Mattino Cinque dixit: “La non-lap dance di Signorini è una liberazione rispetto a Saviano”

Ancora una volta d’Urso Cinque conferma di avere più lungimiranza del P al quadrato Cinque (Panicucci più Parpiglia). Se al Pomeriggio e di Domenica Barbarella si è emancipata in modo indolore dalla Gf mania, a cui ormai dedica pochissimo spazio per puro dovere aziendalista, dalla Panicucci ancora non si trovano dei contenuti identitari alternativi. Il


Ancora una volta d’Urso Cinque conferma di avere più lungimiranza del P al quadrato Cinque (Panicucci più Parpiglia). Se al Pomeriggio e di Domenica Barbarella si è emancipata in modo indolore dalla Gf mania, a cui ormai dedica pochissimo spazio per puro dovere aziendalista, dalla Panicucci ancora non si trovano dei contenuti identitari alternativi. Il risultato? Il contenitore del mattino è sempre più nudo, da quando la sua gallina dalle uova d’oro, ovvero l’effetto reality della sera prima, non fa più notizia.

del debbio panicucciPer questo, il lungo dibattito del martedì mattina sulla puntata del Grande Fratello è diventato un rituale stanco, tristissimo. A presenziare, i reduci della tv-pollaio: un ormai bollito George Leonard come ospite fisso, un impiegato del gossip cheap come Parpiglia (che fa fatica a trovare uno scoop vero quest’anno) e qualche altro reduce della Casa in rotazione.

Persino Alessandro Rostagno, che avrà firmato un doppio contratto non esclusivo con Videonews e Pomeriggio sul Due, non riesce a essere indignato come suo solito. Tutti mostrano un finto interessamento, perché il Grande Fratello è diventato per il pubblico italiano un po’ come il gioco della bottiglia… per il preadolescente che vuole passare a roba più forte.

E la roba forte al lunedì sera, ormai, è diventata Fazio e Saviano. Lo stesso Mattino Cinque non può che prenderne atto e, da diverse settimane, intavola un doppio talk per commentare “a modo suo” anche il programma di RaiTre. L’unica volta che è successo finora a Mediaset è per Sanremo, ma il fenomeno da tutto esaurito di Vieni via con me è un’eccezione altrettanto irrinunciabile.

Quel che fa altrettanto sorridere è che, puntualmente, a commentare la trasmissione con polemica presa di distanza, malcelata da un giusto riconoscimento, è un giornalista del Giornale, Gigi Mascheroni. Ecco le dichiarazioni rilasciate da quest’ultimo sui due programmi:

gigi mascheroni

“Ho visto ieri Vieni via con me come sempre, ma dopo c’è stata la liberazione alla fine di girare e vedere il Grande Fratello. Quella di Fazio e Saviano è una trasmissione ad altissimo livello, però devo dire che poi da un punto di vista emotivo e dei tempi a volte è pesante. E’ una grande trasmissione-evento, perché giocata su quattro puntate e non si può non vedere, come non si può non leggere il bestseller del momento. Poi non è detto che ti piaccia. Ma i tempi sono tali e gli argomenti sono talmente pesanti che poter girare e vedere la lap dance di Signorini (che pure non c’è stata) diventa un momento per sganciarti. Ieri è stata interessante la parte sulla legalità e sul voto di scambio, altre volte certi monologhi peccavano di eccesso di retorica”.

Insomma, è come se ci fossero due televisioni e la stessa Endemol gongolasse della sua bipolarità. Con la differenza che, dopo anni di Mr. Hyde, di Talpe e reality che si rubavano la scena mediatica, ora il buon Dr. Jekyll si sta prendendo la sua rivincita.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Federica Panicucci

Tutto su Federica Panicucci →