Soppressa l’edizione delle 13.30: il Tg4 in sciopero

Secondo sciopero in pochi giorni a Mediaset. Dopo la vertenza, ancora in atto, per la cessione a Pragma Service srl dei rami Sartoria, Trucco e Acconciatura (che non ha portato alla cancellazione di alcun programma, ma ha ottenuto una certa pubblicità sulle reti del biscione), arriva quella targata Tg4. Il comitato di redazione del Tg

di ,

Secondo sciopero in pochi giorni a Mediaset. Dopo la vertenza, ancora in atto, per la cessione a Pragma Service srl dei rami Sartoria, Trucco e Acconciatura (che non ha portato alla cancellazione di alcun programma, ma ha ottenuto una certa pubblicità sulle reti del biscione), arriva quella targata Tg4. Il comitato di redazione del Tg più “fedele alla linea” delle reti Mediaset è in rivolta dopo la decisione di cancellare l’edizione delle 13.30 e ha votato all’unanimità la proclamazione di uno sciopero per il 20 gennaio prossimo.

Sarà ampliata l’edizione delle 11.30 ma privando i telespettatori di un appuntamento tradizionale all’ora di pranzo che esiste fin dalla nascita del tg. Un riassetto motivato dagli scarsi ascolti che non sono certamente imputabili al lavoro dei giornalisti. A questo si aggiunge la soppressione dal palinsesto 2010 del settimanale di approfondimento del Tg4 Password. La scelta dell’azienda che comporta un impoverimento dell’offerta informativa del Tg4 e una radicale riorganizzazione del lavoro arriva a poche settimane dell’annuncio di un drastico ridimensionamento della testata con lo spostamento di 30-35 giornalisti ad un’agenzia giornalistica, per la cui definizione è in corso una delicata trattativa sindacale.

La sospensione dello sciopero è subordinata ad un incontro con l’azienda, al contrario il Cdr è pronto a votare un pacchetto di altri due giorni di astensione dal lavoro.