Rai – La lettera di Fabio Fazio. Pronto ad andarsene

Fabio Fazio scrive alla Rai e a Repubblica. Perché non gli fanno fare Che tempo che fa?

di


Che tempo che fa, in Rai. Un tempo burrascoso, visto che bisogna approvare i palinsesti. E proprio oggi, Fabio Fazio ha scritto a Repubblica, per spiegare la situazione del suo programma. Per spiegare che forse se ne potrebbe anche andare (l’8 giugno scrivevo: La7 – Arriva Fabio Fazio, dopo Michele Santoro?, suscitando anche ilarità. Ma evidentemente i presupposti c’erano. E ci sono ancora).

E’ una lettera dai toni molto pacati – non poteva essere altrimenti – che inizia così:

Caro Direttore, da oltre sei mesi ho dato la mia entusiastica adesione al direttore di Rai Tre Paolo Ruffini che mi aveva proposto di proseguire “Che tempo che fa” per i prossimi tre anni così come di ritrovarmi sin da gennaio con Roberto Saviano per una nuova edizione di “Vieni via con me”. Da oltre sei mesi aspetto una decisione della Rai. Che cosa ha impedito o impedisce al precedente e all’attuale Direttore generale di rinnovare i contratti in scadenza di alcuni fra i protagonisti della tv pubblica?

Che cosa? La domanda è puramente retorica, pare e pare proprio lecito pensare che la risposta afferisca alla politica. E pensare che i programmi di Fazio sono addirittura prodotti da Endemol. La lettera prosegue:

Nel mio caso, lo dico per sgombrare il campo da eventuali dubbi, l’accordo economico è stato immediatamente trovato, ma quello su cui accordo non può esserci è la rinuncia alle garanzie minime e indispensabili per continuare a svolgere il mio mestiere nello stesso identico modo in cui si è svolto sino ad oggi.

Ho chiesto di poter continuare ad andare in onda con “Che tempo che fa” sulla stessa rete, nello stesso orario e per la stessa durata, di poter continuare a gestire gli ospiti con l’autonomia che si deve riconoscere a un qualunque gruppo di professionisti della televisione, di poter continuare ad avvalermi della presenza di Gramellini, dell’appuntamento irrinunciabile con Luciana Littizzetto e naturalmente di Roberto Saviano. Queste garanzie non sono mai arrivate nonostante le mille rassicurazioni ricevute che promettevano il contrario.

E quindi? E quindi Fazio non ha mica scritto solo ha Repubblica: ha scritto anche a Lorenza Lei, la d.g., che non gli ha risposto.

Così il conduttore decide di rendere pubblica la sua posizione, si dice fiero di essere della Rai eccetera eccetera, ma soprattutto, dice che se proprio andrà male, visto che Santoro è stato fatto andare via, visto che ci sono pressioni anche su Gabanelli e Floris, visto che la Rai è quel che è, vista l’ostilità per Vieni via con me a suo tempo, viste un sacco di cose, be’, anche Fazio è pronto ad andare in un’altra televisione.

Non sbrocca come Santoro, lui. Ma il messaggio è molto chiaro.

Ultime notizie su Che Tempo Che Fa

Tutto su Che Tempo Che Fa →