• Tv

Le “pornococcinelle” di Peugeot 207

Non so a voi, ma a me quella pubblicità con le coccinelle che fanno sesso nella Peugeot 207 piace e non piace. Riconosco sicuramente l’ironico desiderio di trasgressione degli “art” e “copy” che sono dietro tale campagna (ovvero i belgi Paul-Henri Guilmin e Bill Bilquin), che presenta una coppia di coccinelle che si intrufolano in

Le coccinelle dello spot Peugeot 207Non so a voi, ma a me quella pubblicità con le coccinelle che fanno sesso nella Peugeot 207 piace e non piace.
Riconosco sicuramente l’ironico desiderio di trasgressione degli “art” e “copy” che sono dietro tale campagna (ovvero i belgi Paul-Henri Guilmin e Bill Bilquin), che presenta una coppia di coccinelle che si intrufolano in una Peugeot 207 parcheggiata, in cui poi danno sfogo ai propri sensi esibendosi in accoppiamenti acrobatici che fanno muovere tutta la 207. La passione esplosa, che desta l’attenzione dei passanti a causa dei movimenti inequivocabili della vettura, sarebbe amplificata dall’energia che la stessa auto trasmette alle coccinelle.
Ma mi chiedo una cosa: se come ricorderete hanno censurato il simpatico spot di Amica Chips con protagonista Rocco Siffredi in quanto secondo il MOIGE suggeriva brutti doppi sensi anche ai bambini (soprattutto perché, secondo questa teoria, tutti i bambini dovrebbero sapere esattamente chi è Rocco Siffredi), come la mettiamo con un bambino che si trovi a vedere questo spot? Quale messaggio ne ricaverebbe? E soprattutto, cosa pensa che stiano facendo le due pornococcinelle? Forse la lotta?
Sinceramente credo che chi ha fatto censurare lo spot Amica Chips abbia qualche problema, ma trovo che questo spot della Peugeot 207 sia da un lato ironico ma dall’altro anche piuttosto osceno. Forse però è proprio per questo che piace, date le numerose versioni in cui esso è presente sul Web, ad esempio su Google Video. In ogni caso, senza rischiare di sembrare un bacchettone, io questo spot lo avrei programmato soltanto al di fuori della fascia protetta, mentre mi pare che invece imperversi in video ad ogni ora del giorno. Stranezze dell’Italia!
L’agenzia che ha ideato lo spot è la Euro Rscg Worlwide (l’adattamento italiano è stato curato da Euro Rscg Milano), la regia è di Thierry Poiraud e la produzione di Paranoid Projects. La colonna sonora è costituita dal brano Heartaches dei Marcels.