Fringe, la quarta stagione da stasera su SyFy-Steel

Su SyFy Steel di Mediaset Premium la quarta stagione di Fringe, lo sci-fi della Fox a rischio chiusura


Nell’attesa di sapere che ne sarà della serie, SyFySteel di Mediaset Premium propone, da stasera alle 22:05 (ed i prossimi lunedì alle 21:15) la quarta stagione di “Fringe”, la serie tv ideata e prodotta da J.J. Abrams con Alex Kurtzman e Roberto Orci, in onda attualmente in America. Nuovi casi per Olivia (Anna Torv), Walter (John Noble) e Peter (Joshua Jackson), anche se quest’ultimo, per un po’, non sarà presente come nelle altre stagioni (tanto da diventare oggetto del comunicato stampa di partenza dei nuovi episodi)…

-Attenzione: spoiler-
Avevamo lasciato infatti i due universi finalmente d’accordo nel condividere i dati sui casi a cui le squadre Fringe avevano lavorato, creando un collegamento tra le due realtà che permetterà una maggiore collaborazione. Il tutto, però, dopo la scomparsa di Peter che, capito come far funzionare la Macchina, viene “cancellato” dagli Osservatori, che creano così una nuova situazione, nella quale gli altri personaggi non hanno ricordi dell’uomo.

Così, Olivia lavora ai suoi casi, mentre Walter, per effetto della mancanza del figlio, non riesce ad uscire dal laboratorio, in cui vive. Al gruppo, fin dalla prima puntata, si aggiunge l’agente Lincoln (Seth Gabel), che avevamo già visto nella terza stagione, ma che ora i protagonisti non ricordano di aver già conosciuto. Il tutto, mentre Peter, o meglio la sua entità, cerca di tornare al suo posto, ovvero vicino ad Olivia ed a Walter.

Fringe 4
Fringe 4 Fringe 4 Fringe 4 Fringe 4

I fan della serie dovranno aspettare un po’ per vedere il trio riformarsi, e nel frattempo scopriremo nuovi dettagli sull’universo senza Peter, fatto di particolari diversi rispetto al passato, come la vicinanza tra Olivia e Nina Sharp (Blair Brown), mentre nell’altro universo approfondiremo la conoscenza di Astrid (Jasika Nicole) e di Broyles (Lance Reddick).

Non si può anticipare molto su questa stagione senza fare troppi spoiler: vi basti sapere che ci saranno molti casi di puntata, ma la linea orizzontale, quella riguardante la sparizione di Peter, si svilupperà nel corso della stagione fino a riportare personaggi del passato e nuovi rischi per i due universi. “Fringe”, dunque, cerca di proporre una nuova storia all’interno di una trama che il pubblico già conosce, realizzando una stagione complessa, com’è giusto che sia per uno sci-fi.

Purtroppo, però, il pubblico americano sembra non gradire più la serie: da quando la Fox ha deciso di spostarla al venerdì (serata in cui, di solito, vengono spostate le serie tv destinate ad essere cancellate), lo show è calato fino ad avere una media di circa tre milioni di telespettatori, con un rating nella fascia 18-49 di un punto. Dati troppo bassi, nonostante l’affetto dimostrato dai fan su internet, che, come detto da Kevin Reilly, presidente del network, non permettono alla rete di guadagnare dalla messa in onda.

Il rischio cancellazione è alto, nonostante l’appello di Abrams di rinnovare la serie per poter essere regista di un episodio. L’unica speranza, per ora, è quella di una stagione da tredici episodi, che permetta a “Fringe” di arrivare a cento puntate, consentendo alla Fox di trovare una fonte di reddito nella vendita della serie in syndication ed al pubblico di avere un finale chiuso.



Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4
Fringe 4

Ultime notizie su Fringe

Tutto su Fringe →