• Tv

Il pranzo è servito

Ho appena giocato a Il Pranzo è Servito. No, non sono completamente impazzito e, sì, questo è l’angolo dell’amarcord. Perché occasionalmente mi è capitato di passare – dopo molto tempo – una lunga giornata a casa con due persone particolarmente importanti della mia famiglia, che guardano la televisione come abitudine, come elemento di compagnia e

di

Il Pranzo è Servito Ho appena giocato a Il Pranzo è Servito. No, non sono completamente impazzito e, sì, questo è l’angolo dell’amarcord. Perché occasionalmente mi è capitato di passare – dopo molto tempo – una lunga giornata a casa con due persone particolarmente importanti della mia famiglia, che guardano la televisione come abitudine, come elemento di compagnia e di passatempo. Ebbene, riflettevo sul fatto che le tagliatelle di nonna Pina non hanno niente a che vedere con un programma che ha fatto la storia della televisione: Il Pranzo è Servito, appunto, cui abbiamo accennato parecchio tempo fa. Forse i giovanissimi che bazzicano da queste parti non se lo ricorderanno, ma Il Pranzo è Servito contribuì di gran lunga al successo di Canale5 nella fascia oraria mattutina. Ebbene, mi sono trovato sorpreso nel constatare che avevo un po’ di nostalgia per quel tipo di televisione: la conduzione garbata di Corrado. Le domande, non sempre facili, non sempre difficili, ma comunque domande. La componente della sorte, rappresentata dalla ruota. Le prove pratiche. I concorrenti vincevano – quando vincevano – un po’, non tantissimo, in media. E sapevano fare qualcosa, per vincere. Conoscevo persino un paio di persone che avevano partecipato al programma: all’epoca si era un po’ degli eroi, quando si partecipava a un quiz/game.
Oggi basta essere in grado di dire i numeri di qualche pacco, per raggranellar due lire, e tutto si è fatto più complicato, televisivamente parlando.
Ora, proprio mentre facevo questa serie di riflessioni, Carla di Cineblog mi invia una mail con un link. Il link al gioco de Il pranzo è servito, con tanto di domandone finali e prove pratiche. Imperdibile. Io ho già fatto tutto il menù, dal primo alla frutta. Voi che aspettate a giocarci?