Piero Marrazzo ritorna in Tv. Firmando il documentario "Somalia: un leone senza denti"

Piero Marrazzo ritorna in Tv. Firmando il documentario "Somalia: un leone senza denti"

Piero Marrazzo ritorna in Rai. Lo avevamo già preannunciato l'anno scorso. L'ex conduttore di Mi manda RaiTre, ex presidente della Regione Lazio, travolto da uno scandalo (e da un ricatto, non dimentichiamolo. Oltre all'essersi resi ricattabile, naturalmente) che lo ha portato alle dimissioni dagli incarichi politici e poi a un percorso di purificazione (termine orrendo, ma non saprei come altro definirlo) e anche a una lunga intervista-confessione rilasciata a Repubblica, si riaffaccia al mondo della televisione.

E lo fa da questa sera, firmando un documentario in onda su RaiTre alle 23:40 dal titolo Somalia: un leone senza denti. Un racconto, attraverso protagonisti somali, della condizione di instabilità di una terra in cui l'Italia ha avuto un ruolo controverso e, indubbiamente, molte responsabilità.

Le parole di un uomo importante, sua eccellenza Mohamed Sheikh Hassan, primo ambasciatore somalo in Italia, guidano l’evoluzione del paese in un itinerario evocativo che attraversa le diverse fasi politico-sociali della Somalia, dalla crescita fin dall'inizio del '900 della colonizzazione passando per l’amministrazione fiduciaria italiana del 1960 e l’illusione della Repubblica, fino all’involuzione, dalla dittatura di Barre e ai tragici venti anni di guerra civile. Nella descrizione dei temi principali si inseriscono trasversalmente alcune delle questioni cruciali, politiche, economiche, sociali e religiose della Somalia. Il documentario proporrà interviste effettuate esclusivamente a uomini e donne appartenenti alla comunità somala: ciascuno con un ruolo differente, ad offrire un’interpretazione eterogenea della diaspora somala. Sono stati intervistati a Dubai il professor Mohamed Munye Kassim, storico dell’Islam presso le Università di Sharjah e di Toronto, Hussain Ali Ahmed, director SPC, Federal Government of Somalia, Somali Petroleum Corporation, Omar Hagi Ibrahim, uomo d’affari, Mohamed Y. Adam, produttore televisivo, Ahmed Ali Ahmed Noor, ingegnere. A Londra sono stati intervistati Ridwan Haji Abdiwali e Jamila Hassan Garruun, giornalisti Universal TV e Maryan Mohamed Jimale, artista ed attivista somala.

Niente volto in video, dunque, per Marrazzo. Ma, come già preannunciato, un'inchiesta. La prima di due che segnano il suo ritorno.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: