American Idol: concorrente scartato si infuria e finisce in manette

Genio e sregolatezza, va bene. Ma quando lo sregolato in questione è pure privo di qualsiasi parvenza di talento, il fastidio aumenta. Così fa specie che un concorrente di American Idol, giudicato inadatto dai giudici, si sia rifiutato di abbandonare lo studio, al punto da richiedere l’intervento della sicurezza che lo ha immobilizzato e ammanettato.

Genio e sregolatezza, va bene. Ma quando lo sregolato in questione è pure privo di qualsiasi parvenza di talento, il fastidio aumenta. Così fa specie che un concorrente di American Idol, giudicato inadatto dai giudici, si sia rifiutato di abbandonare lo studio, al punto da richiedere l’intervento della sicurezza che lo ha immobilizzato e ammanettato. Il tutto davanti agli sguardi sbigottiti di Simon Cowell e soci.

Il simpatico schizzato si chiama Jarrod Norrel, di professione grafic designer. Dopo aver attaccato il brano di prova, la faccia dei giudici si è trasformata in un ghigno di orrore. Stonatissimo il ragazzo della provincia americana, del tutto incapace all’arte canora, e piuttosto risoluto nel voler dimostrare il proprio talento. Fermato dai giudici, Jarrod è stato apostrofato: “Sei davvero sicuro di essere un buon cantante? Perchè sinceramente non vedo come tu possa essertene convinto…” : qui si è scatenata l’ira. Prima l’uomo ha ripreso a cantare, poi si è rifiutato di abbandonare lo studio, gridando: “Questi giudici stanno uccidendo il mio sogno! “. L’intervento delle forze dell’ordine è stato inevitabile: il concorrente è stato immobilizzato, fatto sdraiare a terra, secondo la pià classica delle procedure, e infine ammanettato.