Festa Italiana sparla di Mediaset. E Caterina Balivo critica Aldo Grasso

UPDATE: Da Laura Rio su Il Giornale. Parte di un programma centrale del pomeriggio del primo canale Festa italiana, condotto da Caterina Balivo, è prodotto da una società riconducibile, peraltro con passaggi complicati, a Giancarlo Tulliani, fratello di Elisabetta, compagna del «grande ribelle» Gianfranco Fini. Seguono altri esempi di “parenti e amici piazzati dall’ex leader


    UPDATE: Da Laura Rio su Il Giornale. Parte di un programma centrale del pomeriggio del primo canale Festa italiana, condotto da Caterina Balivo, è prodotto da una società riconducibile, peraltro con passaggi complicati, a Giancarlo Tulliani, fratello di Elisabetta, compagna del «grande ribelle» Gianfranco Fini. Seguono altri esempi di “parenti e amici piazzati dall’ex leader in Rai”.

Festa Italiana conferma di essere il salotto più presuntuoso, oltre che provinciale, della tv. Oggi Caterina Balivo ha intavolato un talk piuttosto cheap, facendo il punto sul peggio della televisione italiana. Gli ospiti in studio erano parecchio sedicenti, tant’è che l’elegante e serio attore Ettore Bassi, assieme alla spumeggiante Irene Ferri di Tutti Pazzi per amore, hanno fatto fatica a tenere alto il livello.

In particolare, la giornalista Gabriella Sassone – simpatica inviata di Quelli che il calcio – ci ha tenuto a dare una bella lezione sul giornalismo televisivo contemporaneo. Mettendo a confronto le conduttrici più bistrattate, Barbara D’Urso e Monica Setta, ha infierito sulle facce di circostanza della prima ma ha ammesso di non potersi sbilanciare sulla seconda:

“La Setta è della mia stessa rete e non apro bocca. Rischio di perdere quel minimo di posto che c’ho”.

Successivamente si (s)parla della fiction flop di Canale 5 Fratelli Benvenuti e in questo caso la Sassone deve avere avuto la memoria corta, visto che attribuisce le dichiarazioni di Boldi sul “ritocco di sceneggiatura” a un blog concorrente (si è trattato invece di esclusiva assoluta di TvBlog).

A tal proposito la Balivo difende le tanto bistrattate Gregoraci e Canalis, in quanto vittime di un sistema che critica tutte le giovani showgirl italiane, e spara a zero sul critico televisivo per eccellenza, Aldo Grasso:

“Grasso ha il coraggio di scrivere sempre pesta e corna di tutti e nessuno ricorda i suoi flop”.

In tutto questo, Festa Italiana ha degli autori, una linea editoriale o quantomeno una lista all’ingresso? Tra l’altro non è dignitoso per RaiUno intavolare un talk in cui si getta fango solo sulla concorrenza, perché gli ospiti coinvolti hanno interessi nella tv di stato. Certe conduttrici non dovrebbero fare un uso così personalistico e strumentale del servizio pubblico.

Ultime notizie su Barbara D'Urso

Tutto su Barbara D'Urso →