlo' dalla Masterclass perché, fosse stato per lui, avrebbe trascorso lì la serata a suonare e cantare con i ragazzi. E queste sono le cose belle del GFF. Noi l'abbiamo intervistato (video su Soundsblog) e ci ha parlato della situazione della discografia italiana, dando ragione a Elio sulla necessità di fare qualcosa contro la pirateria ("Senza risorse non si possono fare bei dischi, si finisce per fare musica da ascensore...") e chiarendo una volta per tutte il suo rapporto con i talent, che non odia ma che, sottolinea, "non sono l'unico modo per fare musica e avere successo. Bisogna riscoprire le cantine..."

Ah, per inciso, in serata allo stadio c'è stato il concerto di Guè Pequeno, 'Nto e Fedez, arrivati in Cittadella alle 20.00 circa per il photocall e per le interviste. Ai siti non hanno voluto concederle. Forse temevano che uscissero fuori le 'scottanti rivelazioni' di Sara Tommasi (o del suo hacker) sulle qualità nascoste di alcuni di loro. Peccato, visto che la loro popolarità corre sul web, con vantaggi e svantaggi. In compenso, chi è rimasto in Cittadella e non ha seguito le 'sirene' del rap/hip hop italiano ha potuto godersi l'anteprima di Jurassic Park in 3D a venti anni (sigh!) dalla sua prima uscita nelle sale. E siamo già a domani...

Foto | © GFF

Giffoni Film Festival 2013, 25 luglio: programma e ospiti settima giornata

Si parla soprattutto di musica oggi al Giffoni Film Festival: il settimo giorno qui non ci si riposa, per nulla, anzi. Ospiti Barbora Bobulova e Giuliano Sangiorgi, prima offrire la prima delle due serate dedicate al Rap italiano, nate dalla collaborazione del Festival con Don Joe dei Club Dogo, che vedono sul palco 'Nto, Fedez e Guè Pequeno (questi ultimi anche nell'occhio del ciclone in questi giorni per qualche 'piccola' querelle con Elio e con Sara Tommasi). Per Barbora Bobulova un incontro con le giurie, che hanno imparato a conoscerla negli anni grazie ai suoi tanti ruoli cinematografici e televisivi, che l'hanno vista spaziare da Bellocchio a Muccino, da "Cuore Sacro" di Ozpetek a Immaturi" di Paolo Genevese e che ha nella sua faretra lo strepitoso ruolo di Lea nella versione italiana di In Treatment. Ultimamente l'abbiamo vista anche ne "Il gioco degli specchi" del ciclo de Il Commissario Montalbano, mentre per il cinema le ultime partecipazioni la vedono in Closed Circuit, di John Crowley e in Una piccola impresa meridionale, di Rocco Papaleo. Per Giuliano Sangiorgiuna full immersion tra i giurati del festival con la Masterclass Music: reduce dal successo a San Siro, Sangiorgi dovrà 'vedersela' non con i 40.000 di Milano ma con qualche migliaio di fans, di tutte le età, che lo aspettano a Giffoni.

GFF 2013, 24 luglio: Naya Rivera per #Gleeffoni


Una giornata tutta dedicata ai ragazzi di Giffoni per Naya Rivera, sbarcata in Cittadella a mezzogiorno e rimasta con i giurati fino alle 19 per tre appuntamenti successivi che vi abbiamo raccontato con il nostro Naya Rivera Live dal GFF. Ma è stata anche l'occasione per i ragazzi della giuria di incontrare Enzo Monteleone, protagonista di una Masterclass nella quale ha sottolineato il lavoro della sceneggiatura, definendola

"un documento collettivo, non appartiene solo al regista. Il cinema è un lavoro di gruppo e la scrittura è la storia. Una storia ben scritta è già un buon film. Ma un buon film, come dice Woody Allen, nasce dalla scelta di bravi attori”.

Altro ospite della giornata Marcello Masi, direttore del Tg2 che ha tenuto una Masterclass sul ruolo dell'informazione. Ma Masi è stato al festival anche per accompagnare “Le compagne di Gilda”, documentario, prodotto e interpretato proprio da ragazzi dei Quartieri Spagnoli, trasmesso proprio su Tg2 Dossier. In serata, invece, concerto di Max Gazzè, un amico del GFF, tornato al Festival per una tappa del suo Sotto Casa Tour 2013. La giornata è stata davvero tra le più emozionanti di questa 43a edizione.

Giffoni Film Festival: ospiti e programma del sesto giorno

Tutti pazzi per Santana: si può facilmente riassumere così il giorno di Naya Rivera al Giffoni Film Festival. Gruppi di Gleeks accampati per la notte alla Cittadella del Cinema per conquistare le transenne del Blue Carpet sono tipiche scene da 'delirio' #Gleeffoni che ricordano quelle viste l'anno scorso per Dianne Agron (alias Quinn Fabray). Insomma, la sesta giornata del Festival si può ribattezzare Naya Rivera Day, c'è poco da fare. L'attrice, che si sta godendo il sole della Costiera Amalfitanacon la mamma, sarà a Giffoni per incontrare il pubblico e chissà che non adotti un look stile 'gladiatore' come quello sfoggiato proprio in costiera e apparso su Twitter. Beh immaginiamo che per incontrare i ragazzi punti su qualcosa un po' più acqua e sapone...


Mettendo da parte toni gossip e fashion, quella di oggi dev'essere una festa: anche per questo si è cercato di dissuadere i ragazzi dal portare candele o fiori in memoria di Cory Monteith, scomparso il 13 luglio. Non sarebbe certo la sede e la situazione adatta per fare della piazza della Cittadella un 'memoriale'. Piuttosto il GFF conferma l'omaggio a Monteith di cui ci ha parlato in anteprima il vice direttore artistico Manlio Castagna nell'intervista doppia Pre Festival. La linea scelta per l'omaggio la spiegano gli organizzatori via FB:


Mentre Naya twitta il conto alla rovescia per domani, noi abbiamo pensato di avere un tributo a Cory molto soft per rispetto ad una giornata che deve essere di allegria e di emozioni positive. Abbiamo pensato a un video commemorativo su Cory da proiettare in attesa dell'arrivo di Naya, cantando I'LL STAND BY YOU o altre musiche tutti insieme e vogliamo proporre in sala un minuto di silenzio per lui. che ne dite?

Il tutto quindi dovrebbe svolgersi prima dell'arrivo di Naya in sala. Staremo a vedere.  La giornata sarà molto, molto, lunga.

Giffoni 2013, 23 luglio: Lerman e Daddario per Percy Jackson 2, Filippo Nigro e Bandabardò

Aggiornamento 01.30: la quinta giornata del GFF 2013 è stata una sorta di prova generale di quanto vedremo 'tra poco' in Cittadella per Naya Rivera, la Santana Lopez di Glee che domani trascorrerà un'intera giornata tra i giurati del festival. Ma prima di pensare a domani, vale la pena dare un'occhiata alla giornata appena trascorsa. Entusiasmo alle stelle per Logan Lerman e Alexandra Daddario, rispettivamente Percy Jackson e Annabeth Chase in Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo 2 - Il Mare dei Mostri, che i ragazzi hanno potuto assaggiare con i primi 45' in anteprima 'donati' dalla 20th Century - Fox. Il film, che uscirà negli Usa il prossimo 7 agosto e in Italia il 12 settembre, ha già stuzzicato l'appetito dei ragazzi, accorsi in massa per incontrare i protagonisti della saga 'olimpica' sul Blue Carpet. Dopo il meet & greet del mattino (in una sala di 800 posti, eh, mica a un tavolino da canasta), sono corsi in Sala Truffaut per incontrare altri 800 ragazzi: probabilmente una giornata di set è meno stancante, ma di certo meno emozionante. Dei due abbiamo seguito live la conferenza stampa, in cui Logan ha accennato appena al suo prossimo ruolo in Noah. Alla coppia hollywoodiana, bellissima, è poi seguito l'incontro con Filippo Nigro, che ha tenuto una masterclass e ha soddisfatto le curiosità dei giurati più piccoli, prima di chiudere con il concerto della Bandabardò (intervistati per Soundsblog). Ma la giornata è stata puntellata anche dalla presenza di Giuliano Gemma, protagonista del documentario girato dalla figlia Vera, e Domenico Fiumanò Violi, anche lui protagonista di una Masterclass Music. Ora si pensa a domani: è il giorno di Naya Rivera e di #Gleeffoni. Foto | © Getty Images     GFF 2013, programma e ospiti della quinta giornata       Giro di boa per il Giffoni Film Festival 2013 che nella sua quinta giornata ospita ancora un'anteprima, o almeno un assaggio di anteprima con i primi 45' di Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo - Il mare dei mostri, secondo capitolo della saga tratta dai best seller di Rick Riordan. Ad accompagnare il film i giovani attori Logan Lerman e Alexandra Daddario, protagonisti nei ruoli di Percy Jackson e Annabeth Chase. Mentre la Cittadella si riempirà di ragazzi curiosi di vedere l'assaggio di Percy, alla Antica Ramiera i giurati della Masterclass avranno il piacere di ascoltare Filippo Nigro, poi atteso per il canonico incontro con i giurati più 'giovani'. Sempre per la Masterclass incontro d'eccezione con il compositore Fiumanò Domenico Violi. Si aggiunge alla lista di leggende del cinema italiano presenti al Festival anche Giuliano Gemma, a Giffoni per assistere ed accompagnare il documentario Italian in The World, a lui dedicato dalla figlia Vera. In serata concerto della Bandabardò che per i suoi venti anni si concede un docufilm firmato Carlo Lucarelli presentato in anteprima alla Masterclass. Direi che anche per oggi può bastare, eh... A più tardi per il resoconto della giornata.

Giffoni 2013, 22 luglio: quarto giorno con gli 'eterni bambini' Bocci, Siani, Giovanni Allevi e Titeuf

Giffoni Fil Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, Allevi Aggiornamento 23.50 Come previsto, la giornata è stata insidiosa e caratterizzata dal bagno di folla per Alessandro Siani, che ha tenuto una conferenza stampa show, dalla quale è però venuto fuori il suo nuovo film, che sta al momento scrivendo e che uscirà a Natale (i dettagli nel live della conferenza di oggi). Dopo aver intrattenuto i giornalisti ha divertito i giurati che lo aspettavano in Sala Truffaut prima di raggiungere lo Stadio per il suo show teatrale. Visti i numeri, non sarà mancato qualcuno che avrà urlato "Alessa', per vedere il tuo spettacolo dove devo scavalcare?". Tanta gente in sala stampa non si è vista neanche con i Sorvino (e probabilmente sarà di poco inferiore a quella che vedremo per Naya Rivera), per non parlare della Sala Truffaut, a testimonianza dell'affetto del pubblico verso il comico napoletano, che Giffoni ha praticamente visto crescere da vicino. A proposito di crescere, la giornata si è aperta nel verde degli occhi di Marco Bocci, che abbiamo intervistato sui suoi prossimi progetti cinematografici e tv (con una battuta sulla 'calda estate 2013' riportata su Gossipblog) e ha visto il genio artistico di Giovanni Allevi 'scatenarsi' sul photocall, in sala Truffaut, dove ha suonato per i giurati, e sul Blue Carpet. Un fenomeno! Ha firmato autografi a tutti (proprio TUTTI) quelli che lo hanno aspettato sul tappeto d'onore: vi diciamo solo che al termine dell'incontro è stato più di un'ora a firmare quaderni, fogli, cappellini, qualunque tipo di superfici. In serata poi siamo andati a vedere Titeuf Il Film, in anteprima nazionale: due proiezioni, pienissime, per un film che ha strappato applausi sul finale da parte dei giurati più 'piccini'. Ma del film torneremo a parlare. Ora si pensa già a domani. Giffoni Film Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, Allevi Giffoni Fil Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, AlleviGiffoni Fil Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, AlleviGiffoni Fil Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, Allevi Giffoni Fil Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, AlleviGiffoni Fil Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, AlleviGiffoni Fil Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, Allevi Giffoni Fil Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, AlleviGiffoni Fil Festival 2013, 22 luglio - quarto giorno: Bocci, Siani, Allevi Foto | © Getty Images   GFF 2013, programma e ospiti della quarta giornata Quarto giorno e poker di appuntamenti per il GFF 2013 che oggi, lunedì 22 luglio, apre con Marco Bocci che presenta ai giurati il trailer di 'Italo' prima di incontrare la stampa. Noi l'abbiamo già intercettato ieri sera al Convento, sede dei Dinner Party del Festival, ma solo, senza nessuna bionda cantante al suo fianco. Nel pomeriggio la giuria incontrerà Alessandro Siani, a Giffoni Valle Piana con il suo "Sono in Zona Tour" in serata allo Stadio Troisi, mentre i ragazzi della Masterclass aspettano di conoscere e di 'interrogare' Giovanni Allevi. Per la serata il nostro programma prevede una comoda poltrona al Cinema Truffaut, un paio di occhialini 3D e la proiezione in anteprima nazionale di Titeuf - Il Film. In apertura il video che la produzione ha confezionato appositamente per lanciare la speciale partecipazione al GFF 2013. Abbiamo voglia di tornare bambini e il tema del Festival, Forever Young, calza a pennello. Seguiteci anche in questa quarta giornata: che il polpaccio sia con noi!

Giffoni 2013, 21 luglio: terzo giorno con Jessica Chastain e Dario Argento

Aggiornamento 23.00: alla fine di una giornata che ha visto i palinsesti sconvolti dal maltempo, possiamo dire di aver incontrato due icone del cinema contemporaneo, per quanto diversissime tra loro. Da una parte la talentuosa Jessica Chastain, che avremmo davvero voluto intervistare per chiederle magari se avesse in ballo qualche progetto tv, considerati i trascorsi nella serialità Usa con le partecipazioni a E.R. - Medici in prima linea, Veronica Mars, Law & Order: Il verdetto, Close to Home - Giustizia ad ogni costo che hanno caratterizzato la prima parte della sua carriera. Peccato che forze superiori alla nostra volontà l'abbiano impedito. Per fortuna che ci sono i ragazzi del Festival: l'incontro con i giurati (live) è stata un'occasione per vedere l'attrice americana circondata dall'affetto, dalla stima e dall'ammirazione dei giurati e per raccogliere qualche sua dichiarazione. Per i più curiosi, si inizia a lavorare 'seriamente' a Interstellar, atteso film di Christopher Nolan: Jessica è reduce dalle prime prove trucco... Di contro siamo riusciti a scambiare due battute con Dario Argento (l'intervista di TvBlog), che ci ha raccontato dei suoi progetti seriali e fictional, per l'Italia e per gli USA. In ballo c'è la proposta di serie lunga (prima stagione dal 22 puntate, per un totale presunto di 101 episodi) e anche un'idea per il piccolo schermo nostrano. Ma nella faretra del Maestro c'è anche un'autobiografia, un'opera teatrale e un progetto cinematografico, tanto per gradire. E mentre il cinema Truffaut accoglie l'anteprima di Monster High e prosegue il concorso dei film (appena al secondo giorno), noi guardiamo già a domani....   GFF 2013, programma e ospiti della terza giornata Terzo giorno del Giffoni Film Festival 2013. Caldo torrido, sonno scarso, allucinazioni sempre più vicine: tre ingredienti ottimi per imbastire un film dell'orrore. Beh, potremmo sempre chiedere al Maestro Dario Argento, oggi al GFF per incontrare i giurati, qualche consiglio per tirar fuori Giffoni una saga - o una serie tv - 'horror cult'. Sempre che poi 'non ci rubi' l'idea e ambienti la sua prossima opera al Festival del Cinema per Ragazzi. Intanto, per restare in tema 'ragazzi', ha prestato la voce a uno dei protagonisti di Monster University, presentato in anteprima venerdì scorso proprio qui a Giffoni. La giornata, però, si apre con un'altra coppia padre-figlio: dopo i Sorvino e i Bellocchio di ieri, oggi è la volta di Mino e Gabriele Caprio, attori e doppiatori. Il piccolo Mino, per intenderci, è stato tra i protagonisti di Rosso San Valentino, nel ruolo di Giacomo. Ma questo 21 luglio è illuminato anche dalla presenza di Jessica Chastain, protagonista di The Tree of Life di Terrence Malick, Palma d’oro al Festival di Cannes 2011, e nel 2012 vincitrice del Golden Globe come migliore attrice in un film drammatico per Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow, ricevendo anche la nomination all’Oscar. Nel 2013 è la protagonista dell’horror La madredi Andrés Muschietti. E considerato che c'è anche Dario Argento chissà che non esca fuori dal GFF 2013 una loro futura collaborazione artistica. Per ora è tutto. Seguiteci nelle nostre 'peregrinazioni' giffonesi... Foto | @GFF

GFF 2013, 20 luglio: carovana di ospiti per il secondo giorno di Festival

Giornata campale quella appena trascorsa al Giffoni Film Festival, che ha visto incrociarsi in cittadella e nelle altre location del GFF. Non c'è stato modo di prendere fiato tra l'intervista a Ruggero Pasquarelli, che ha annunciato l'avvio del Tour di Violetta in Europa, l'incontro, molto friendly, con Mira e Paul Sorvino (la conferenza stampa), le lezioni di cinema e di recitazione di Marco e Piergiorgio Bellocchio, la Masterclass di Elio, che ha parlato anche di talent con i ragazzi della sezione musica, e la partecipazione della giovane Catrinel Marlon, che ha ritirato il premio come 'promessa' e fresco talento del cinema italiano. Il tutto concluso con il concerto di Elio e le Storie Tese allo Stadio Troisi. Polpacci e schiena già chiedono pietà, ma tra Paul Sorvino che canta in napoletano e gli Elii che 'demoliscono' il rap italiano si può dire che la giornata, per quanto faticosa, ha portato le sue soddisfazioni. Se ne riparla domani. Giffoni 20 luglio: il programma della seconda giornata del Festival Dopo un esordio già piuttosto denso, il Giffoni Film Festival alza il tiro e si prepara ad accogliere i primi ospiti internazionali della 43a edizione. Attesi sul Blue Carpet Mira e Paul Sorvino, che incontrano la giuria nel pomeriggio. Ma la giornata 'padri e figli' prosegue con Marco e Piergiorgio Bellocchio, che incontreranno giuria e allievi della Masterclass di Giffoni. Sul fronte 'seriale' in arrivo la bella Catrinel Marlon, fresca di CSI - Scena del Crimine dove sta interpretando Elisabetta, la fidanzata italiana di David Hodges, e Ruggero Pasquarelli, da Violetta con furore. A concludere una giornata che già ci aspettiamo infernale, ci sarà il concerto di Elio e le Storie Tese, che nel pomeriggio con Elio terrà una Masterclass, la speciale sezione per gli 'ex' giurati del GFF. E a proposito di giurati, parte oggi la 'sfida' tra le opere in concorso. Prime proiezioni alle 10.00 con I Swan per Elements +6 e con The Swim Trunks e il corto Bekas per i +10. Alle 14.30 al via i Generator +13 con Touch of Light, uno dei film da non perdere consigliati dal vicedirettore Manlio Castagna nella nostra intervista doppia. Quindi Generator +16 con Before Snowfall.  Per le anteprime oggi spazio a Disney Channel Italia che presenta Teen Beach Movie di Jeffrey Hornaday. Se volete metterci anche qualcos'altro... Intanto questa è solo una parte degli appuntamenti della giornata. Foto | GFF

Giffoni 2013, 19 luglio: primo giorno

La pioggia ha tentato di spegnere gli entusiasmi della prima serata del GFF 2013, che proprio sul più bello ha visto fulmini e saette scatenarsi nel cielo giffonese. Ma nessuno si è perso d'animo, neanche le ballerine brasiliane chiamate a suggellare la partnership con San Paolo sfilando per la cittadina (pare che ci sia stata la corsa a prenotare i posti migliori sulle panchine della piazza...). Comunque sia la prima giornata è scivolata senza intoppi: abbiamo incontrato Stefania Rocca, che ha parlato dei suoi ruoli fictional e dei suoi progetti cinematografici da regista (l'intervista di TvBlog), quindi abbiamo incontrato i Soliti Idioti per ragionare di un loro ritorno in tv (l'intervista a I Soliti Idioti) e infine abbiamo chiesto a Francesca Cavallin (l'intervista) lumi sul futuro di Tutta la musica del cuore. Celebrata anche l'anteprima di Monsters University (la recensione di Cineblog), con gran divertimento dei ragazzi presenti a Giffoni, la prima giornata può dirsi conclusa. Domani primi arrivi internazionali con Mira e Paul Sorvino, mentre sul fronte italiano altra coppia padre-figlio con i Bellocchio. E il concerto di Elio e le storie tese dove lo mettiamo? Siamo solo all'inizio.

Giffoni 2013, 19 luglio: primo giorno di Festival

Giffoni Film Festival 2013 - Foto 19 luglio Archiviata l'anteprima del GFF 2013 con la maratona piratesca di Jack Sparrow, già da ieri la Cittadella del Cinema di Giffoni è già diventata 'la piazza dei saluti' (quelli belli, poi il 29 ci saranno quelli 'brutti'). Ci si rivede dopo un anno, ci si scambia grandi sorrisi e ci si racconta gli ultimi 12 mesi anche in un solo saluto: è tutto un "Ueeeee, come stai? Che bello rivederti!" ed è bene che tutto ciò si faccia nelle prime 10/12 ore del GFF, anche perché poi non è sempre facile incrociarsi. Ci si perde di vista per 10 giorni. Sembra strano ma è così. Beh, fatta questa piccola 'sintesi' di quanto è successo nel 'the day before' il GFF 2013, torniamo a noi con il programma di questo venerdì 19 luglio, primo giorno del Giffoni Film Festival. Intanto la Cittadella si è preparata per accogliere i personaggi di Monsters University, primo film in anteprima nazionale della 43a edizione (ma su Cineblog trovate tutto quel che concerne Monsters University). Alle 17.00 prima proiezione per i Giurati con la partecipazione de I Soliti Idioti, che hanno prestato la voce al mostro bicefalo Terri e Terry Perry, e una serie di iniziative Disney legate al film e dedicate ai più piccoli. La giornata però si apre con Stefania Rocca: l'attrice è a Giffoni per presentare "Osa", corto realizzato con ActionAid per sensibilizzare l'opinione pubblica contro i matrimoni forzati, ma cercheremo di intercettarla per farci raccontare qualcosa de Una grande famiglia 2 e di Adriano Olivetti: la forza di un sogno. Alle 18.00 inaugurazione ufficiale della 43a edizione e arrivo di di Francesca Cavallin, anche lei nel cast della miniserie su Olivetti (interpretato da Luca Zingaretti, che purtroppo non è qui al Festival quest'anno), ma per i bambini è Bianca di Un Medico in Famiglia, ruolo che la Cavallin ha lasciato alla vigilia della nona stagione. Pensate che il Festival sia tutto qui? Beh, ovviamente no: stasera niente concerti allo Stadio Troisi, ma giusto per ricordare a residenti, ospiti, giurati, villeggianti, lavoratori (etc) che è iniziato il festival sfileranno ballerini e ballerina brasiliane portando il Samba per le vie di Giffoni. Un modo per celebrare la prima edizione di Giffoni San Paulo e per 'fare un po' di ammuina' che fa sempre gioia e festa (e Festivàl). Noi adesso corriamo in Cittadella: che la forza sia con noi.

Giffoni 2013: ultimi preparativi e maratona de I Pirati dei Caraibi (video)

Ci siamo, si aprono le danze del Giffoni Film Festival 2013: ufficialmente il taglio del nastro avverrà domani, venerdì 19, con Stefania Rocca, Francesca Cavallin e i Soliti Idioti, ma visto che un antico detto recita che "né di Venere né di Marte non si da principio all'arte", il GFF 2013 comincia già oggi con un maratona omaggio alla saga de I Pirati dei Caraibi, al via alle 15.00 alla Sala Truffaut della Cittadella del Cinema con i quattro film di Jack Sparrow, in lingua originale sottotitolati in italiano, ovvero Pirates of the Caribbean: The Curse of the Black Pearl (2003), Pirates of the Caribbean: Dead Man's Chest (2006)Pirates of the Caribbean: At World's End (2007), Pirates of the Caribbean: On Strangers Tides (2011). Domani, invece, Giffoni Valle Piana si trasformerà in un immenso parco giochi per bambini, con mille attività per tutti quelli che vorranno raggiungere la cittadina del Salernitano. Per i giurati dai 3 ai 99 anni la Cittadella del Cinema - il cuore nevralgico dell'evento con i suoi tre cinema (due da oltre 700 posti e uno 'piccolo' da oltre 400), la sala stampa, il 'Blue' Carpet, il Parco Hollywood, il villaggio sponsor etc etc. -  sarà la cornice di un'esperienza unica e per 10 giorni sarà teatro di un grande valzer, fatto di ospiti nazionali e internazionali, di incontri e dibattiti con i registi delle opere in concorso, di film in anteprima nazionale (da Monsters University a I Puffi). Non parliamo a caso di valzer: da anni, infatti, la 'sigla del Festival' è il Waltz 2 di Dmitri Shostakovich che risuona (quasi senza sosta) alla Cittadella: ecco, ne sentirete una versione nel video di apertura che mostra ancora una cittadella sostanzialmente deserta e svela il dietro le quinte del cinema Truffaut e i pannelli con l'immagine 2013. Non so se si è capito, ma il tema di questa edizione è Forever Young... Insomma, il GFF taglia il nastro e noi saremo qui a raccontarvelo, sfidando il caldo a 87°, lottando contro i 'press agent' e superando la sindrome 'oddio, come faccio a spiegarlo?' che ti attanaglia quando vedi sudare i registi (mediamente quarantenni) delle opere in concorso e chiedere una bandiera bianca da sventolare di fronte alle domande dei 700 bambini di 6 anni che discutono con lui del film appena visto. Roba che ti fa credere che un mondo migliore sia possibile. E non è un caso che i giurati siano tendenzialmente un po' meno ispirati dagli ospiti: è anche vero che il tempo in quei casi non aiuta, visto che solitamente - eccezion fatta per le Masterclass, ovviamente - non ci si può fermare troppo a chiacchiera e proprio quando ormai si è rotto il ghiaccio in genere c'è già una macchina pronta all'ingresso per via del serrato programma da portare avanti. E se avete già dato un'occhiata al programma del Festival, alla lista degli ospiti cinematografici e anche a quelli un po' più televisivi, se avete scorso il programma dei concerti e delle Masterclass, vi renderete conto che seguire il Festival è un'operazione che allena all'ubiquità e avvicina al concetto di 'uno e trino'. Non a caso per il Festival si son mobilitati TvBlog, dove terremo quotidianamente il diario del GFF 2013 con il programma della giornata e gli highlights conclusivi e che ospiterà i live delle conferenze stampa e le interviste agli ospiti 'from tv', Cineblog, che accoglierà le recensioni dei film in anteprima e le interviste ai personaggi del grande schermo, e Soundsblog, per coprire gli eventi del Giffoni Music Concept, il programma musicale che accompagna le sere del Festival. E se poi Marco Bocci, atteso a Giffoni per il 22 luglio dovesse arrivare accompagnato da Emma Marrone, arruoliamo al volo anche Gossipblog. Insomma, per la copertura del GFF 2013 partiamo con le migliori (o peggiori, a seconda dei punti di vista) intenzioni. In che condizioni arriveremo al 28 luglio, ultimo giorno del Festival, nessuno lo sa. Per i giornalisti (per gli organizzatori non lo dico neppure) il programma del GFF è un vero tour de force, con mille eventi  - inevitabilmente in contemporanea - tanti ospiti da (in)seguire, troppo poco tempo per far tutto e la certezza che i 'vip' che raggiungono il Festival hanno occhi solo per i giurati. Il che è perfetto per l'evento, un po' meno per il 'povero cronista'. La sensazione è quella di essere sbattuto in un frullatore per 10 giorni: sensazione che avvolge tutta la città. La quiete della piazza, che solitamente ospita sulle sue panchine pacifici signori che chiacchierano di politica e società e signore impegnate a scambiarsi gli ultimi gossip sulla vicina di casa, viene sconvolta dall'assalto colorato dei ragazzini, dai volti stanchi ma sorridenti di chi al Festival viene per lavorare - dagli sponsor ai tecnici, dai giornalisti ai volontari -, da 10 giorni di pura 'vita' che segna da 43 anni la 'routine' di Giffoni e di tutta l'area. Senza contare che ogni anno, prima dell'evento, la città si rifà il look: anche la bitumazione delle strade pre-festival ha il suo perché per la comunità, eh. Insomma, si parte, con tutto il carico di aspettative, ogni anno più alte per chi ci lavora e per chi lo segue dall'esterno, con le immancabili tensioni da stress e magari qualche polemica (solitamente sollevata da qualche autoctono) che fanno tanto 'festival', a prescindere. L'importante è non perdere di vista lo spirito del GFF e in fondo la maratona inaugurale de I Pirati dei Caraibi potrebbe essere una buona 'metafora' dell'evento: bisogna essere un po' 'pirati' per imbarcarsi ogni anno nell'organizzazione di un kolossal come il Giffoni Film Festival, soprattutto quando le acque sono agitate dai venti della crisi (sì economica, ma soprattutto politico-istituzionale) e diventa obbligatoria una navigazione a vista tra sponsorizzazioni e finanziamenti. Ma il GFF continua a fare, da 43 anni, una cosa che in Italia si è persa: investe sui giovani e sulla loro formazione culturale. Certo, non tutto è perfetto e idilliaco, l'accezione piratesca nasconde qualche 'insidia', ma ciò non toglie che il Festival resti una vera e propria avventura, per chi la porta avanti quotidianamente e per chi vi partecipa, da giurato o da professionista. Non sarà facile raccontarvelo in tutte le sue sfaccettature, ma ci proveremo! All'arrembaggio!

  • shares
  • Mail