• Tv

Nespresso batte Lavazza in Tribunale: anche George può andare in Paradiso

Si libera ufficialmente un posto in Paradiso per George Clooney: l’attore, che di paradisi già se ne intende, impegnato com’è nella sua liaison con Elisabetta Canalis, è stato il protagonista, in questi ultimi mesi, del celeberrimo spot Nespresso, da molti accusato d’essere molto (troppo) simile a quello della Lavazza con Paolo Bonolis e Luca Laurenti

Si libera ufficialmente un posto in Paradiso per George Clooney: l’attore, che di paradisi già se ne intende, impegnato com’è nella sua liaison con Elisabetta Canalis, è stato il protagonista, in questi ultimi mesi, del celeberrimo spot Nespresso, da molti accusato d’essere molto (troppo) simile a quello della Lavazza con Paolo Bonolis e Luca Laurenti protagonisti. La stessa Lavazza aveva accusato la società rivale di averle rubato lo scenario e aveva intentato un’azione legale. Il Giurì ha dichiarato il difetto di legittimazione passiva di Nestlè: tradotto, gli spot sono legittimi e non in contrasto con l’art. 13 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Dopo il salto lo spot “originale” Lavazza e una piccola sorpresa nostalgica…