• Tv

Cinema Verite, su Sky Cinema 1 il film sul primo “reality” della tv

Su Sky Cinema 1 (canale 301 di Sky) Cinema Verite, il film della Hbo che ripercorre la storia di An American Family, il primo reality della tv

Prima del “Grande Fratello” e di “Real World” di Mtv, la televisione era già entrata, con effetti devastanti, nella realtà. A testimoniarlo, il film “Cinema Verite”, in onda questa sera alle 21:10 su Sky Cinema 1 (canale 301 di Sky), che ripercorre l’esperimento del docu-reality -o almeno così lo chiameremmo oggi- “An American Family”.

Girato tra maggio e dicembre del 1971, il programma venne trasmesso dalla Pbs nel 1973 e scatenò un vespaio di polemiche per via dei fatti raccontati all’interno di una tranquilla famiglia di Santa Barbara, i Loud, la cui quotidianità venne stravolta dall’arrivo delle telecamere in casa loro.

Il film in onda stasera, scritto da David Seltzer e diretto da Shari Springer Berman e Robert Pulcini, ripercorre i mesi in cui i Loud sono stati al centro dell’attenzione mediatica di tutta l’America. Una decisione, quella di farsi riprendere sempre dalle telecamere, che si deve all’intraprendenza di Craig Gilbert (James Gandolfini, “I Soprano”), produttore newyorchese in cerca di una famiglia abbastanza estroversa e con voglia di esibire la propria esuberanza davanti alle tv di milioni di persone.

Cinema Verite
Cinema Verite, il film-tv Cinema Verite, il film-tv Cinema Verite, il film-tv

Gilbert trova pane per i suoi denti nei Loud, i cui componenti hanno ognuno un motivo più o meno valido per accettare la sua proposta. Pat (Diane Lane) vuole che gli Stati Uniti possano invidiare la serenità della propria famiglia, che riesce a tenere unita nonostante i dubbi sulla fedeltà del marito Bill (Tim Robbins), che non rinnega il mondo dello spettacolo.

Insieme a loro, i cinque figli: Kevin (Johnny Simmons) e Grant (Nick Eversman), aspiranti rock star, l’affascinante Delilah (Caitlin Custer), il maschiaccio Michelle (Kaitlyn Dever ) e Lance (Thomas Dekker). Proprio quest’ultimo sarà al centro delle critiche di milioni di persone, in quanto Lance decide di rompere gli schemi di un certo silenzio allora imperante, dichiarandosi gay di fronte alle telecamere, in un periodo storico in cui l’omosessualità ancora non veniva rappresentata in televisione.

Ma la decisione di Lance è solo una delle tante cause che porteranno i Loud a finire al patibolo, diventando un esempio da non seguire per ogni famiglia americana. I contrasti all’interno della famiglia e le difficoltà di Pat e Bill di restare uniti romperanno il mito della perfetta famiglia americana, presentando invece uno spaccato tanto reale quanto imperfetto degli americani di allora.

Ben scritto, girato ed interpretato, “Cinema Verite” ci porta all’interno dei meccanismi della televisione di un tempo, fatta di esperimenti ed azzardi, capace di spostare l’opinione pubblica nel giro di una serata. La potenza del mezzo televisivo, allora come oggi, resiste, ma chiaramente sono cambiate le dinamiche al suo interno così come le conseguenze del suo impatto.

Il film, inoltre, ci porta alla scoperta del fenomeno “An American Family”, che ai tempi attirò più di dieci milioni di spettatori, e che è stato rivalutato solo di recente, quando TvGuide l’ha definito “uno dei 50 migliori prodotti televisivi di tutti i tempi”. Un motivo in più per la Hbo per realizzare il film, dopo aver seguito le strade della (reale) famiglia Loud con uno speciale che il canale trasmise negli anni Ottanta.



Cinema Verite, il film-tv
Cinema Verite, il film-tv
Cinema Verite, il film-tv
Cinema Verite, il film-tv
Cinema Verite, il film-tv
Cinema Verite, il film-tv
Cinema Verite, il film-tv
Cinema Verite, il film-tv

I Video di TvBlog