• Tv

La prima serata

Sergio scrive nei commenti di questo post, e io prendo in prestito la riga conclusiva del suo commento per rispondere alla domanda, come se fosse una delle lettere che, ancora, raramente arrivano al TvBlog. Chiede, Sergio Ma cosa costerebbe alla Rai anticipare questi programmi e salvarci da tanta mediocrita’ in prima serata ?? La risposta

di

Sergio scrive nei commenti di questo post, e io prendo in prestito la riga conclusiva del suo commento per rispondere alla domanda, come se fosse una delle lettere che, ancora, raramente arrivano al TvBlog. Chiede, Sergio

Ma cosa costerebbe alla Rai anticipare questi programmi e salvarci da tanta mediocrita’ in prima serata ??

La risposta a questa domanda richiederebbe un lungo excursus, che vorrei essere in grado di riassumere in breve. A un certo punto della sua storia, la RAI ha abbandonato lo scopo didattico (cui io, sinceramente, non ho mai creduto) per inseguire la logica concorrenziale degli ascolti contro le tv private. Questo ha portato, fatalmente, a una corsa al ribasso e della prima serata e della programmazione tutta (cosa che, ovviamente, condivido ancora meno).
Il meccanismo è ormai quasi irreversibile, la RAI è entrata perfettamente nella logica della tv-trash, dell’emotainment (il mercato televisivo delle emozioni), del reality, anche se inversioni di tendenza si riscontrano in quelle fasce di palinsesto e in quei periodi dell’anno – come l’estate – dove l’ossessione per gli ascolti si allontana un po’ e lascia spazio a programmazioni un po’ più di qualità.
Gli orari impossibili di certi programmi infastidiscono anche me, ma ormai li accolgo con rassegnazione e quasi come una benedizione.

I Video di TvBlog