Rai - Allo studio l'aumento del canone

Canone Rai in aumento

Il canone Rai potrebbe aumentare di nuovo. Paolo Romani, secondo Repubblica, avrebbe il dossier "canone" sulla sua scrivania - del resto, è una questione di cui si parla da tempo, così come si parla da tempo della possibilità di inserire il canone nella bolletta elettrica. Nonostante certi inviti di certi personaggi a non pagarlo, ovviamente. Fra di essi, si trovano anche gli stessi personaggi che affermano di non aver mai messo mano nelle tasche degli italiani -. Perché il canone, che oggi è di 110,50 euro, e che è già stato aumentato di 1,50 euro nel 2011 (con decisione ufficializzata il 22 dicembre 2010), non sarebbe più sufficiente.

Ma facciamo un'ipotesi. Mettiamo che, oltre a Santoro, la Rai si faccia veramente scappare anche Fabio Fazio. E poi, magari, qualcun altro ancora. Come giustificherebbe di fronte ai suoi spettatori l'aumento del canone?

No, perché poi a qualcuno potrebbe venire un dubbio: che nelle tasche degli italiani
si mettano eccome, le mani. Fra l'altro - non solo, ma anche -, per compensare i mancati introiti pubblicitari dovuti alle dipartite di prodotti che ti fanno il 20% di share su RaiDue. Per dire. E magari, di altri che fracassano gli indici di ascolto di RaiTre.

D'altro canto, il bilancio Rai continua a essere in rosso: la chiusura del 2010 vede un passivo di 98 milioni di euro.

  • shares
  • Mail
59 commenti Aggiorna
Ordina: