Nip/Tuck – Cherry Peck (Episodio 3.14)

Un vero peccato che Italia1 non abbia pensato di mettere in onda le ultime due puntate di Nip/Tuck insieme, dato che in qualche modo (ma non voglio darvi alcun tipo di anticipazione) sono collegate. Grandi colpi di scena questa sera. Cherry Peck è il transessuale che aveva avuto una “disavventura” con Matt nel primo episodio

Un vero peccato che Italia1 non abbia pensato di mettere in onda le ultime due puntate di Nip/Tuck insieme, dato che in qualche modo (ma non voglio darvi alcun tipo di anticipazione) sono collegate.

Grandi colpi di scena questa sera.
Cherry Peck è il transessuale che aveva avuto una “disavventura” con Matt nel primo episodio di questa terza serie. Picchiato dal ragazzo dopo che quest’ultimo si era reso conto che Cherry era un trans non operato, si era a sua volta vendicato con un gruppo di amici picchiando e urinando addosso a Matt.
Peck si rivolge alla clinica McNamara/Troy per farsi togliere le cicatrici al volto rimaste dopo l’aggressione di Matt minacciando di denunciare il ragazzo, ma Sean rifiuta di operarlo. E’ lo stesso Matt in seguito, resosi conto degli errori commessi negli ultimi mesi, a chiedere al padre di operare il travestito.

Alla clinica viene recapitato un pacco sanguinante: contiene delle protesi mammarie che dal numero seriale risultano essere state impiantate a Kimber dallo stesso dottor Troy. Una delle protesi contiene un biglietto con scritto “La bellezza è una sventura per il mondo”.
Christian capisce che la ragazza è stata rapita e parlando con la detective Kit – che riappare nella serie dopo alcune puntate di lontananza – confida i suoi sospetti su Quentin Costa. La detective conferma che sono già in corso delle indagini su Costa e successivamente richiama quest’ultimo al distretto per un interrogatorio, nel quale però Quentin nega ogni accusa a suo carico.

Sean va a portare alcuni medicinali a Julia e le chiede di tornare a vivere con lui affinché il bambino cresca con entrambi. Julia rifiuta la proposta, trattando Sean con freddezza. Più tardi la donna è agitata per la gravidanza, data l’età non più giovanissima, e mentre dorme ha degli incubi sulla nascita del bambino, così decide di prendere un appuntamento per fare tutti gli accertamenti su eventuali anomalie del feto.
Sean si reca dalla ginecologa con l’ex moglie e durante la visita si tengono per mano.

Kimber viene ritrovata nuda e in stato confusionale. In ospedale riceve la visita di Kit, ma rifiuta di vedere Christian. La detective spiega a Troy che l’ex fidanzata ha subito delle torture dal macellaio, che oltre a sfregiarla ha “rovinato” i risultati delle operazioni fatte dal chirurgo plastico senza praticarle l’anestesia.
Con l’aiuto di Sean che distrae una guardia, Christian riesce ugualmente ad entrare nella stanza della donna che, dopo un iniziale rifiuto, si lascia guardare.
Il chirurgo le promette di rimettere a posto il suo viso e la porta alla clinica. Dopo l’operazione lei confida a Christian di non poter più stare con lui e di essersi accorta che la loro era una coppia che si basava troppo sull’immagine e con una vita superficiale. Nonostante le suppliche di Christian, lei è ferma nella sua decisione di non continuare il rapporto.

L’operazione su Cherry va a buon fine e Matt la va a trovare alla clinica. I due si scusano reciprocamente per quello che è successo e iniziano a frequentarsi in amicizia. In un centro commerciale incontrano Ariel, l’ex ragazza di Matt, che fa una scenata al giovane e lo insulta, disprezzando la frequentazione con il trans.

Al commissariato vengono fatti i prelievi del sangue a Quentin, poi Kit gli chiede di togliersi i pantaloni perché devono fargli delle foto nudo. Kit ed un poliziotto, alla vista di Costa nudo, rimangono sbalorditi.
Più tardi la detective va alla clinica McNamara/Troy e annuncia che Quentin è stato rilasciato. Non può essere lui infatti ad averla stuprata, perché è senza pene.