I Peggiori Cuochi d’America, su Discovery Travel & Living il giovedì si digiuna

La serie meno ‘appetitosa’ per i gourmand torna in onda ogni giovedì alle 22.10. Ogni ricetta è una ‘dilusione’…

Altro che “giovedì gnocchi”! Se ci fosse il Joe Bastianich di BastardChef (alias Maurizio Crozza) non potrebbe che attraversare “autostrade di diludendo” seguendo I peggiori cuochi d’America, cooking show in salsa talent che approda su Discovery Travel & Living (406, Sky) ogni giovedì a partire da stasera, 11 aprile, alle 22.10.

Due chef di buona volontà, Anne Burrell e Beau MacMillian, hanno deciso di prendersi a cuore le sorti di 12 ‘incapaci’ ai fornelli e di insegnare loro non tanto i ‘trucchetti del mestiere’, quanto le basi della cucina. Per i concorrenti c’è proprio un boot-camp di otto settimane, un duro campo d’addestramento gastronomico: ciascuno chef si mette a capo di una squadra di sei membri, illustra ai propri allievi tecniche e ricette – dalla cottura al forno ai tipi di taglio al coltello, dall’importanza della temperatura alla stagionalità dei prodotti – quindi si procede alle prove e alla valutazione di quanto prodotto dai propri pupilli. Inutile dire che il momento dell’assaggio è il più ‘temuto’dai giudici/capitani e spesso il più ‘ridicolo’ per il pubblico a casa. Il peggior cuoco che riuscirà a dimostrare di essere diventato il ‘migliore’ porta a casa 25.000 dollari: la sfida finale, però, strizza l’occhio a MasterChef, visto che i due semifinalisti devono convincere una giuria di critici gastronomici con un menu di tre portate da ‘alta cucina’. Arrivare a questo punto per qualcuno che magari non ha mai neanche pensato che le patate avessero la buccia non può che essere una ‘svolta’ di vita.

Se il format vi ricorda qualcosa non vi turbate, avete perfettamente ragione: la prima stagione di Worst Cooks in America è già stata trasmessa da Real Time nel marzo 2012, che poco dopo ha mandato in onda anche la seconda. Mancano all’appello ancora la terza e la quarta: il format è piaciuto negli Usa e di certo il bacino di ‘concorrenti-frane’ non rischia di esaurirsi.

Una versione italiana ci starebbe benissimo: intanto vi lasciamo al promo de I Peggiori Cuochi d’America, in ‘prima visione’ per quanti si siano persi il primo ‘lancio’. E speriamo che non vi ‘diluda’ troppo…