Movimento 5 Stelle di nuovo contro Vladimir Luxuria (che commenta sul blog)

Beppe Grillo e il Movimento 5 Stelle stavolta se la prendono con Report, TvTalk e Vladimir Luxuria. Ecco perché.

UPDATE 14.10 Non è finita, signori. Ospite a L’aria che tira Vladimir Luxuria ha commentato tutta la vicenda legata alla polemica sollevata da Beppe Grillo e dal M5S. Ma anche stavolta l’ex concorrente e conduttrice de L’isola ha toppato. A farlo notare è ancora una volta il blog del comico:

Vladimir Luxuria poco fa su La7 ha detto che era stata male informata e che la volontà di donare l’eccedenza ai terremotati dell’Emilia era stata espressa dal M5S DUE GIORNI PRIMA delle domande di Report, così come aveva precedente scritto in un tweet. Mente ancora: la volontà era stata espressa contemporaneamente alla richiesta di donazioni economiche e ribadita più volte nel corso dei mesi.

Così, Luxuria ha pensato bene di commentare il post e ribadire la propria posizione, censurando anche alcuni insulti che le sarebbero stati rivolto sul blog del leader del M5S:

Ho chiesto scusa pubblicamente e ho rettificato. Mi sono basata sull’articolo “Giannini ridens” a firma del sen.Lello Ciampolillo su questo blog che fa riferimento al 17 maggio per la palestra a Mirandola (come ho ricordato a “L’aria che tira” su La7).
Ringrazio chi mi ha capita e ha accettato le mie scuse.
Capisco chi ancora me ne vuole, ma la storia dei DUE giorni prima non l’ho tirata fuori strumentalmente per denigrare altrimenti non avrei fatto neanche le scuse, vi pare?
Una cosa però sono io a non scusare: il linguaggio volgare, transfobo, omofobo e astioso.
Pensavo che il Movimento fosse più in sintonia con le leggi presentate dai vostri rappresentanti in Parlamento.

Movimento 5 Stelle contro TvTalk e Vladimir Luxuria (che chiede scusa)


Proveremo a raccontarvi, limitando al massimo i commenti, della nuova invettiva di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle andando in ordine cronologico, visto il materiale non è poco. Sabato pomeriggio va in onda TvTalk, con ospite Vladimir Luxuria (la quale ha risposto ad una domanda dei lettori di TvBlog). In studio è presente anche Sabrina Giannini, giornalista di Report, che domenica scorsa, 19 maggio, si era occupata di rimborsi pubblici ai partiti politici. Analizzando quella stessa puntata, che aveva già sollevato polemiche da parte di alcuni militanti a 5 stelle, che avevano accusato di fatto Milena Gabanelli di essere ingrata nei confronti del movimento che l’aveva candidato al Quirinale, la Giannini espone alcune critiche al non-partito di Grillo e Casaleggio. Qualche ora dopo arriva la replica firmata da Lello Ciampolillo, senatore del M5S e pubblicata sul blog del comico.

Ieri pomeriggio, alla vigilia delle elezioni amministrative, in pieno silenzio elettorale, su Rai 3, il conduttore della trasmissione TV Talk, in compagnia della giornalista Sabrina Giannini di Report, ha tracciato l’ennesima pagina di “alto” giornalismo della televisione pubblica, costruendo un programma teso a falsificare la realtà e a danneggiare il M5S in questa importante vigilia elettorale. Si è cercato di assimilare i rimborsi elettorali pubblici destinati ai partiti che il M5S ha espressamente rifiutato, alle semplici elargizioni volontarie dei cittadini al M5S.

La nota prosegue spiegando che “la trasmissione si è caratterizzata per riferimenti pretestuosi e illazioni false e scorrette nei confronti di Grillo e del M5S, specie da parte di Vladimir Luxuria”. Su questo punto in particolare torneremo presto.

Il senatore in ogni caso precisa che “le elargizioni private al Movimento sono state ampiamente rendicontate sul Blog di Beppe Grillo l’11 aprile 2013, al pari della destinazione di quelle non spese in beneficienza per i terremotati dell’Emilia Romagna e, infine, come apparso sempre sul Blog di Beppe Grillo il 17 maggio 2013, in favore del Comune di Mirandola per la ricostruzione di una palestra; ben prima anche della trasmissione Report del 19 maggio 2013”.

Quindi la stoccata finale, con l’accusa di faziosità del programma di Rai3 e la ‘minaccia’ di rispondere a quanto avvenuto in tv anche con “eventuali azioni in ambito giudiziario”.

Torniamo a Luxuria. L’ex parlamentare di Rifondazione Comunista ieri fa mea culpa, twittando a Beppe Grillo le sue scuse per aver sostenuto una tesi non corrispondente alla realtà (potete ascoltarla vedendo questo video a partire dal minuto 6.50):

Cosa si è scoperto? Che i soldi che il M5S ha raccolto per finanziare lo Tsunami Tour sono molti di più rispetto a quelli che sono stati effettivamente spesi. Al punto tale che dopo, dopo, il servizio di Report e non prima, si dice che adesso la parte eccedente andrà ai terremotati dell’Emilia.

Niente da fare. Grillo non solo non risponde alla transgender più famosa d’Italia, ma oggi sul suo blog le rinfaccia esplicitamente quella menzogna pronunciata su Rai3 (con nessuno degli ospiti in studio in grado di smentirla):

Il MoVimento 5 Stelle dichiarò fin dall’inizio che avrebbe devoluto l’eccedenza delle donazioni non utilizzate per le spese dello Tsunami Tour ai terremotati dell’Emilia Romagna. Il concetto è stato ribadito più volte nel corso dei mesi. Nonostante ciò Vladimir Luxuria, durante Tv Talk di sabato scorso ha spudoratamente affermato il contrario.

Ecco, possiamo dire che Grillo, che notoriamente non crede nella buonafede di giornalisti e in genere della tv italiana, non ha propriamente porto la guancia. Ha fatto bene o male?

Ultime notizie su Tv Talk

TvTalk è un talk show che tratta tematiche prevalentemente televisive, che va in onda dal 2001 e che dal 2010 è trasmesso il sabato pomeriggio alle 15.

Tutto su Tv Talk →