• Tv

Arriva Happy Town: per Geoff Stults “non è come Twin Peaks” (ma il suo personaggio “ricorda Jack Shepard”)

Stanotte la Abc manderà in onda la prima puntata di “Happy Town”, mistery crime nato da Josh Appelbaum, Andre Nemec e Scott Rosenberg, autori di “October Road”. E proprio da questo show proviene il protagonista della nuova serie, Geoff Stults, meglio noto come Ben (marito di Mary) in “Settimo Cielo”. La serie racconta di una

Stanotte la Abc manderà in onda la prima puntata di “Happy Town”, mistery crime nato da Josh Appelbaum, Andre Nemec e Scott Rosenberg, autori di “October Road”. E proprio da questo show proviene il protagonista della nuova serie, Geoff Stults, meglio noto come Ben (marito di Mary) in “Settimo Cielo”.

La serie racconta di una cittadina in cui da anni non si registrano più crimini, dopo una serie di rapimenti che avevano sconvolto la città. Le cose cambiano quando “The Magic Man”, l’artefice di una serie di esperimenti che terrorizzavano la popolazione, sembrerà essere tornato. Nelle indagini, lo sceriffo Tommy Conroy (Stults), scoprirà una serie di segreti che non dovevano essere rivelati.

In molti hanno già trovato, nella storia, alcuni elementi che richiamano il clima di “Twin peaks”, di cui quest’anno si celebrano i vent’anni. L’attore ha rilasciato a Zap2it un’intervista, nella quale spiega come “Happy Town” non si possa considerare un erede della serie cult, sostenendo che gli elementi in comune non sono molti:

Happy Town
Happy Town Happy Town Happy Town Happy Town

“Mi ricordo Twin Peaks. Era vent’anni fa, ero piccolo. Ma è difficile da paragonare ad Happy Town. Odio quando la gente inizia a fare paragoni. Penso a qualche dirigente di marketing seduto che dice ‘Oh, questo show è un po’ tetro. Mi ricorda Twin Peaks’ solo perchè è ambientato in una piccola città e c’è un mistero. Ci sono elementi simili, ma Happy Town è più radicato nella realtà. Ci sono elementi mistici nell’arco narrativo che interessa ‘The Magic Man’, un’entità che rapisce le persone in una maniera inspiegabile, ma non ci sono alieni, cerchi nel grano o m***a del genere. Tutte le follie che ci saranno saranno fatte da un essere umano”.

Per una risposta che poco ci convince, Stults cerca di spiegare meglio il suo personaggio:

“E’ figlio di uno sceriffo in una città senza crimini. Una piccola città, è pittoresco. Lui è soddisfatto di essere un figlio, un marito ed un padre. E’ un assistente dello sceriffo ma non deve fare nulla. Finirà velocemente all’inferno, ed il contesto e le fondamenta di come è cresciuto dovranno cambiare in una maniera così incredibile che sarà costretto a malincuore a crescere e prendere il controllo della situazione. Le sue abilità saranno messe alla prova”.

Ecco, allora, che l’attore azzarda un paragone (lui che prima li odiava tanto):

“E’ un po’ come Jack (Shepard, di “Lost”, ndr). E’ quel tipo di ragazzo che deve mantenere tutti uniti. E’ il collante, e scopriremo se ne sarà capace. Deve imparare ad avere queste capacità perchè è costretto a fare cose che non avrebbe voluto. Si sorprenderà ogni settimana. Credo sia un bravo ragazzo, ma anche i bravi ragazzi a volte prendono delle cattive decisioni”.

Nel cast, vedremo anche Sam Neil (“Jurassic park”, “The Tudors”), Amy Acker (“Angel”, “Dollhouse”) e Steven Weber (“Studio 60”, “Brothers and sisters”), per un totale di otto puntate. Alla fine delle quali, promette Stults, tutto verrà risolto, anche se la serie dovesse essere rinnovata:

“E’ one delle promesse che abbiamo deciso di mantenere, riveleremo chi è ‘The Magic Man’ alla fine degli otto episodi. E’ una di quelle cose che non vogliamo tirare per le lunghe. Ci sarà un tale scossone nel finale che offrirà allo show molte possibili direzioni. Ci saranno tante storie in più”.



Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town
Happy Town