La Terra dei Cuochi è disabitata: si parla troppo, si cucina poco. E anche Scabin è ‘diluso’

Un format incerto, un cooking show in cui il cibo scompare: La Terra dei Cuochi non osa…

“Deludente, creatività relativa, sempliciotta. Tutti abbottonati. Vanno sul tranquillo. Ma bisogna osare…”

Parola di Davide Scabin.

Ma non è il giudizio che riserva alla prima puntata de La Terra dei Cuochi, bensì al comportamento delle quattro concorrenti in gara stasera. Ma a me sembra l’analisi perfetta di un programma dai sapori confusi e incerti.

C’è la Mystery Box (la prova tradizione), c’è un mezzo Invention Test (la prova creatività), c’è la prova a specchio con lo chef ospite (Moreno Cedroni), c’è la prova manualità (separare tuorli e chiare), c’è la prova palato, ci sono anche i confessionali e c’è lo chef con lo sguardo che incenerisce: messa così sembra la sintesi di una puntata di MasterChef eppure siamo lontani anni luce. Qui siamo su Rai 1.

La Terra dei Cuochi non è MasterChef e si vede subito: la chiave scelta è quella familiare, in tutti i sensi. C’è goliardia in cucina, ci sono i sorrisi dei Vip, ci sono le tante chiacchiere di Antonella Clerici che si aggira tra le postazioni come fa tutti i giorni a La Prova del cuoco. Si parla tanto, si scherza, si tenta di dare a volte una parvenza di gara che però non può esserci e non solo per il clima bonario. Non può esserci perché manca il cibo.

Al centro di MasterChef ci sono gli ingredienti, l’idea, la procedura, la cottura, la tecnica, in una parola ‘la cucina’. Il cibo si vede, la passione degli chef si percepisce, il consiglio dei giudici si vive anche a casa. Si riesce quasi a sentire gli odori, si sente persino il battito accelerato dei concorrenti durante l’impiattamento.

Ne La Terra dei Cuochi il cibo non si vede, scompare tra postazioni anonime, non viene neanche inquadrato. Non si sa nulla delle preparazioni: cosa hanno pensato di fare i concorrenti? E quali ingredienti hanno scelto? Hanno optato per qualche cottura particolare? Chissà. Solo qualche notazione di Scabin ci aiuta ogni tanto a intuire cosa stiano facendo i concorrenti. Ma è marginale.

Al centro de La Terra dei Cuochi c’è un simil racconto dei personaggi, qualsiasi essi siano: si parla dei concorrenti, dei vip, degli assaggiatori, delle famiglie dei concorrenti, di tutto ciò che respira e sta su due gambe. Il resto è un contorno.

Effetto della prima puntata? Si dirà che bisogna presentare i concorrenti. Il che vuol dire che il canovaccio si ripeterà la prossima settimana con i quattro uomini e le quattro donne vip. Ma qui non è un problema di ‘presentation’, è una questione di ‘concept’: al centro di tutto resta La Prova del Cuoco, la sua dinamica show, in cui il cooking è strumentale, ma non sostanziale.

La sensazione quindi è di trovarsi di fronte a una puntata surgelata de La Prova del Cuoco insaporita con il meccanismo della gara à la MasterChef. Il risultato è un ibrido che non convince. Non c’è gara e quindi non c’è ritmo, non c’è tensione, non c’è il racconto del cibo, non c’è il racconto della gara, tanto che a un certo punto, tra prima e seconda prova, si resta appesi, senza sapere cosa succederà e perché. Il tutto condito da un montaggio sostanzialmente asettico, che cerca di riprodurre la tensione con ‘il mal di mare’. Un po’ come a La Prova del Cuoco durante il minuto del Gallo Goduto…

Non si può fare la gara ‘buona’, la sfida sorridente, il duello amichevole in prima serata altrimenti si finisce per applicare anche ai talent la regola della ‘camomilla per anziani‘ di cui spesso si parla in merito alla fiction Rai (cfr. anche The Voice). Per carità, tutto si può fare, ma gli ibridi rischiano di rimanere sullo stomaco, almeno alla parte di pubblico che crede ancora alle parole ‘innovazione’ ed ‘esperimento’. Ovvio, tutto è relativo: per chi non ha mai visto MasterChef, La Terra dei Cuochi potrà sembrare una novità assoluta. A loro, non a me, ecco…

In tutto questo l’unico davvero in parte è Scabin, che però si ritrova da solo a dover reggere un format di cucina. Ma da solo non ce la può fare e così a qualcuno darà l’impressione di essere ‘sopra le righe’. Ma, diciamocelo, gli unici momenti in cui si è respirata un po’ di aria ‘gastronomica’ son stati il suo assaggio e l’apparizione di Moreno Cedroni. Pure troppo per il tinello di Rai 1.

La sintesi di questo esperimento? Per me è tutto nello sguardo severo di Scabin all’indisciplinato Montrucchio, che esulta credendo di stare alla bocciofila di Montelusa. A questo punto le parole di Scabin con cui abbiamo aperto il post mettono a fuoco un format che ha paura di allontanarsi troppo da La Prova del Cuoco, ma non vuole chiamarsi ‘La prova del cuoco’. A essere onesti avremmo preferito una sana, genuina, verace tagliatella di Nonna Pina in prime time. Il “vorrei, ma non posso” resta un po’ indigesto.

Ps. Ma Scabin non somiglia a Sergio Castellitto?

La Terra dei Cuochi prima puntata: eliminati Livia Ramondelli e Walter Nudo

23.34 Livia è stata praticamente eliminata dalla mamma. E l’addio si consuma sui titoli di coda. Alle 23.35 è tutto finito. Appuntamento alla prossima settimana… Venite già mangiati.

23.31 Carlo Alberto, fratello di Imma, è all’assaggio. Ed elimina Livia. Con lei anche Walter Nudo.

23.28 Ah no, per fortuna i parenti assaggiano anche Cedroni. Ah beh… E si parte con la mamma di Livia. Che elimina la figlia. Cuore di mamma.

23.25 L’assurdo è che anche la prova a specchio viene giudicata dagli assaggiatori: solo in caso di parità entrerà in gioco il creatore della ricetta. E che giudicano i parenti se non sanno cosa sia il piatto di Cedroni?

23.24 Mamma mia, il conto alla rovescia più noioso e inutile della storia dei talent show. O della tv, se preferite.


23.20 E per la prima volta dall’inizio della puntata sentiamo una mezza procedura di ricetta.

23.19 Costoletta di rombo in pastell di birra con erbe di campo: difficoltà 8 per Cedroni. Ammazza! Imma inizierà con un minuto di ritardo, per la penalità subita.

23.15 La prova allo specchio: devono seguire la procedura passo passo per fare il piatto di un grande chef. Ospite Moreno Cedroni.

23.12 Otto minuti dedicati solo per la prova di Nudo e Dighero, che poi va a finire praticamente ai rigori. E vince Nudo, il che si traduce per Imma in una penalità.

23.05 Entrano in gioco i Vip, Nudo e Dighero che devono capire l’ingrediente segreto in 10 diversi tipi di polpette. Chi ne indovina almeno sei, per primo, vince e conquista un vantaggio per la propria cuoca.

23.04 Ecco come si impegna l’ultima mezz’ora di programma, con la sfida tra Imma e Livia. Una di loro lascerà il programma. E con loro o Walter Nudo o Ugo Dighero.

La Terra dei Cuochi: prova creatività, passano Valentina Scarnecchia e Viviana

23.00 Il fratello di Imma elimina Livia. E infine Benedetta, la madre di Livia, elimina proprio la figlia. Cuore di mamma…

22.58 Torniamo in studio per il verdetto dei parenti (depositato dal notaio, eh, mica cotiche)… Uno scenografico, per quanto inutile, meccanismo per far esprimere ai parenti il proprio voto negativo. Giampietro, il marito di Viviana, elimina Imma.

22.49 Tocca ai parenti dire la propria per l’eliminato. assaggiano il piatto in Sala assaggio, ma il verdetto sarà dato in studio. Per fare suspense? Il verdetto dopo la pubblicità.

22.48 Flavio Montrucchio esulta. Scabin lo incenerisce.

22.45 Finalmente un momento interessante, il primo vero assaggio di Scabin: bicchiere d’acqua a pulire il palato, sguardo fisso alla Cracco. Livia, che aveva scelto per sé il pollo, va al giudizio con il piatto rosso. ‘Na tragedia. Viviana va all’assaggio con il piatto blu: intuizione buona, ma bilanciamento tra dolce e pesce venuto male (“Non me lo sono mai permesso neanche io”). La rana di Imma non era disossata, per quanto interessante, ma va all’assaggio con il piatto giallo. Quindi Valentina passa alla terza puntata.

22.42 E siamo di nuovo alla consegna del piatto: Livia consegna un pollo agli asparagi con senape e sfumato con marsala; per Viviana baccalà adolcito con miele e zenzero, per Valentina tartare cotta di cozza e per Imma ‘la malafemmina’.

22.40 Scattano i 100 secondi. La regia vuol fare ‘l’inquadratura mossa’, il montaggio tensivo… vien solo un gran mal di mare. Vediamo impiattare cose che non sappiamo cosa siano. Ma il racconto dov’è.

22.37 Ultima clip è quella di Imma. Beh, e ci domandiamo cosa si farà nella prossima ora…

22.34 “Com’è la situazione, Superchef?” chiede la Clerici. “Deludente, creatività relativa, sempliciotta. Tutti abbottonati” dice Scabin. Perfetta sintesi della puntata, mio caro chef.

22.29 Pubblicità…

22.26 Vabbè, siamo al videoclip di presentazione di Valentina.

22.25 “Quando Scabin passa tra le postazioni cerco di prendere le critiche per suggerimento”… ma quali critiche? Ma il povero Scabin è ridotto al silenzio… E VOGLIAMO PARLARE DEL TAPPETINO SONORO? No, vero, non ne parliamo…

22.22 Ma c’è un tempo? Non si direbbe. Non c’è mordente, non c’è tensione, non c’è cucina, non c’è procedimento, non c’è niente… solo tante, troppe chiacchiere. Ne La Prova del Cuoco c’è molto di più, tanto di più. Qui non si racconta neanche cosa si fa… Non lo si sa! C’è più pressione in una sfida amatoriale nella sagra del biscotto di grano.

22.19 Oh, siete d’accordo con noi che il telespettatore è abbandonato a se stesso? Non c’è stata nessuna spiegazione dei passaggi della gara, così come è assente il procedimento in cucina. E non c’è una, dico una, inquadratura seria sulla preparazione.

22.14 Baccalà, pollo, rane, cozze: Livia, grazie a Walter, deve scegliere un ingrediente per sé e assegnare gli altri ingredienti alle altre concorrenti. A Valentina dà le cozze, a Viviana il baccalà e quindi a Imma toccano le rane.

La Terra dei Cuochi: prova Vip, le uova


22.13 Chi arriva prima a 10 uova vince. Ma cosa? E perché? E quanto sono fastidiosi gli applausi a metà? E quando sono estranei gli inserti dal confessionale? Vince Nudo, comunque.

22.10 Toh, prova uova per i vip: dividere bianco dal tuorlo. Toh, ‘sta prova l’ho già vista. No, ma qui bisogna adottare la tecnica della casalinga cinese, separare il tuorlo con una bottiglia di blastica. Sì, ma che a che punto siamo? La prima prova è finita? Ci hanno lasciato così, appesi…

La Terra dei Cuochi in diretta: prima prova, la tradizione. Viviana salva, Imma la peggiore

22.07 Giorgia elimina Imma, la mamma di Livia elimina Livia, il fratello di Imma elimina Imma. Quindi è Imma a risultare la peggiore. Dovrà pagare pegno…

22.06 Ma che babbucce ci hanno messo a ‘ste cuoche?

22.03 Si va all’assaggio: uscito dalla stanza il marito di Viviana, visto che il suo piatto si è salvato. Per dire, Giorgia non apprezza il piatto della cugina… La parte più carina, insomma, è la ‘spiata’ dal buco della serratura.


22.01 Quei piatti non si possono guardare: incollati e incolore. E poi hanno messo gli champignon e non i porcini. Tra i peggiori Imma (giallo), Livia (blu) e Valentina (Rosso). La ‘migliore’ è Viviana.

21.59 “E’ vero che siamo in una trasmissione tv, ma voglio il rigore in cucina. Mi sembrate tutte al concorso della torta di nonna Papera”, le striglia Scabin. E tu c’hai ragione Chef, ma intanto a) prenditela col format; b) non lasciare che ti chiamino ‘superchef’.

21.58 “E’ il momento di consegnare i vostri piatti”: consegnare?? Come il compito in classe…

21.57 Wow, con effetti speciali degni degli anni ’80 sale dal pavimento il tavolo per l’assaggio del SuperChef. E’ il momento del verdetto di Scabin.

21.56 Ussignor, scatta la sirena degli ultimi 100 secondi per l’impiattamento. ma noi non sappiamo cosa hanno messo nelle tagliatelle, che farine hanno usato, quante uova, come hanno fatto il sugo, non sappiamo nulla di nulla di quello che hanno fatto… vogliono così…

21.54 No, vabbè, ma qua se si continua così non si va da nessuna parte. Si parla solo… E Scabin minaccia ‘mazzate’ sulla dimensione della tagliatella.

21.52 Si riparte dalla presentazione di Livia. Vabbè, ma è tutto confuso e slegato. Si parla, si cucina, ma non si sa cosa e si perde di vista anche il perché…

21.49 Piccolo spazio pubblicità.

21.46 Ok, è la prima puntata, ma nei primi 35 minuti di cucina non ne abbiamo vista neanche un po’. Tante parole, ma zero inquadrature sul cibo. Ecco, in questa la differenza con MasterChef si vede, si sente, si tocca… E visto che anche la prossima settimana ci tocca conoscere altri quattro concorrente, immaginiamo che la cosa sarà piuttosto simile.


21.44 E per ingannare l’attesa della cottura, spazio alle clip di presentazione delle concorrenti. Anche un tantinello strappalacrime. Viviana ha perso un figlio di 14 mesi, Samuele.

21.43 Ma quanto sono noiose le notazioni del ‘Maestro’ Scabin sulle pillole di ‘storia della cucina’? Per dire quanto sono larghe le vere tagliatelle siamo partiti dalla notte dei tempi. Veloci, su…

21.42 Volete capire quanto valga il montaggio in un programma tv? Ecco, confrontate MC e la Terra dei Cuochi.


21.39 Nota di colore, il trifoglio tatuato dietro l’orecchio di Valentina: questa ragazza ha degli occhi incredibili. Vediamo per lei un roseo futuro in tv…

21.38 La Sala degli Assaggi: ecco, qui mi viene in mente Ale contro tutti.

21.37 Alla fine è una via di mezzo tra MasterChef e La prova del cuoco: gli interventi della Clerici tra i fornelli non può non far venire in mente il daytime di Rai 1. Una versione calma e leggera di MasterChef, con un pizzico di famiglia, tanti sorrisi e bonaria competizione.

21.35 Bene, ogni cuoca dà qualcosa da fare ai propri aiuto-cuochi, che puntualmente commentano dal confessionale. Ecco, ditemi cosa cambia tra questo ‘linguaggio’ e quello di MasterChef? Poco. In primis il ritmo.

21.33 Certo è che questa dispensa sembra il discount di quella di Masterchef.

21.32 “Tre, due, uno… tutti in dispensa”: dove l’ho già vista ‘sta scena?

21.31 E dopo 10 minuti di scelta, il “colpo di scena”: devono cucinare tutti le tagliatelle alla boscaiola. Così volle il superchef. E che ci avete fatto perdere tempo a fare?

21.29 Tagliatella all’ortolana, alla boscaiola, al pomodoro, ai frutti di mare, ai carciofi: tra queste ogni vip deve scegliere un piatto per la propria cuoca. Per la napoletana Imma, Dighero sceglie il pomodoro; Giorgio sceglie i frutti di mare per Viviana, la palermitana; Flavio per Valentina sceglie i carciofi; per Livia, Walter sceglie l’ortolana.

21.27 E vai con la prima prova, “la tradizione”. Lezione di Scabin sull’origine del piatto della serata, la tagliatella (si inizia già a ronfare…).

21.26 Ecchice qua: come temuto, l’inserimento del confessionale fa subito Masterchef, ma subito subito subito…

21.24 “Mangia come pensi e cucina come ami”: si presenta così Scabin. Hanno studiato un po’ di MasterChef per la presentazione dello chef eh… E si chiude con “Non esiste un grande piatto se lo chef non sa cosa cucinare”.

21.23 Si abbracciano tutti come se fossero amici di vecchia data: si cerca di dare un minimo di tensione alla gara, ma sembra una rimpatriata tra compagni di classe. Speriamo che Scabin ci metta un po’ di pepe…

21.21 Un primo incontro che è servito a testare le capacità dei vip, ma soprattutto per fare siparietti semi-comici da servire al pubblico tv. La chiave è quella della commedia, ça va sans dir.

21.20 “Quattro bei maschioni… in cucina, ovviamente”: la Clerici avrà anche tutto scritto, ma a certe cose non rinuncia. Ovviamente il tutto per introdurre una clip sul primo incontro tra le concorrenti e i loro Vip.


21.18 E anche La Terra dei Cuochi ha la sua Imma, che viene da Napoli e fa la mamma a tempo pieno. O meglio fa corsi di cucina…


21.17 Eccola la figliastra di Grillo, Valentina Scarnecchia, la regina del pesto. Laureata in pedagogia, ha un fidanzato e vuole insegnare ai bambini il piacere della cucina. Occhi stupendi.

21.15 Entra Viviana Dal Pozzo, la regina della Caponata.

21.14 Prima concorrente, Livia Ramondelli, perfezionista del profitteroles.

21.12 Eccola Antonellina, che apre parlando dell’Italia terra di santi, navigatori e anche i cuochi. Cercando tra le scuole di cucina, e anche no, hanno trovato gli otto concorrenti.

21.11 “Il lardo di colonnato?”. Momenti scelti dai casting, almeno sembra…

21.08 Ecchice qua… pubblicità e poi via che si mangia…

20.55 Da Twitter arriva anche l’in bocca al lupo di Lorella Cuccarini all’amica Clerici: stasera le due saranno però ‘rivali’, visto che Lorella è su Canale 5 ospite con Marco Columbro di Paperissima. La disfida delle ‘bionde’.


20.33 Collegamento registrato con il Tg1 per Antonella Clerici, che dallo studio gremito di pubblico annuncia “sfide durissime” e un giudice “severissimo”. E vabbè che Scabin ha già detto che i giudici tv troppo severi non è che gli piacciano tanto…

20.20 In vista del kick-off (registrato) arriva anche ‘l’in bocca al lupo’ del direttore di Rai 1 Giancarlo Leone alla Clerici e al programma. Ovviamente via Twitter.

 

Conto alla rovescia partito per la prima puntata de La Terra dei Cuochi, che stiamo per seguire in diretta su TvBlog: potevamo perderci il debutto del nuovo cooking show di Antonella Clerici? Ovviamente no e infatti siamo pronti a seguire la prima gara, al via alle 21.10.

Dopo aver visto insieme gli elementi essenziali del format in 10 fondamentali punti, vediamo cosa ci aspetta nel dettaglio.

Intanto la gara parte con metà dei concorrenti: non avremo, infatti, il piacere di conoscere tutti e otto gli aspiranti ‘chef’ in gara, ma come sempre più spesso accade (The Voice of Italy insegna) ne vedremo all’opera solo metà.

Priorità alle signore, quindi stasera spazio a

Imma Ferraro, 38enne napoletana, in coppia con Ugo Dighero (e con il fratello Carlo Alberto in giuria);
Livia Ramondelli, 38enne romana, in coppia con Walter Nudo (e con la mamma Benedetta in giuria);
Viviana Dal Pozzo, 32enne veronese, in coppia con Giorgio Mastrota (e con il marito Giampietro in giuria);
Valentina Scarnecchia, 32enne di Genova, in coppia con Flavio Montrucchio (e la cugina Giorgia in giuria) già ormai nota come la ‘figliastra’ di Beppe Grillo.

La gara si articola su due livelli: da una parte la preparazione dei piatti da parte dei concorrenti non famosi, sottoposti a un doppio grado di giudizio, ovvero quello tecnico di Davide Scabin e quello ‘popolare’ della giuria di parenti; dall’altra sono previste una serie di prove aggiuntive per i Vip, che potranno così rendersi utili, guadagnando punti importanti per scalare la classifica, determinante ai fini della permanenza nel programma. Ogni settimana, infatti, una coppia di concorrenti viene eliminata.
Da notare che Scabin indicherà il piatto migliore del quartetto, lasciando poi agli assaggiatori il compito di valutare i restanti tre, denominati i ‘peggiori’.

Da quel che ha anticipato Davide Scabin a TvBlog pare ci sia almeno una prova di cucina che somiglia all’Invention Test di ‘mastercheferiana’ memoria: certo, in sé inventarsi un piatto con qualche ingrediente imposto in fondo non è così originale. E ci aspettiamo anche qualcosa del tipo ‘organizza cena per 10 persone con frigo deserto’ o ‘menu bimbi con dispensa piena di legumi’. Missioni impossibili, insomma.

Cosa aggiungere in attesa della prima puntata? Beh, che lo studio è stato pensato per accogliere postazioni ‘fuochi’ modulabili, che ci sono due dispense a disposizione, che c’è una Sala Assaggi in cui vengono ‘rinchiusi’ i giurati per impedire loro di sapere quale sia il piatto preparato dal proprio parente e, infine, ci sono due confessionali, uno a disposizione dei Vip e uno dei Nip. Ecco, è proprio il confessionale quel che mi preoccupa di più: qui la somiglianza con MasterChef diventa davvero difficile da ‘smentire’. Ma è presto per fare valutazioni: intanto cerchiamo di capire cos’è davvero questa Terra dei Cuochi, se sia davvero così ‘originale’ il suo linguaggio per Mamma Rai e cosa ha di diverso da altri programmi dello stesso genere. Basta poco per cambiare il gusto di un piatto, ma bisogna sempre saper dosare gli ingredienti.

A tra poco per la diretta della prima puntata de La Terra dei Cuochi su TvBlog: sono curiosa di sapere che ne pensate…

La Terra dei Cuochi, le anticipazioni della prima puntata

Meno di 24 ore al debutto de La Terra dei Cuochi, nuovo cooking show in salsa talent che vede Antonella Clerici ancora capo-brigata di un programma di cucina per l’ammiraglia Rai.

Sembrano davvero lontanissimi i tempi in cui la direzione di rete le tolse i mestoli di mano ‘approfittando’ della gravidanza. Ora non ci sono dubbi: lo scettro di regina dei fornelli di Rai 1 è suo ed è il momento di cimentarsi in una sorta di spin-off del suo cavallo di battaglia, La prova del cuoco, da cui ‘ruba’ (se si può dire) la formula del sabato mattina, quella dell’ospite vip ai fornelli, con alcuni correttivi.

Ovviamente seguiremo La Terra dei Cuochi, al via domani venerdì 26 aprile, rigorosamente in diretta su TvBlog. Noi saremo in diretta, loro in registrata: eh sì, perché l’innovazione del linguaggio tv (celebrato anche nella conferenza stampa di presentazione) ormai passa per la negazione dello specifico tv, ovvero la diretta – ormai in eredità allo ‘streaming web’, ora sinonimo di ‘verità’ e ‘reality’ a ogni costo – per puntare al prodotto scritto e confezionato. Ma questo è un altro discorso.

Sintetizziamo, invece, tutto quello che c’è da sapere su La Terra dei cuochi in pochi essenziali punti:

1) Per questa prima (?) edizione sono previste sei puntate: si chiude, salvo cambiamenti, il 31 maggio.

2) Trattasi di gara di cucina: i concorrenti sono 8 Nip, affiancati da 8 Vip in versione aiuto cuoco. In basso l’elenco

Nicola Trois, con Emanuela Aureli;
Luca Vicentini, con Tosca D’Aquino;
Viviana Dal Pozzo, con Giorgio Mastrota;
Imma Ferraro, con Ugo Dighero;
Lorenzo Giacco, con Rosita Celentano;
Lapo Magni, con Paola Barale;
Livia Ramondelli, con Walter Nudo;
Valentina Scarnecchia, con Flavio Montrucchio.

3) Mentre i Vip non sono proprio tutti ‘di giornata’, i Nip non sono proprio a digiuno di cucina: basta farsi un giro sul dettagliatissimo post dedicato ai profili dei concorrenti per scoprire tra loro chef a domicilio, allievi di blasonate scuole di cucina e via dicendo.

I ”non famosi” sono i veri protagonisti. Alcuni sono alla ricerca di una seconda possibilità, penso a un manager ora in cassa integrazione che lavora come lavapiatti in uno dei ristoranti che frequentava da cliente quando poteva permetterselo

ha detto Antonella a Il Mattino. Si sente un po’ aria di Baila!: il discrimine tra appassionati, dilettanti e (semi)professionisti è sempre più labile.

4) Se non si era ancora ben capito, tra i concorrenti c’è la figliastra di Beppe Grillo: è Valentina Scarnecchia, figlia dell’attuale moglie del comico genovese, Parvin Tadjk, e dell’ex calciatore Scarnecchia.

 “Per me è figlia del calciatore Scarnecchia. Al massimo è un handicap avere un padre noto. L’abbiamo scelta e poi abbiamo scoperto chi fosse. L’abbiamo scelta perché è brava. Quando lo abbiamo scoperto abbiamo anche pensato se rinunciare o meno”.

ha spiegato la Clerici a TvBlog. Le ‘colpe’ dei patrigni non ricadono sui figliastri.

5) La giuria degli assaggiatori è formata dai parenti dei concorrenti. Giuria ‘comune’, quindi, non stellata, tra cui si contano ben tre mamme, due fratelli/sorelle, un marito, una ex moglie (e qui c’è da indagare) e una cugina. Questa la composizione: Benedetta, mamma di Livia Ramondelli; Elena, mamma di Lapo Magni; Maria Teresa, mamma di Luca Vicentini; Monica, sorella di Nicola Trois, Carlo Alberto, fratello di Imma Ferraro; Giampietro, il marito di Viviana dal Pozzo;  Sonia, prima moglie di Lorenzo Giacco; Giorgia, la cugina di Valentina Scarnecchia.

6) L’unico stellato del cast è lo chef Davide Scabin, al fianco di Antonella come ‘giudice tecnico’:

A me interessa di più, se ci riuscirò, usare gli errori dei concorrenti, sgridarli anche in modo sostenuto, per trasmettere qualcosa. Sarò un giudice severo, ma non posso esigere un livello assoluto dai concorrenti perché non sono dei professionisti. Questo non toglie che sarò severo quando vedrò le cose che non funzionano, quando ci saranno degli errori madornali, quando capirò che non c’è proprio un minimo di cultura

ha detto Scabin a TvBlog. E non disdegnerebbe un’imitazione di Crozza. Il comico è avvertito.

7) Ogni settimana un concorrente verrà eliminato, con annesso Vip.

8) In palio un premio finale di 120.000 euro e la chance di aprire una trattoria. Si creano post di lavoro, insomma.

9) Niente televoto, dunque: il programma è registrato. Quello che vedremo è frutto di montaggio. Una modalità che ormai la Rai ha sdoganato con Pechino Express e The Voice e che fa subito venire in mente MasterChef, ma è inutile dire che il paragone è ‘azzardato’.

10) Per la Clerici non è stato facile cambiare ‘registro’ e darsi alle registrazioni:

Ammetto di aver faticato tanto per entrare nella liturgia di un programma molto scritto che deve tenere un ritmo serrato, ho dovuto mettere da parte la mia conduzione spontanea, battutara e un po’ caciarona

ha detto la Clerici a Il Mattino, aggiungendo però a TvBlog:

Ormai la maggior parte dei programmi nel mondo sono registrati ma, continuo a sostenere, che per vedere la bravura di un conduttore lo devi vedere in diretta. Preferirò sempre la diretta perché vivi le emozioni.

 

Gli ingredienti perché il programma funzioni ci sono tutti, anche contro una corazzata della leggerezza (fin troppo leggera) di Paperissima (anche se il vero pericolo ormai viene da Crozza nel Paese delle Meraviglie). Certo, qualcuno è più fresco e qualcuno è di frigorifero, ma si sa che il piatto lo fa, anche e soprattutto, la cottura: La Terra dei Cuochi manterrà la promessa fragranza anche se ‘congelato all’origine’? Lo vedremo domani, insieme, in diretta dalle 21.10 su TvBlog.

Ps. Se la ‘sigla’ del programma richiama La Terra dei Cachi di Elio e le Storie Tese, la colonna sonora degli spot è proprio quella di Desperate Housewives: vorrà significare qualcosa?

I Video di Blogo

Tale e Quale Show 2020, Pago è il vincitore della decima edizione (video)

Ultime notizie su Antonella Clerici

Antonella Clerici è una conduttrice televisiva di Legnano classe '63.

Tutto su Antonella Clerici →