Dollhouse, nel 2011 arrivano i fumetti

Dollhouse: Epitaphs"Dollhouse", secondo molti, è finito troppo presto. La nuova serie di Joss Whedon, chiusa dalla Fox lo scorso anno dopo due stagioni, ha regalato pochi ascoltatori alla rete, che ha dovuto interrompere la produzione dello show. Il creatore di "Buffy" ed "Angel", però, consapevole di avere ancora molto da raccontare su Echo & Co., non si è arreso.

All'ultimo Comic-Con è stato quindi presentato un fumetto, dal titolo "Dollhouse: Epitaphs", in cui sono state raccontare le vicende tra il finale della prima stagione ("Epitaph One") e della seconda ("Epitaphs Two"), in entrambi i casi episodi che si slegavano dalle vicende delle altre puntate per dare uno sguardo alla situazione dei protagonisti in un futuro non troppo lontano.

Il fumetto, però, è disponibile solo all'interno del cofanetto della seconda stagione della serie (ancora inedito in Italia). Fino ad ora. Infatti, lo scorso ottobre la Dark Horse (la casa editrice che pubblica tutte le opere di Whedon, come l'ottava stagione di "Buffy" o quelle di "Angel") ha annunciato la realizzazione di una serie di fumetti tratti dalla serie con Eliza Dushku, anticipati da un numero unico che uscirà ad aprile 2011.

Il titolo sarà lo stesso del fumetto che si trova all'interno del cofanetto, così come l'ambientazione delle storie. La novità sta nel fatto che verranno raccontare più vicende, legate sia ai protagonisti degli episodi tv (oltre ad Echo, Topher e la Dewitt vedremo anche Maggie, Zone e Griff, introdotti negli ultimi episodi delle due stagioni) che a nuovi protagonisti.

Tutti dovranno avere a che fare con una "neuroapocalisse", nella quale la tecnologia usata nelle Dollhouse -per cui ad una persona veniva impiantata una personalità diversa dalla propria a seconda delle missioni che doveva compiere- sfugge di mano ai suoi creatori e diventa un modo per creare un esercito di persone pronte a eseguire degli ordini.

A scrivere la sceneggiatura, invece, sono stati chiamati Maurissa Tancharoen e Jed Whedon, già autori della serie televisiva (ma hanno lavorato anche a "Dr. Horrible" ed a "Spartacus: Gods of the arena", prossimamente in tv). "Siamo rimasti molto delusi -ovvero depressi- quando la serie è finita", hanno detto i due autori, "così quando Dark Horse ci ha proposto di farne un fumetto eravamo entusiasti all'idea di far continuare a vivere la mitologia di Dollhouse, ed abbiamo avuto l'idea per il primo numero quella sera stessa. Queste storie andranno più a fondo nei cambiamenti emotivi e fisici che questi personaggi dovranno affrontare nel caos del'apocalisse".

[Via Newsarama]

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: