Ray Donovan, Showtime cerca una nuova serie su cui puntare. Anticipazioni, foto e video

Questa notte Showtime manda in onda Ray Donovan, nuova serie tv con Liev Schreiber nei panni di un uomo chiamato da personaggi influenti in cerca di aiuto per risolvere i propri problemi

Showtime questa notte, oltre alla premiere dell'ottava ed ultima stagione di "Dexter", presenta anche una nuova serie tv, "Ray Donovan". Creata da Ann Biderman, creatrice di "Southland", lo show porta in tv un nuovo eroe, alle prese anche lui con i problemi degli altri ma soprattutto con i suoi.

Ray (Liev Schreiber) è colui che chiunque sia importante a Los Angeles chiama per risolvere i propri guai, siano relativi a debiti da saldare o a cadaveri di cui liberarsi. L'abilità con cui Ray riesce a salvare la faccia dei suoi clienti non è la stessa con cui riesce a gestire la propria vita privata: sposato con Abby (Paula Malcomson) e padre di due figli, Ray è spesso fuori casa per lavoro, e non si fa mancare qualche scappatella.

Le cose peggiorano quando suo padre Mickey (Jon Voight) esce dalla galera prima del previsto e rintraccia il figlio. Ray ha un pessimo rapporto con lui, e non vedrà bene l'idea del padre di voler incontrare i suoi nipoti, temendo che possa coinvolgere la sua famiglia in nuovi affari loschi. La famiglia di Ray è composta, poi, dai fratelli Terry (Eddie Marsan) e Bunchy (Dash Mihok) e dal fratellastro Daryll (Pooch Hall). Al lavoro, invece, il protagonista si fa aiutare da Lena (Katherine Moennig) e da Avi (Steven Bauer).

"Nulla di grave, ma ho visto poco la mia famiglia nei cinque mesi di riprese", ha detto Schreiber a TvGuide commentando il suo nuovo lavoro sul set. "Vado a lavorare prima che i bambini (avuti con la compagnia Naomi Watts, ndr) si sveglino e torno a casa quando già dormono". L'attore crede che lo sforzo ne valga la pena:

"C'è più impegno, intensità ed intimità con questo personaggio rispetto ad altri che ho interpretato. Beh anche Iago dell'Otello è piuttosto intenso. Ma questo non è Shakespeare".

Ray è un personaggio che ha i suoi difetti, tra cui quello di essere sempre al confine tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. E quando suo padre torna a fargli visita, non sarà facile per lui capire cosa fare. A dirlo, Voight:

"Una cosa è allontanare uno spacciatore o una prostituta. Ma quando il cattivo è tuo padre, ed è un assassino, le cose diventano meravigliosamente complicate e convincenti".

Gli autori sono andati a sentire poliziotti, ex truffatori, investigatori privati ed avvocati per trovare le storie più adatte ad un personaggio del genere. La Biderman sente la pressione di Showtime, che punta a trovare una nuova serie che duri per molte stagioni:

"Pressione? Se sentite delle esplosioni o delle urla, è probabilmente uno dei miei autori. Ci sono un sacco di persone come Ray ad Hollywood. Puoi fare un sacco di soldi risolvendo i problemi della gente ricca e famosa".

La creatrice della serie ha voluto anche spiegare come Ray, capace di affrontare un duro lavoro pur di assicurare serenità alla propria famiglia, sia un personaggio in cui molti si vorrebbero identificare:

"In qualche modo, Ray è la fantasia di come un uomo dovrebbe essere. E' un protettore, sta attento a tutti. E' calmo e più che sexy. E' in bilico su un confine morale, sia per la sia infedeltà o per il modo con cui fa il suo lavoro. Quando supera questo confine, inizia lo show".

Insomma, il protagonista di "Ray Donovan" promette bene, con un mix di comportamenti che potrebbero farlo diventare subito un personaggio amato dal pubblico. Schreiber ci spera:

"Necessita di essere tormentato e di avere dei problemi, è questo che lo rende affascinante. Si prende cura delle debolezze degli altri, ma chi si preoccupa per lui? Si occupa della nostra rabbia, ma che fine fa la sua? Tutti si fidano di Ray, ma lui non può fidarsi di nessuno. La sua sensualità lo guida, ma a volte gli fa superare il confine. Ci piacerebbe conoscere uno come Ray Donovan. Non credo che a chiunque piaccia l'idea di essere come lui, ma spero davvero che tutti vogliano guardarlo".


Ray Donovan

Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan
Ray Donovan

  • shares
  • Mail