Festivalbar inzia. E la Nannini torna sul luogo del delitto

Questa sera ricomincia il Festivalbar, con un terzetto di conduttori (Blasi–Chiabotto–Forest)così particolare per il target e per il programma che, quando li annunciammo come speranza, suscitarono questo commento da parte di un nostro lettore: Un personaggio meno indicato dell’altro…Avremo modo di verificarlo. Il carrozzone musicale dell’estate, giunto miracolosamente alla sua quarantatreesima edizione, sopravvivendo persino a

di

Questa sera ricomincia il Festivalbar, con un terzetto di conduttori (BlasiChiabottoForest)così particolare per il target e per il programma che, quando li annunciammo come speranza, suscitarono questo commento da parte di un nostro lettore:

Un personaggio meno indicato dell’altro…

Avremo modo di verificarlo. Il carrozzone musicale dell’estate, giunto miracolosamente alla sua quarantatreesima edizione, sopravvivendo persino a differite e playback che avrebbero ucciso anche un elefante, riparte da Napoli. I nomi degli artisti? Li riportano un po’ tutti. Gianna Nannini, Ligabue, Fossati, Carmen Consoli, Jovanotti, Nek. La cosa più preoccupante è che la Nannini – oltre all’ovvio “Sei Nell’Anima” – duetterà con Bocelli, cantando Ama, credi e vai, una sorta di incoraggiamento alla Nazionale di Calcio, impegnata a breve nei mondiali di Germania.
Come a dire, non le è bastato portare sfiga nel 1990 con “Notti Magiche”, in compagnia di Bennato, no. Recidiva.