• Tv

Serie A, sciopero vicino, Sky Italia lancia un appello

Con lo sciopero dei calciatori vicinissimo Sky Italia lancia un appello alle parti per trovare un accordo che non faccia saltare la prima giornata

di


La prima giornata di Serie A rischia sul serio di saltare. Dalle minacce si passerà ai fatti, almeno senza la firma sul nuovo contratto collettivo. Una questione complessa alla quale si è aggiunta la questione del possibile “contributo di solidarietà” previsto nella bozza del Decreto Anti-crisi. Il muro contro muro fra la Lega Calcio e l’Associazione Italiana Calciatori è sempre sulla questione dei giocatori fuorirosa, sul trattamento che dovrebbero garantire le società a quel tipo di atleti.

Nemmeno il tentativo di mediazione della FIGC, che era sembrato risolutivo qualche mese fa prima che i presidenti delle società decidessero di non ratificare un accordo già sottoscritto informalmente, pare in grado di redimere il conflitto. A questo punto la sospensione di una giornata è inevitabile? Sky Italia si augura di no e lancia un appello perché le due parti trovino rapidamente un accordo, la Serie A dovrebbe partire fra poco più di 48 ore:

Sky Italia auspica che il dibattito sul rinnovo contrattuale collettivo possa essere risolto quanto prima e che non abbia alcun riflesso sul regolare avvio del Campionato.

Sky, nel pieno rispetto delle trattative in corso e senza voler in alcun modo interferire sul loro andamento, rivolge quindi alle parti coinvolte un forte appello al senso di responsabilità e un invito a superare con il dialogo le difficoltà emerse in questi giorni, per non tradire le aspettative di milioni di sportivi e appassionati che seguono dal vivo e in televisione lo spettacolo del calcio e che sono in trepidante attesa dell’inizio di questa nuova stagione sportiva.

Rispettare il regolare inizio del Campionato rappresenta un gesto di attenzione e di rispetto nei confronti di milioni di tifosi, il bene più prezioso del calcio italiano.

A questo punto i margini perché sia accolto sembrano davvero pochi.