Barbareschi replica alla Mori: "La querelo"


Luca Barbareschi replica all'attacco di Claudia Mori che lo ha accusato di essere "raccomandato" e di averle rubato, grazie ai suoi agganci politici, l'idea per una fiction su Fred Buscaglione. La tesi del conduttore e produttore è semplice: la Mori mente e verrà querelata per le sue affermazioni.


Non ho scippato niente a nessuno, il mio progetto su Buscaglione risale al 1987… e non sapevo che la Mori fosse il nuovo presidente della Rai. Su Buscaglione esiste una sceneggiatura scritta da me, Monteleone, Silvia Napolitano e Leo Chiosso datata 1987 e da allora fa parte del bouquet Casanova (ndr la casa di produzione di Barbareschi). E’ un progetto che mi sta a cuore e che ogni anno ripropongo. Non ho fatto alcuna minaccia, ho solo fatto presente che senza i diritti musicali non poteva fare niente su Buscaglione e quei diritti li ho comprati io. Così come sarebbe sbagliato dire che lei lavora in Rai grazie a Celentano, è offensivo dire che io lavoro per questioni politiche. La mia azienda non è cresciuta da quando sono in Parlamento io ho investito milioni di euro perché non basta avere l’idea, ma bisogna saperla realizzare. Non può pretendere di fare tutto quello che chiede

Barbareschi rincara la dose raccontando di essere stato in passato "superato" proprio dalla Mori su altri progetti, il riferimento è al progetto su Rino Gaetano, proposto da Barbareschi ma poi realizzato dalla Ciao Ragazzi della Mori. "Si vince e si perde", dice Barbareschi, un concetto a suo modo di vedere sconosciuto a Claudia Mori. A quando la prossima puntata della polemica fra i due?

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: