Gelmini: "Una Tv in ogni aula scolastica e ricordare Mike Bongiorno quando si studia la Costituzione"

Maria Stella Gelmini consiglia di studiare Mike Bongiorno Nell'autunno caldo della protesta dei precari della scuola, Maria Stella Gelmini, che è il Ministro all'Istruzione, spiega che uno dei punti di riferimento per la didattica italiana dovrebbe essere Mike Bongiorno. La dichiarazione è stata fatta ieri a Milano durante la presentazione della Fondazione Mike dedicata al grande presentatore scomparso un anno fa (qui gli appuntamenti Mediaset e Sky che lo commemorano).

Ha detto il Ministro, ricordando Bongiorno:

Bisognerebbe ricordare lui, quando si studiano i principi della carte costituzionale. Mike dovrebbe stare nell’ora di educazione alla cittadinanza perché è stato un buon cittadino. Alla vigilia delle celebrazioni del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia la scuola deve ricordare Mike Bongiorno

Alla cerimonia, che si è tenuta a Palazzo Marino, c'era oltre al Sindaco Moratti e alle varie autorità, anche tutto il Gotha televisivo: dai presidenti di Rai e Mediaset, Paolo Garimberti e Fedele Confalonieri, a Tom Mockridge Ad di Sky.

Per una volta sono stati tutti d'accordo e come ha sottolineato il Ministro Gelmini:

E' un doveroso patrocinio. Mike è una figura indelebile nella nostra quotidianità di telespettatori.

Perciò ecco l'annuncio che il Ministero dell'Istruzione sosterrà attraverso il Patrocinio alla Fondazione un concorso nazionale, rivolto a tutti gli scolari con l'obiettivo di scovare i migliori talenti artistici riprendendo la formula di successo di una delle storiche trasmissioni di Mike che fu Bravo, Bravissimo.

Infine, arriva sarebbe arrivato il suggerimento al Ministro Gelmini di Aldo Grasso, membro del comitato scientifico della Fondazione:

Nelle aule il ministro metta un videoregistratore per mostrare agli studenti il meglio della televisione.

  • shares
  • Mail
55 commenti Aggiorna
Ordina: