Le Invasioni Barbariche, 20 febbraio 2013: Tutte le interviste

La quarta puntata de Le Invasioni Barbariche con Daria Bignardi live su TvBlog

di grazias

Le Invasioni Barbariche – 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013

Questa sera ci son state ben cinque interviste a Le Invasioni Barbariche di Daria Bignardi. Puntata ricca di ospiti a cominciare da Oscar Giannino, novello ex leader di Fare per fermare il declino a causa di qualche titolo di studio che si era attribuito senza averlo conseguito davvero. Cose che capitano, insomma. Quando la Bignardi gli fa notare che questo atteggiamento non sia proprio in linea con i criteri di trasparenza sbandierati dal suo movimento politico, Giannino risponde che le sue sono state mosse “dadaiste”. Ok. Interessante anche la chiacchierata con Mauro Pagani che rivela l’origine della propria passione della musica e la sua piccola parentesi canora (“perché in ognuno di noi c’è un cretino a cui ogni tanto bisogna dare l’ora d’aria). Deliziosa l’intervista a Virginia Raffaele che parla del luna park di famiglia in cui è cresciuta, del suo legame con la nonna cavallerizza e acrobata circense e cerca di insegnare l’arte dell’imitazione a Daria Bignardi con magrissimi (ma esilaranti) risultati. La chiacchierata con Max Giusti è stata piuttosto superflua. Momento top: la parodia della canzone sanremese dei Modà che Giusti reinterpreta così: “Ma ti immagini se il fritto potesse non puzzareeeeeeeh”. Momento flop: la versione (per qualche ragione) neomelodica delle hit di Biagio Antonacci. A risollevare le sorti del format ci pensa la chiosa finale con una deliziosa Annalisa, poco parlante, ma vera cantante. Complimenti per lei da parte della Bignardi sui titoli di coda e l’ormai solito della conduttrice: “A mercoledì prossimo!”

Le Invasioni Barbariche, 20 febbraio 2013: Annalisa chiude la quarta puntata

00.11 “Buonanotte, ci vediamo come sempre mercoledì scorso!”, così Daria Bignardi chiude la quarta de Le Invasioni Barbariche. E io mi associo all’appello: A mercoledì scorso!

00.08 “Mauro Pagani dice che i ragazzi del talent debbano trovare una loro identità, tu pensi che ti abbiano dato un’etichetta?” “No, mi sento rappresentata dalle mie canzoni”. Con tutto il rispetto per l’heavy metal, eh.

00.07 Annalisa canta la sanremese Scintille in chiusure delle Invasioni. Titoli di coda:

00.04 “Terza al televoto e dodicesima per la giuria di qualità. Com’è?” “Sono già stata fortunata a partecipare al Festival, molto fortunata che il mio nome fosse tra quello dei campioni” “Si vede che sei figlia di un professore di matematica, ma potresti anche scioglierti un po’ e dire quello che pensi”. Daria, rinuncia. Non ce n’è.

00.02 Annalisa non è certo un’ospite molto “parlante”, però la trovo deliziosa. Si accende quando Daria le chiede del suo passato da fan dell’heavy metal ci capelli viola e poi quando parla di Scintille, il brano che ha portato sul palco dell’Ariston.

00.00 Niente scrivania per Annalisa-senza-cognome-Scarrone. Si parte subito però, parlando della sua laurea in fisica: “Ho fatto una grande fatica ma mi sono sempre data un gran da fare”, dice.

23.58 “Chiudiamo raccontandovi di una ragazza misteriosa apparsa all’Ariston con degli occhi bellissimi e una voce purissima ma senza cognome”. Daria, si chiama Scarrone. Aridaje.

Le Invasioni Barbariche, 20 febbraio 2013: Annalisa chiude la quarta puntata

23.53 Quinto blocco pubblicitario

23.51 Finalmente Max Giusti viene congedato dalla Bignardi che gli rinfaccia la pessima versione neomelodica di Antonacci. Fra poco Annalisa “di cui non si conosce il cognome”, dice Daria. Scarrone, si chiama Scarrone.

23.48 “Mi fanno tenerezza i grillini”, dice Max Giusti. Ed ecco con l’imitazione di uno di loro: “Lei è una pennivendola! Sa cosa vuol dire pennivendola? Una che vende i penn, a Vendola”. Bei momenti, eh?

23.47 Max Giusti ora se la prende con Albano e con la voce del cantante di Felicità (no, non Peter Cincotti) dice: “Daria, Albano Carrisi c’ha una voce così potente che fa un concerto per l’Albania direttamente da Ostuni!”.

23.44 Giusti regala un meraviglioso link al programma: pare che il conduttore abbia passato l’infanzia nel luna park della Raffaele. Poi ne è uscito. Purtroppo?

23.42 Momento che ho difficoltà a comprendere: Giusti si lancia una versione neomelodica di Quanto tempo e ancora di Biagio Antonacci e anche di Tra te e il Mare di Laura Pausini. Boh. Alla fine Giusti si argina da solo, grazie.

23.40 Nel mirino ora finisce Biagio Antonacci “E poi dicono che i negozi di dischi chiudono, beh…”

23.38 Non pago di aver parodiato i Modà, Giusti prende di mira un mostro sacro della musica italiana: Vasco Rossi “Due strofe, otto parole”, spendendo poi buone parole anche per Laura Pausini “Molto educata, ti viene a salutare sempre, l’educazione è il miglior biglietto da visita”.

23.35 Giusti ci regala una versione storpiata (e molto più bella) della canzone dei Modà: “E ti immagini se il fritto potesse non puzzareeeeeeeh”. E poi insiste sul fatto che i Baci Perugina stiano cercando di mettere sotto contratto i Modà.

23.32 Max Giusti indaga sull’ovvio: il testo della canzone sanremese dei Modà. C’è anche la versione romana di quella canzone: “Se mio nonno c’aveva cinque palle, era flipper”:

23.30 Si torna in onda con una domanda: “Oh Daria, ma non si usa più la birra qui?” “Ma certo…portateci due birre!” “E anche un cane, grazie!”.

23.25 Quarto blocco pubblicitario

23.23 Il discorso arriva a Sanremo e Giusti dice di aver preparato la parodia della canzone dei Modà “Perché mi piacciono i testi impegnati”. Tutto questo dopo la pubblicità.

23.22 “Il mondo dello spettacolo andrebbe avanti benissimo senza di me, per questo cerco di fare più cose possibili”, Max Giusti fa autocritica.

23.20 “Affari tuoi è seguito soprattutto da anziani. A volte mi fermano sessantenni per chiedermi l’autografo e dicono: No, ma non è per me: è per mia madre. E chi sei? La figlia di Highlander??”.

23.17 Max Giusti racconta di quella volta che Fabio Capello gli ha rifiutato un autografo. I due si sono incontrati in aereo mentre l’allenatore leggeva un libro. Il conduttore aveva il biglietto della partita della Roma che aveva appena visto, partita che aveva fatto conquistare lo scudetto ai giallorossi. Giusti si avvicina per un autografo e il mister risponde: “Non vede che sto leggendo un libro? Le sembra il momento di disturbarmi?”. “Diciamo che quando se ne è andato via dalla panchina della Roma ho stappato una bottiglia di champagne, ecco”.

23.15 Max Giusti si concentra sulle conseguenze delle dimissioni del pontefice. Prime fra tutte: le reazioni di Anna Oxa “Sono stata esclusa ingiustamente, verrà eletto uno del solito giro, già lo so” e di un aspirante Silvio I “se mi leggete, vi restituirò l’Imu. Ah, voi già non la pagate, è vero”.

23.13 In studio con Daria Bignardi arriva Max Giusti, primo argomento: le dimissioni del Papa che il conduttore non solo televisivo ma anche radiofonico ha annunciato in diretta su RadioRai.

Le Invasioni Barbariche, 20 febbraio 2013: Virginia Raffaele

23.11 La Raffaele chiude l’intervista ancora intimorita dalla Bignardi e ciò la rende ancora più “umana” e deliziosa, a mio avviso. “Non potrò mai fare interviste”, chiosa. Adesso Max Giusti.

23.09 Virginia ci regala una frase nella lingua dei giostrai. Sì, hanno una lingua tutta loro che usano tendenzialmente per prendere in giro i clienti (ma non solo). La Raffaele dice anche che vorrebbe scrivere uno spettacolo sulla storia del luna park dell’Eur.

23.07 Il luna park fondato dalla nonna di Virginia è stato chiuso nel 2007 mandando a casa ben cento famiglie che da quel momento sono senza lavoro. Un grande dolore per lei, dice.

23.04 Con la Minetti Daria non riesce ad ingranare nell’imitazione, quindi la Raffaele le propone un altro personaggio: Belen Rodriguez. Questo il meglio che la conduttrice riesce a fare:

23.00 Daria Bignardi chiede alla Raffaele di darle consigli pratici per imparare a fare imitazioni. La Raffaele accetta e tenta di trasformare la conduttrice in Nicole Minetti:

22.58 “La Minetti è diventata un cult, ormai sei tu più Minetti di lei…” “Ok, adesso non esageriamo!”

22.54 Si torna in onda con le migliori imitazioni di Virginia a Quelli che…

22.49 Durante il suo periodo di gavetta, Virginia si è adattata a qualsiasi incarico. Anche a quello di stuntman. “Ma ero la stuntman meno coraggiosa del mondo, dice”.

22.47 Molti divi dei tempi hanno girato film e spot nel luna park fondato dalla nonna di Virginia. A proposito della nonna, che preferiva farsi chiamare zia dai nipoti, ecco un suo cameo nei film “I soliti ignoti”:

22.45 Alla mamma di Virginia è capitato di dormire anche nelle macchinine degli autoscontri, mentre alla Raffaele capitava spesso di fare i compiti sulla nave dei pirati.

22.43 A quanto sta raccontando la Raffaele, pare che sua nonna fosse specializzata anche in parodie. La mamma di Virginia aveva uno stand (quello dei pesciolini) nel luna park di famiglia. Qui una foto di famiglia:

22.41 Pare che l’estro creativo di Virginia sia nato dalla nonna: un’acrobata cavallerizza circense. Negli anni Cinquanta pare che la madre della genitrice di Virginia abbia fondato il luna park dell’Eur a Roma.

22.40 Virginia Raffaele entra nello studio de Le Invasioni (dalla parte sbagliata tanto per regalare un attimo di tachicardia alla Bignardi). “Benvenuta Virginia, è la prima volta che sei te stessa in tv!”.

Le Invasioni Barbariche, 20 febbraio 2013: Mauro Pagani

22.36 Ma voi lo sapevate che Pagani ha anche fatto il cantante nella vita? L’audio non ve lo posso far sentire via screenshot, ma vi assicuro che si tratta di una cosa piuttosto atroce. Daria Bignardi ha una sola domanda: “Perchè?” “Perchè tutti dentro di noi abbiamo un cretino a cui, ogni tanto, bisogna dare un’ora d’aria”.

22.34 Gianni Boncompagni ha parlato malissimo delle canzoni dicendo che non fossero orecchiabili e che non c’era l’amore: “Se un ragazzo ne canticchiasse una alla sua fidanzata, lei chiamerebbe i carabinieri”. Pagani non sembra particolarmente toccato da questa critica.

22.33 “Tutti dovrebbero avere familiarità con la musica, mio padre mi mise un violino in mano a dieci anni ma non voleva che la musica diventasse la mia professione. E’ stata una grande battaglia”.

22.28 “I talent show si nutrono di carne umana, hanno il solo scopo di creare audience”, questa l’affermazione di Pagani durante un’intervista e la Bignardi gliene chiede ragione. “Perchè i talent show non sempre aiutano i ragazzi, anzi vengono dimenticati dopo un attimo di popolarità. Mi piacerebbe che i talent trovassero il modo di occuparsi di creatività e non solo di grinta, “yeah”, “wow”. Dovrebbero insegnare ai ragazzi a combattere per un repertorio che sentono congeniale. I ragazzi dei talent devono imparare a costruirsi un’identità forte perché la musica è una bellissima lingua per raccontare se stessi”.

22.23 Secondo blocco pubblicitario

22.22 Breve (e condivisibile) predicozzo sul fatto che i ragazzi di talento non debbano bruciarsi sottostando alle regole (sul look o sui brani) imposte da discografiche o affini. Se ne parlerà meglio dopo la pubblicità, dice Daria.

22.20 Momento revival dei migliori frammenti dell’ultimo Festival, per poi parlare della carriera di Mauro Pagani: dai quattordici anni passati con De Andrè ai sette con la PFM.

22.19 Pare che però Pagani, esattamente come Giannino, una facoltà scientifica l’avesse pure iniziata. Durante un esame orale, la docente gli chiede di motivarle il passaggio di un’equazione e al termine del ragionamento di Pagani, gli bisbiglia: “Ascolti, per il suo bene…cambi facoltà!”.

22.17 “E’ vero che tua madre ti rinfaccia spesso di non esserti laureato?” “Sì, l’ultima volta due anni fa ma ce l’ha ancora in mente questa cosa. Solo che io non volevo insegnare…”

22.15 E’ la volta di Mauro Pagani che Fegiz ha definito: “Una sorta di Mario Monti della riviera” per precisione e tecnica. Ovviamente la Bignardi gli fa notare questo complimento chiedendo un commento all’intervistato. La risposta? “Mah, Fegiz è sempre molto carino con me…”

Le Invasioni Barbariche, 20 febbraio 2013: Oscar Giannino apre la quarta puntata

22.13 La chiacchierata si conclude con un sentito “In bocca al lupo” da parte della Bignardi. Giannino congedato, ora Mauro Pagani.

22.11 “Sembrano passati anni dai tempi di Oscar Giannetto…adesso circolano battute come Giannetto mitomane perfetto…come uscirà da tutto questo?” “Ci proverò. Anche se tutto quello che ho fatto di buono, sparisce davanti a questa asfaltatura” “Ah, e cosa ha fatto di buono?” “Ho scritto articoli su qualunque giornale nel corso degli anni” “Ah…”

22.09 “Grillo ha ragione quando dice che l’antipolitica sono gli altri: nel corso degli anni sia da destra che da sinistra hanno aumentato il debito, le tasse, tutto! E’ ovvio che la protesta esploderà e partirà dai paesi, dalle strade”.

22.06 Ecco il parere di alcuni illuminati della politica e del giornalismo italiani su Oscar Giannino: da Giulio Tremonti a Sallusti passando per lei…Daniela Santachè:

22.04 “Maroni mi ha sempre detto che non si sarebbe più alleato con Berlusconi e me l’ha detto fino a trenta minuti prima di allearsi con lui di nuovo. Questa è la coerenza di Roberto Maroni”.

22.01 Piccolo momento familiare in cui Giannino racconta l’ambiente in cui è vissuto e i suoi affetti, come la moglie che oggi ha rilasciato un’intervista a Vanity Fair “Ho letto cose che non mi sono piaciute lì dentro”, questo il parere del giornalista.

21.57 Ora Giannino fa anche l’attore e la Bignardi sostiene che se la cavi molto bene. Comunque il giornalista (e fino a ieri sedicente economista) ammette: “Il mio è stato un autogol clamoroso”.

21.52 Primo blocco pubblicitario

21.51 La vera rivelazione scoppia ora: Oscar Giannino ha fatto i provini per lo Zecchino D’Oro, ma fu scartato barbaramente. “Ci provai l’anno di Popof, ma non andò bene. Comunque mi misero nel coro dell’Antoniano, quell’anno”. Battuta o no, io ci voglio credere.

21.50 Anche lo spettro di Berlusconi aleggia sul passato di Oscar Giannino: “L’ho votato ma dopo una serie di delusioni, sono diventato durissimo nei suoi confronti e non lo voterei più. Soprattutto da due anni a questa parte. E’ la quinta volta che promette le stesse cose senza mai averle mantenute, adesso basta!”.

21.48 “E quindi come si sposano i principi di trasparenza di Fare per fermare il declino con quello che ha fatto lei?” “Era dadaismo”. Ah beh, allora.

21.46 “Una delle massime che le è sempre piaciuto ricordare è: Senza master potete al massimo andate a rubare sui treni, con un master, invece, potrete rubare anche di più, ma dopo aver fondato una ferrovia. Capisce che adesso fa un po’ ridere questa dichiarazione?”, l’implacabile Daria Bignardi colpisce fortissimo il malcapitato Giannino.

21.44 “Avrà vissuto con un bel peso…” “No, in realtà no perché non esercitavo nessuna professione conseguente a queste lauree. E poi mi piace sfottere i professori da sempre, non ho mai perso questo gusto”.

21.42 Nel 2011 su Wikipedia c’era stato un gran dibattito sulle lauree di Giannino che in realtà non esistevano. Vi pare che Daria Bignardi potesse non tirare fuori questa info dal cilindro? La risposta di Giannino è: “Non me ne ero accorto perché non uso Wikipedia, altrimenti avrei gestito prima la faccenda”.

21.39 “Cos’è successo di preciso?” “E’ successo che ho dato esami di giurisprudenza ed economia senza conseguire mai la laurea, un po’ ci ho giocato, un po’ me le hanno attribuite e si è arrivati al fraintendimento. Però sono uscito col massimo dal liceo classico”. “Sicuro? guardi che controlleranno anche quello, eh?”, lo incalza la Bignardi.

21.38 “A me la politica piace, poi più avanti vedremo”, resta enigmatico Oscar Giannino.

21.36 “Ma lei ha lasciato definitivamente la politica?” “Avevo deciso di dimettermi già lunedì, appena è scoppiato il caso, oggi ho formalizzato ufficialmente la cosa. Non credo che finirò in Parlamento, comunque deciderò cosa fare dopo aver visto i risultati di lunedì. Mi hanno chiesto di rimanere ma la mia decisione, per quanto riguarda le dimissioni, è irrevocabile”.

21.34 Il primo ospite della puntata di oggi è (forse) il più atteso: Oscar Giannino, novello ex leader del movimento Fare per fermare il declino a causa di una serie di titoli studio che vantava senza averli mai conseguiti.

Le Invasioni Barbariche, 20 febbraio 2013: L’Agenda di Geppi Cucciari

21.32 “Sta per arrivare Oscar Giannino, un uomo che non ha scheletri nell’armadio perchè se li avesse si vestirebbe meglio, probabilmente”. Così Geppi conclude la propria Agenda e dà l’appuntamento a “mercoledì scorso”.

21.31 “Allora Daria, Urbano Cairo ha comprato La7, io e te non sappiamo che fine faremo ma tu hai già cominciato a portarti avanti cominciando a ballare, cantare e recitare qui a Le Invasioni. Quale altra musa vorrai brutalizzare stasera?” “Stasera farò imitazioni”.

21.29 “Si è dimesso anche il Papa, dice che si ritirerà in un posto in cui nessuno potrà più vederlo: il pomeriggio di La7 (e parlo per esperienza personale). Già pronto il titolo del programma: “I Menù di Benedetto”.

21.28 Dopo essersi chiesta cosa faccia Daria Bignardi quando non va in onda (oltre a prendere a pugni sul muso ferocissimi squali avendo la meglio su di loro), Geppi ricommemora la settimana partendo dalla pioggia di meteoriti in Russia: “Lì la chiamano pioggia di meteoriti, da noi si chiama campagna elettorale”.

21.26 E’ subito il momento di Geppi Cucciari che ci racconta i due o tre fatti di relativa importanza che sono capitati durante la settimana saltata del Le Invasioni Barbariche. Pronti per il Bignardino della settimana?

21.24 Con un ritardo di ben quattordici minuti comincia la quarta puntata de Le Invasioni Barbariche. “Bentornati, siamo in diretta ed è appena tornato da Roma in treno Oscar Giannino che poche ore fa si è dimesso dal suo movimento”, così Daria Bignardi accoglie il proprio pubblico.

Manca pochissimo all’inizio della quarta puntata de Le Invasioni Barbariche con Daria Bignardi. Questa sera vedremo ben cinque interviste ad altrettanti personaggi di spicco del mondo dello spettacolo e della politica italiani. Si preannuncia imperdibile la chiacchierata di Daria con Virginia Raffaele (questa sera eccezionalmente senza Ubaldo Pantani), ma interessanti saranno anche le interviste ad Annalisa Scarrone e Mauro Pagani, reduci da Sanremo. La Bignardi ci regalerà anche una chiacchierata con Max Giusti e, per quanto riguarda il fronte politico, la conduttrice si dimostrerà decisamente sul pezzo con il personaggio più chiacchierato del momento: Oscar Giannino, reo di essersi inventato qualche titolo di studio di troppo (o almeno così parrebbe) e novello ex leader del partito Fare per fermare il declino proprio per via di queste polemiche. Appuntamento alle 21.10 con Daria Bignardi, le sue Invasioni Barbariche e Geppi Cucciari su La7 ma anche qui su TvBlog per il nostro consueto e dettagliatissimo live. A fra poco!

Dopo il break sanremese torna questa sera nel primetime di La7 l’inossidabile Daria Bignardi con le sue Invasioni Barbariche. La conduttrice che ha regalato un cagnolino a Mario Monti per renderlo più empatico, per la quarta puntata del proprio format ha organizzato cinque succose interviste a personaggi di spicco del mondo dello spettacolo (ma non solo) italiano e sarà, come ormai d’abitudine, accompagnata da Geppi Cucciari.

Questa sera sfileranno sotto i nostri occhi (e sotto le grinfie della Bignardi) cinque nomi più o meno illustri: da Oscar Giannino, nella bufera dopo la scoperta del suo finto master a Chicago, Mauro Pagani, Max Giusti, Virginia Raffaele e Annalisa, quella che arriva da Amici ma non ha vinto Sanremo (e, anzi, non si è nemmeno piazzata sul podio del Festival. Meritatamente?).

Sono particolarmente curiosa di vedere come si gestirà Geppi Cucciari che nella scorsa puntata si era sdoganata dai cinque minuti iniziali della sua Agenda intervenendo spesso e volentieri anche nel corso delle interviste della Bignardi. Memorabili le sue domande a Mario Monti che, per quanto non sia riuscito a risultare particolarmente empatico, almeno ci ha strappato qualche risata.

Le Invasioni Barbariche: Anticipazioni e live della quarta puntata su TvBlog

Ora che sapete tutto, non vi resta che decidere se guardare con me Le Invasioni Barbariche questa sera a partire dalle 21.10 nel primetime di La7. Daria Bignardi vi aspetta e anche qui su TvBlog troverete un dettagliatissimo live per assicurarvi di non perdervi nemmeno un minuto delle interviste di stasera. Commentiamo insieme?
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013

Le Invasioni Barbariche – 20 febbraio 2013

Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013
Le Invasioni Barbariche - 20 febbraio 2013

Ultime notizie su Daria Bignardi

Tutto su Daria Bignardi →