• Tv

Vittorio Sgarbi rimandato al 25 maggio

Vittorio Sgarbi a RaiUno. Rimandato l’esordio de Il mio canto libero per volere di Lorenza Lei

di


Vittorio Sgarbi non riesce a partire con Il mio canto è libero. La prima puntata del programma avrebbe dovuto andare in onda il 18 maggio, ma l’esordio slitta al 25. Secondo Libero, la decisione sarebbe stata presa direttamente da Lorenza Lei, nuovo direttore generale della RAI, che non avrebbe gradito il tema della prima puntata: Dio.

Il problema non sarebbe solo il tema, ma anche alcuni ospiti. Per esempio, il teologo americano Matthew Fox, che la Chiesa ritiene eretico e che è stato espulso dall’ordine sacerdotale da Ratzinger quand’era ancora Cardinale.

La Lei ha un rapporto molto stretto con le gerarchie vaticane ed è possibile che abbia ritenuto che la puntata in questione non le avrebbe per nulla giovato. Così, ora si lavora per mettere in piedi la puntata sulla bellezza per il 25 maggio. Per il momento, dal diretto interessato non arriva alcun commento in merito. Di certo, il programma ha una gestazione davvero travagliata. Al punto che si potrebbe persino avanzare qualche dubbio circa la sua effettiva messa in onda. Perché i problemi non riguardano solo le tematiche scelte o gli ospiti della puntata su Dio.



Sgarbi, infatti, avrebbe annunciato con enfasi che

Morgan sarà ospite fisso de Il mio canto libero.

E Morgan, come si sa, non ha esattamente un buon rapporto con il servizio pubblico: anche su di lui, la Lei avrebbe avanzato più d’un dubbio.
Ma Sgarbi, di dubbi, non ne ha:

L’agente di Morgan e la Rai stanno trattando, ma non ci saranno problemi. Lui canterà e dirà la sua sui vari temi trattati e soprattutto suonerà non solo rock ma anche musica classica, da Bach a Beethove.

Al momento, però, di questo programma si continua a parlare al futuro.
Non ci stupirebbe, tutto sommato, se se ne parlasse anzitempo al passato remoto.

I Video di TvBlog