Report, Rosy Bindi caccia il giornalista Antonino Monteleone (VIDEO)


Rosy Bindi, presidente del Pd e candidata capolista in Calabria per la Camera (nonostante le sue note origini toscane), ha chiesto che il giornalista e gli operatori di Report venissero allontanati per poter consentire l'inizio del suo intervento nel corso di un convegno dal titolo Diritto alla salute in Calabria: tra livelli essenziali e gestione delle risorse tenutosi ieri appunto a Reggio Calabria.

L'onorevole appena mi ha visto, ha detto che non avrebbe cominciato se non me ne fossi andato.

A parlare è proprio il giornalista del programma di inchieste di Rai3, Antonino Monteleone, il quale alla fine dell'incontro ha chiesto alla Bindi il perché della richiesta di non essere ripresa dalle telecamere della tv pubblica.
L'unica risposta che la deputata del Pd ed ex ministro della Repubblica italiana si è sentita di dare è stata:

Io non rispondo. Era un convegno a porte chiuse.


La troupe di Antonino Monteleone è stata a questo punto spintonata ed insultata (il classico "buffone") da alcuni dei presenti, nonostante l'invito da parte della stessa Bindi a non intervenire.
La presidente del Pd ha continuato fino alla fine nel suo mutismo rifiutando di rispondere a domande anche di natura politica o sulla sanità, tema del convegno.
C'è da notare che sui manifesti dell’evento (con tanto di refuso) è ben visibile il logo del partito.
A chiudere l'episodio già spiacevole in sè la rottura (da parte di ignoti) del cavalletto che il collaboratore della Gabanelli aveva lasciato nella sala del convegno.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: