• Tv

Pioneer One, il secondo episodio online. In cerca di 60mila dollari per il finale

A giugno vi avevamo parlato di “Pioneer One”, singolare iniziativa di Josh Bernhard e Bracey Smith, autore e regista, che hanno deciso di realizzare uno sci-fi lontano dalle grandi industrie dell’intrattenimento e dai network generalisti, puntando tutto su internet e sui suoi utenti. Il primo episodio, prodotto indipendentemente e dal costo di 6mila dollari, aveva


A giugno vi avevamo parlato di “Pioneer One”, singolare iniziativa di Josh Bernhard e Bracey Smith, autore e regista, che hanno deciso di realizzare uno sci-fi lontano dalle grandi industrie dell’intrattenimento e dai network generalisti, puntando tutto su internet e sui suoi utenti. Il primo episodio, prodotto indipendentemente e dal costo di 6mila dollari, aveva ottenuto oltre un milione di download.

La particolarità del progetto sta proprio nel fatto che è reperibile solo attraverso internet, sui circuiti Bit Torrent. Chiunque può collegarsi al sito dedicato alla serie di Vodo e scaricare il primo episodio della serie a cui, la scorsa settimana, si è aggiunto il secondo, che prosegue nel racconto che vede il Dipartimento della sicurezza interna americana indagare su un misterioso oggetto caduto sulla Terra ed all’interno del quale è stato ritrovato un ragazzo che, stando ad una prima ricostruzione dei fatti, potrebbe provenire addirittura da Marte.

“The Man form Mars”, questo il titolo della seconda puntata della serie, fino ad oggi è stato scaricato da più di mezzo milione di persone. Sono proprio gli spettatori che, con le loro donazioni, hanno permesso la realizzazione di questo episodio. Con 20mila dollari raccolti nel giro di pochi mesi, “Pioneer One” si è aggiudicato altri tre episodi (i due rimanenti verranno diffusi nei prossimi due mesi), che porteranno la prima stagione dello show ad un totale di 4 puntate.

E’ un progetto ambizioso, al quale collabora in parte anche l’Italia, grazie ai ragazzi di Italiansubs che, d’accordo con Bernhard e Smith, hanno messo online i sottotitoli degli episodi pubblicati. Ma a chi si sta appassionando alla storia, e la sta sostenendo, i due chiedono ancora uno sforzo: nella mente di Bernhard e Smith c’è infatti l’idea di realizzare un quinto e sesto nonchè ultimo episodio della serie, e per farlo hanno bisogno di 60mila dollari. Finora ne sono stati donati 4.600.

“Sarebbe un modo per provare che questa e’ un’alternativa fattibile ai media tradizionali” sostiene Bernhard alla fine della seconda puntata. Si può donare dai 5 ai 2000 dollari, ottenendo in cambio, a seconda dell’importo versato, alcuni gadget della serie (si va dalla colonna sonora alla t-shirt, passando per i contenuti extra).