Pizzino D’Oro

“Reporters sans carrières” la prestigiosa organizzazione balcanica che raccoglie le “schiene dritte” dei paesi dell’est – da Vladikavkaz a Segrate, da Saxa Rubra a Kosovska Mitrovica – ha deciso di lanciare stasera al Teatro Carcano di Milano il premio-senza-portafoglio denominato : “PIZZINO D’ORO”. Il premio intende riconoscere l’impegno di quei dirigenti televisivi che più si

Reporters sans carrières” la prestigiosa organizzazione balcanica che raccoglie le “schiene dritte” dei paesi dell’est – da Vladikavkaz a Segrate, da Saxa Rubra a Kosovska Mitrovica – ha deciso di lanciare stasera al Teatro Carcano di Milano il premio-senza-portafoglio
denominato : “PIZZINO D’ORO”.
Il premio intende riconoscere l’impegno di quei dirigenti televisivi che più si sono battuti per la soppressione, la messa in mora o la censura di questo o di quel programma, di questo o quel giornalista.
Nell’assegnare un particolare riconoscimento ad Agostino Saccà per aver stoppato la fiction su Falcone & Borsellino e per le attenzioni dedicate in passato ad Enzo Biagi la Giuria invita il popolo della rete a tracciare un “hit-parade” degli stopper piu’efficienti della seconda repubblica.
Il più votato riceverà il “PIZZINO D’ORO” dalle mani di una velina imbavagliata ma ricca di curve. Come la tv.