Distraction /2

E siamo al momento della verità. L’immagine che vedete a lato è presa dagli studi di Distraction, ma niente paura: nella messa in onda le parti anatomiche più evidenti saranno pixelate – immagino la gioia immensa dei montatori – per evitare quell’orrido effetto tutto nudo cui si può assistere negli studi del nuovo programma di

di

Distraction E siamo al momento della verità. L’immagine che vedete a lato è presa dagli studi di Distraction, ma niente paura: nella messa in onda le parti anatomiche più evidenti saranno pixelate – immagino la gioia immensa dei montatori – per evitare quell’orrido effetto tutto nudo cui si può assistere negli studi del nuovo programma di Teo Mammucari, in onda alle 21:10 su Italia1. Punta al 16% di share con il passare del tempo, Mammucari – ammesso che riesca a arrivare alla fine della produzione -, che si presenta in giacca-cravatta-camicia in quella che vorrebbe essere una presa in giro dei conduttori tradizionali. E che a me sembra tanto una presa in giro a Fiorello, non dichiarata. Anche perché forse anche Mammucari sa che il livello del conduttore di Viva RadioDue è ben altro.
Comunque, il nudo è parte integrante del format, che prevede un quiz a ostacoli con in premio un’automobile che il finalista dovrà distruggere a poco a poco, per ogni domanda che sbaglierà. Ho come l’impressione – ma mi riservo di giudicare a fine serata – che non sia proprio la tv di cui c’è bisogno.