Ballando vs Baila: La Carlucci non ha denunciato gli autori di Baila

Ballando vs Baila: La Carlucci non ha denunciato gli autori di Baila

E’ certamente la “battaglia legale” di questo inizio di stagione, quella che è in corso fra il team di Ballando con le stelle e quello del nascente Baila. Una battaglia fra i due contendenti che è iniziata con l’annuncio di Mediaset di voler mettere in scena un varietà ballerino e poi proseguita con la denuncia da parte di Milly Carlucci ed il suo staff di autori a RTI-Endemol e al direttore artistico del programma di Canale5 Roberto Cenci, a cui poi si sono aggiunti Rai e Ballandi. Denuncia che ha poi portato lo scorso agosto all’udienza presso la IX sezione del Tribunale Civile di Roma, dove il giudice ha deciso di riservarsi la possibilità di richiedere lo “stop preventivo e cautelativo” della messa in programmazione su Canale5 del varietà, dopo aver raccolto nuovi elementi nella prossima udienza fissata per il 23 settembre a pochi giorni dal debutto.

Un varietà quello di Canale5 il cui team non sta con le mani in mano, infatti con l’arrivo di Luca Marin si è completato il cast del programma che vedeva fra le sue file anche Costantino Vitagliano, Kristian Ghedina, Max Laudadio, Paolo Seganti fra gli uomini; Raffaella Fico, Marcella Bella, Elisabetta Gregoraci, l’attrice Marianna de Micheli e Martina Colombari. Mentre sono partite a Milano le riprese degli spot con Barbara D'Urso diretta da Roberto Cenci. In questi giorni, in attesa dell’udienza del 23 settembre, si sono poi aggiunti nuovi round a questo match.

Secondo il settimanale “Chi” Milly Carlucci avrebbe infatti fatto recapitare tramite i propri legali lettere di denuncia agli autori del varietà diretto da Roberto Cenci. In realtà è stato il giudice Gabriella Muscolo del tribunale civile di Roma stabilendo una nuova udienza il 23 settembre, che ha chiesto alle parti di notificare il ricorso anche ai coautori della trasmissione, non ancora chiamati in giudizio, come lo stesso comunicato di Mediaset del 9 agosto scorso recita.

Il ricorso presentato da Milly Carlucci e i suoi autori rappresentati dall'Avvocato Giorgio Assumma era rivolto esclusivamente a Mediaset (RTI), a Endemol e al direttore artistico Roberto Cenci. Perció non è stata la Carlucci a "denunciare" gli autori, ma semplicemente una richiesta del giudice. I contorni dunque di questa vicenda si arricchiscono di nuovi dettagli non certamente secondari, il tutto in attesa del giorno della verità fissato come detto per il prossimo 23 settembre.

  • shares
  • Mail
37 commenti Aggiorna
Ordina: