• Tv

Ballando con le Stelle 2020, il ‘populismo’ nuoce gravemente (anche) agli show: Mariotto esonda, dal cast le uniche speranze

Ballando con le Stelle 2020 ha inizio: 13 coppie, una in stand-by per positività, ma si comincia.

20.35 – 00.49: già questo basterebbe come commento alla prima puntata di Ballando con le Stelle 15. Il merito di questa edizione è nella determinazione con cui Milly Carlucci ha voluto si facesse, soprattutto per non vanificare mesi di lavoro da parte di quanti fanno parte del progetto. Per il resto Ballando sembra ormai essere l’ombra di se stesso, ridotto a una sostanziale commedia dell’arte (aspetto che in sé, in fondo, non è poi tanto negativa) che si muove intorno a un canovaccio con personaggi che hanno tutti ormai definiti i propri ruoli in commedia. La danza, la crescita, lo sforzo sembra sempre più in secondo piano, scalzato da frecciatine, gossip, concorrenti scelti per far discutere (sia meritoriamente, come nel caso di Vittoria Schisano, sia evitabilmente, come Alessandra Mussolini). La scintilla viene aizzata più che dalla tecnica di ballo dalle polemiche stuzzicate da giudizi tranchant che spesso con l’esibizione non hanno proprio nulla a che fare e anche battutine di dubbio gusto da parte soprattutto degli estremi del banco giuria, che sembrano dimenticare che le battutine da bar sport sono ormai superate e anche fastidiose. Il talent scompare, ma del resto ormai Ballando viene definito un dance show, in cui la danza è ridotto sempre più a un mero spunto per altro.

Detto questo, la barra dritta sullo spirito iniziale del programma lo mantiene solo il presidente Carolyn Smith, con Canino che si conferma il più lucido, moderato, focalizzato nella gestione del talent e dello show. Per il resto ognuno, come dicevo, ha il suo proprio ruolo in commedia e c’è anche chi punta all’one man show, come Guillermo Mariotto, che in questa prima puntata ha davvero esondato. Più che Ballando con le Stelle è diventato “Parlando con Mariotto”: ci auguriamo sia l’entusiasmo del debutto, altrimenti si regge poco. E i voti dati per fattori extra-esibizione sono insostenibili: di Amici ce n’è già uno.

La speranza viene dal cast: se riesce a mantenere l’unico vero ruolo che ‘spetta’, ovvero l’impegno nella gara, ed evita di cadere nel trappolone della parte talk (che incredibilmente si pensa sia più coinvolgente del resto) allora ci sono ottime possibilità di una buona edizione. La classe di Tullio Solenghi, l’ironia di Costantino della Gherardesca, la determinazione di Barbara Bouchet, il magnetismo della Celentano, l’esempio della Schisano, la grinta della Sastri (che farebbe bene a non farsi usare come una De Sio 2), anche la ‘piacioneria’ di Conticini possono essere buoni viatici per un’edizione serena. La Mussolini è in cerca di autore, mentre Ninetto Davoli dovrà imparare rapidamente la differenza tra sala prove e sala ballo: certe uscite, per quanto ‘veraci’, non sono accettabili in tv.

E in tv non sono accettabili neanche certe ‘ipocrisie’, come il finto pubblico moltiplicato digitalmente, spacciato per live, con tanto di ringraziamenti finali per il sostegno (Ma perché? E se invece è vero, giocatevela tecnicamente meglio, perché non si capisce…) e quella pantomima dei plexiglass messi tra i giudici (con Zazzaroni sempre pronto a scavalcarli) e soprattutto tra le coppie in gara: sono stati insieme, giustamente, per tutta la sera nella Sala delle Stelle e poi li si divide in studio “per dare un messaggio ai telespettatori”? Ma quale? Non è stato sufficientemente spiegato in ogni dove che tutto il cast è sottoposto a rigidi controlli? Non si è visto condividere la Sala delle Stelle? Che senso ha il plexiglass a fine serata se non quello di confondere e depotenziare tutto il racconto sulla sicurezza fatto fino ad allora? Onestamente, mi sfugge.

E a proposito di senso, mi domando ancora quale sia quello dei Tribuni del Popolo, noti anche come Anti-Giuria. Parto dall’inaccettabilità di un nome come quello: le parole sono importanti e Tribuni del Popolo non si può sentire, tanto più che l’ironia, per quanto appartenga alla Carlucci, non sembra appartenere ai tre (se non a Ippoliti, peraltro ‘usato’ malissimo). La Erra diventa una via di mezzo tra il ‘social corner’ e ‘la voce della Carlucci’, che infatti chiama in causa i tribuni quando è in disaccordo con la giuria. La Carlucci regna, non c’è dubbio, ma il ‘popolo’ lasciatelo ai sovrani, o meglio riportiamolo al suo vero significato, scevro di demagogie. In più nell’economia del racconto l’antigiuria risulta inutile e persino dannosa, anche per quel ‘favore’ concesso nella intromissione sull’assegnazione del Tesoretto e, ancor di più, per quell’arrotondamento a favore nel caso di divisione dei voti. Siamo davvero alla ‘captatio benevolentiae’ verso il pubblico, che peraltro perde il televoto. Ed è questa forse la mossa più ‘coraggiosa’ dell’edizione e forse anche quella che ne evidenzia di più la fragilità: non sarebbe facile gestire televoti che coinvolgessero coppie che risultassero a un certo punto positive. Meglio lasciare tutto ai social, gratuiti e senza impegno.

La prendo troppo sul serio? Può essere. Ballando è intrattenimento, certo, ma è anche un marchio, un format, una cornice che nel tempo si è infragilita sotto il peso delle chiacchiere. E poi dopo quattro ore di diretta tutto diventa terribilmente serio…

Ballando con le Stelle 2020, diretta prima puntata

  • 20.11

    Si scaldano le scarpette…

  • 20.30

    Collegamento col Tg1: in studio Allegri. A distanza di sicurezza.

  • 20.37

    Quasi non ci credo di essere qui. Avevamo un appuntamento alla fine di marzo, ma è successa una tragedia collettiva in Italia. Sono stati mesi in cui abbiamo sperato di tornare davanti alle telecamere, anche per sostenere i tanti lavoratori che vivono di questo. […] Devo ringraziare tutta la squadra, che ha creduto davvero che ci fosse la lucetta in fondo al tunnel”: il discorso di Milly, eccezionalmente di bianco vestita, contro la sua regola del total black. Pubblicità.

  • 20.43

    Applausi registrati, tavoli sparsi ovunque, tutto lucido. E tutto bianco. “E’ stato davvero difficile. Mi sembra di essere Colombo che bacia la terra dopo essere arrivato. Abbiamo visto la sofferenza dei nostri fratelli e delle nostre sorelle e noi eravamo chiusi in casa senza poter far niente”. La Carlucci continua a ringraziare. “Noi portiamo un po’ di sorrisi a casa, siamo dei giullari della società, non salviamo il mondo, ma come disse Madre Teresa tutti noi possiamo fare piccole cose con il cuore e noi il cuore ce lo mettiamo tutti quanti”. Ok iniziamo va….

  • 20.45Si pre

    Si presentano le coppie.

  • 20.46

    Costantino si fa riconoscere.

  • 20.46

    Adoro la Carlucci… la adoro….

  • 20.47

    La Carlucci fa il punto sui positivi: Daniele Scardina è in studio dopo il doppio negativo, mentre ci si collega con Samuel Peron a casa (“ma la frustrazione è che non ha avuto febbre…”… no Milly no…).

  • 20.50

    Giuria col plexiglass che ga un po’ sportelli Poste…

  • 20.51

    Niente televoto telefonico quest’anno, solo voto

  • 20.52

    Antonio Razzi, Rossella Erra e Gianni Ippoliti sono i ‘Tribuni del Popolo’, l’antigiuria. Ecco, Razzi prima del Referendum sul taglio dei parlamentari mi sembra scorretto…

  • 20.53

    Mi sa che dell’Antigiuria si poteva fare a meno.

  • 20.54

    Sala delle Stelle spostata nell’atrio del Foro Italico, più grande e vicino alle uscite…

  • 20.56

    In un’altra sala un pubblico di appassionati di ballo… Ma è virtuale, no?

  • 20.58

    Prima coppia in gara: Tullio Solenghi e Maria Ermachkova in un Charleston. Commenti un po’ tutti positivi, meno il cavalier Mariotto che lo considera troppo ‘conservativo’. Zazzaroni 6, Canino 6, Smith 6, Lucarelli 7, Mariotto 1 (vabbè iniziamo subito). Totale: 26.

  • 21.19

    Seconda coppia, il pugile Daniele Scardina e Anastasia Kuzmina in una salsa. Per loro una clip che ripercorre i giorni della positività… “Mi sento vivo dopo tanto tempo lontano dai riflettori” dice Scardina. Zazza 6; Canino 6, Smith 7, Lucarelli 6, Mariotto 8 = 33.

  • 21.31

    Lina Sastri e Simone Di Pasquale, terza coppia. Carolyn la massacra un pizzico per la sua visibile paura, seguita dalla Lucarelli. Basta che non si ripeta il copione De Sio, o almeno non si punti a quello. Ma la Sastri è di un’altra pasta. Zazzaroni che commenta la tammurriata come danza macabra però…
    Totale 20 punti.

  • 21.45

    Si presenta Massimiliano Allegri, Ballerino per una Notte. Per lui un tango.

  • 21.52

    Cioè Rossella Erra dell’antigiuria è diventata di botto l’angolo social…

  • 21.53

    Si sta ragionando da mezz’ora sulla lingua da fuori di Scardina che le è valso un 8 da Mariotto. Gli anni passano, i commenti no: e certe cose danno fastidio da qualsiasi parte arrivino.

  • 21.55

    Quarta coppia: tocca a Ninetto Davoli con Ornella Boccafoschi e la sala delle stelle impazzisce. C’è grande tifo e grande affetto, mi sembra di capire.

  • 22.06

    Ninetto Davoli ce la mette tutta e alla fine è spompato. Ma è stato davvero bravo a fare show, al netto del ballo. Smith un po’ delusa dalla performance.

  • 22.10

    La Lucarelli che dice a Davoli di togliersi la maschera per non gigioneggiare. “Ma io sono gigione! Io sono una macchietta! Io sono qui perché mi vojo diverti’, non per essere ballerino… Nun me ne frega niente!”. No, Ninetto, non cadere nel trappolone.

  • 22.12

    Zazza 4, Canino 3, Smith 3, Lucarelli 2, Mariotto 0 = totale 12 punti per Ninetto. Cioè in questo programma di ballo c’è sempre meno e l’unico che fa show, sorrisi, leggerezza prende 0 dal più macchiettistico di tutti? Ma no, su.

  • 22.16

    “Mariotto ormai è come Marina Abramovich: i suoi non sono più giudizi, ma performance”: come dare torto a Matano.

  • 22.18

    Antonio Catalani e Tove Villfor: lui è in quota ‘boni’. Quindi pronti ai commenti evitabili di Mariotto. Ma anche di Zazzaroni, che si complimenta con la campagna acquisti, visto che anche Tove è una new entry. “Mi ha rimesso al mondo” dice. Per loro solo 10.

  • 22.29

    Siamo alla sesta coppia: io non ne posso già più. Bouchet – Oradei in un Charleston. Zazza si lamenta della lentezza. Parlando con una 77enne… Zazza 4, Canino 4, Smith 4, Lucarelli 3, Mariotto 0 = 15 punti

  • 22.39

    No, i tribuni del popolo non li reggo. “66 milioni di italiani e hanno trovato questa…” dice Mariotto gelando la Erra. Ecco, confesso che ho apprezzato.

  • 22.42

    Paolo Conticini e Vera Kinnunen settima coppia. Conticini ha temuto per la sua salute. Ma non capisco se per il virus o per altro… Per loro un Foxtrot.

  • 22.49

    Anche la standing ovation: Milly parla di un trucco grafico per tenerli vicini. Ma quanto sono in diretta?

  • 22.51

    Grandi lodi per Conticini. Zazza 7, Canino 7, Smith 9, Lucarelli 9, Mariotto 10. Totale 42. Vabbè, abbiamo un vincitore. Lo dice anche Mariotto.

  • 22.58

    Elisa Isoardi e Raimondo Todaro: ormai siamo all’artiglieria pesante. Stanno insieme? Non stanno insieme? Ma anche… E però si va di tango, casualmente. Ma è volerle male.

  • 23.04

    Ribadisco: iniziare con un tango è una cattiveria verso la Isoardi, che non segue quella povera anima di Todaro, che cerca in ogni modo di guidarla. L’ha dovuta trascinare…

  • 23.09

    “Toglierei tutta la parte di plastica per i giornali e andrei avanti”: brava Selvaggia. Anche a difendere il piacere della forchetta di Elisa.

  • 23.12

    “E’ una prova di resistenza emotiva” dice Milly alle coppie che devono ancora esibirsi. No, Milly, è una prova di resistenza per chi sta a casa.

  • 23.12

    Vittoria Schisano e Marco De Angelis. E la Schisano ha già vinto con la sua clip. La loro salsa direi che conquista.

  • 23.19

    “Per essere felici ci vuole coraggio. Spero riescano a esserlo anche nei vari Caivano nel mondo” dice Canino. Eh sì.

  • 23.20

    35 punti per Vittoria. Mariotto dà 3, Zazzaroni contesta.

  • 23.21

    E siamo alla decima coppia: io sono esausta… Meno male che arriva Costantino con Sara di Vaira. Ecco perché era coperto… E’ subito show. Date una vittoria a quest’uomo.

  • 23.27

    Ma qui c’è solo da dare 10 ad libitum. Pure la ceretta completa fatta dalla Di Vaira…

  • 23.34

    “Ci sarà una performance ogni settimana? Posso fare una richiesta? L’Esorcista” chiede Canino. Adoro. La Lucarelli dice che è grottesco e vuole che la prenda sul serio. Come Davoli. “Ma dovendo competere con bei ragazzi devo essere divertente…” rispode Costa.

  • 23.35

    Zazza 1; Canino 6; Smith 5; Lucarelli 6; Mariotto 8 = totale 26 punti. Poteva andare peggio.

  • 23.38

    Rosalinda Celentano e Tinna Hoffmann, altra coppia molto attesa. E Rosalinda racconta come ha vissuto il lockdown, senza fare prove a distanza e poi la positività di Peròn.

  • 23.43

    Per loro un gran bel Paso Doble, per danza e scenografia, costumi, coreografia. Da Carolyn lodi lodi per esibizione e coreografia.

  • 23.47

    E dopo questo inizio ha ragione Zazzaroni (incredibile): sarà difficile far entrare Peròn. Ma poi ovviamente dice la… “Votiamo una coppia che poi svanisce?”. Gli ricordano che deve votare l’esibizione, non la coppia. E il plexiglass non è un appoggio.

  • 23.49

    “Adriano Celentano mi fa pensare ad Anna O…x….a, a cose inedite”: fermatelo. Totale per loro 40 punti, col 10 di Mariotto.

  • 23.50

    Penultima Alessandra Mussolini con Maykol Fonts. Dopo la pubblicità.

  • 23.57

    Finito anche il Tg1 60 secondi si torna a Ballando. “Scusate, ma gli uomini hanno mai comandato?” dice allusiva la nipote di Benito Mussolini.
    Ho voglia di spegnere la tv e andare a dormire.

  • 00.03

    Non so cosa pensare né di questo ballo/coreografia (che trovo onestamente inopportuna, per quanto debba essere una bachata sensual), né di questa partecipazione… ci penserà la giuria. Niente, alla Smith è piaciuto il movimento di Bachata.

  • 00.08

    “Io mi sto a divertire come una scimmia” dice Mariotto. Ce ne siamo accorti. Ma anche basta.

  • 00.09

    “Cosa sei venuta a fare?” dice la Lucarelli.
    “Sono venuta a ballare con questo bel fustacchione!” risponde la Mussolini.
    “Smettila di fare la popolana, che lo fai sempre e la butti in caciara. Sei una donna con carattere, di una certa età, vieni con questo vestitino sbarazzino…”
    “Le donne non hanno età. Tu sì. Io non voglio fare altro che ballare con questo fustacchione qua…”.

    Santa pace.

  • 00.13

    La difesa della Mussolini arriva da Matano e non dall’antigiuria. Voti totali 31 punti.

  • 00.13

    Gilles Rocca e Lucrezia Lando, ultima coppia. Paso Doble con tante prese e troppa roba per Carolyn. Voti totali 24 punti.

  • 00.14

    Siamo prossimi alle 4 ore di diretta. Questa 15esima edizione patisce più delle altre: il gioco della giuria è sgamato, la giuria – a eccezione di Smith – non vota più il ballo per nulla, Canino è l’unico davvero focalizzato e lucido, Mariotto è prigioniero di se stesso ed è stucchevole, Zazzaroni continua a fare osservazioni davvero sorprendenti e con Mariotto si gioca la palma del commento più inadatto e, diciamolo, dal sapore ‘sessista’, figlio di un modo ormai vecchio di vedere il mondo, maschile e/o femminile che sia. L’antigiuria poi è inutile e dannosa, di certo più del triste pubblico fake.
    Per fortuna ci sono i concorrenti, più presenti al programma di tutti gli altri.

  • 00.21

    Classifica tecnica provvisoria. La votazione social intanto continua, ma sarà interrotta dopo il ballo di Allegri.

  • 00.24

    Eccolo Allegri in un tango non sensuale, su una base inimmaginabile, Rule the World dei Coldplay. Mah. Sì Milly, due ore. Ti crediamo.

  • 00.27

    Chiuso il televoto social.

  • 00.30

    Mariotto dà 10 ad Allegri per la sua bocca. A me stona. In qualche universo parallelo potresse suonare come una forma di Sexual harassment… In tutto 49 punti che Matano assegna alla Celentano, che era già in seconda posizione e va in prima.

  • 00.30

    MA I TRIBUNI DEL POPOLO POSSONO CONFERMARE MATANO O DIVIDERE IL TESORETTO CON UN’ALTRA COPPIA. I tribuni scelgono di smezzarlo con Ninetto Davoli. E nella divisione l’arrotondamento va a favore del votato del popolo. Il populismo anche qui no…

  • 00.32

    La classifica tecnica è la seguente.

  • 00.33

    Si sommano i voti tecnici con quelli social. Intanto arrivano i plexiglass per dividere le coppie, che erano tutte insieme in sala delle stelle: certe ipocrisie risparmiatevele, tanto più che sono ore, giorni, settimane che ripetete di essere ‘tamponati’ e controllati. Queste uscite finiscono di far perdere significato al messaggio che volete dare a casa. Fino a mo’ hanno ballato e sono stati insieme in sala e ora il plexiglass? Non ha senso.

  • 00.38

    Allo spareggio, perché hanno avuto meno voti tra tecnica e social, Paolo Conticini (e non ci posso mai credere) ed Elisa Isoardi.
    Ma il “Te vojo ammazza’” di Davoli a Mariotto, qualsiasi sia lo spirito, non si può sentire.

  • 00.41

    Pubblicità.

  • 00.46

    “Il pubblico! Grazie! Siete fantastici! Ci avete sostenuto per tutto il tempo!” dice Milly: ma che davero? Ma sembra una parodia.

  • 00.49

    Conticini e Isoardi non vanno allo spareggio ma sono primi e secondi: hanno un bonus di 10 punti per la prossima puntata. Bene, bravi, bis. Ma la puntata è durata 4 ore e 15. Non aggiungo altro…

Ballando con le Stelle 2020, si parte: Milly Carlucci non conosce ostacoli

Volli, sempre volli, fortissimamemente volli“: potrebbe essere questo il sottotitolo dell’edizione 2020 di Ballando con le Stelle, la quindicesima nella storia della tv italiana, la prima in epoca COVID, al via questa sera, sabato 19 settembre, su Rai 1 dalle 20.35. Sarebbe dovuta iniziare a marzo, ma la pandemia e il lockdown ha fermato tutto, nonostante lo strenuo tentativo del generale Carlucci di non mettere in panchina la sua creatura. Un tentativo condiviso anche dal direttore di Rai 1, Stefano Coletta, che in conferenza stampa ha definito questa edizione un vero e proprio parto. Ma la vittoria è vicina: come dichiarato dalla padrona di casa nell’intervista concessa a TvBlog a margine della presentazione, la vera vittoria è andare in onda, al netto di qualsiasi ‘sfida Auditel’ possa esserci in questo sabato sera che cerca di conquistare una normalità in un Autunno tv decisamente anomalo.

Finalmente, quindi, si scende in pista: le misure anti-Covid lasciano il pubblico fuori dal Foro Italico, ma le novità in questa edizione non mancano. E allora facciamo il punto su questo Ballando con le Stelle 2020, in attesa di seguire live la prima puntata, come sempre su TvBlog.

Ballando con le Stelle 2020, anticipazioni prima puntata

Per il debutto Milly Carlucci fa scendere in campo come Ballerino per una Notte l’ex allenatore della Juventus Massimiliano Allegri.

Al momento risulta ancora positivo Samuel Peron, maestro assegnato a Rosalinda Celentano. Ma Milly Carlucci non si è persa d’animo e ha confezionato una coppia destinata a far parlare di sé, facendo gareggiare la Celentano con la maestra danese Tinna Hoffman.

La Carlucci, inoltre, non rinuncia al momento ‘suspense’ per l’apertura della prima puntata: solo a inizio diretta, infatti, si saprà se Daniele Scardina, dopo il doppio tampone negativo, scenderà in pista.

Ballando con le Stelle 2020: le coppie, la gara, le giurie

Come dicevamo, sono 13 le coppie in gara: per permettere lo svolgimento delle prove e delle gare, concorrenti, maestri e staff sono sottoposti a continui tamponi e controlli, in modo da evitare la diffusione del Coronavirus.

Le coppie di Ballando con le Stelle 2020

Vediamole di seguito:

  1. Barbara Bouchet – Stefano Oradei
  2. Lina Sastri – Simone Di Pasquale
  3. Rosalinda Celentano – Samuel Peron/Tinna Hoffman
  4. Vittoria Schisano – Marco De Angelis
  5. Elisa Isoardi  – Raimondo Todaro
  6. Alessandra Mussolini – Maykel Fonts
  7. Tullio Solenghi – Maria Ermachkova
  8. Ninetto Davoli – Ornella Boccafoschi
  9. Paolo Conticini – Veera Kinnunen
  10. Daniele Scardina* – Anastasia Kuzmina
  11. Antonio Catalani – Tove Villfor
  12. Costantino della Gherardesca – Sara di Vaira
  13. Gilles Rocca – Lucrezia Lando

Le Giurie

Per movimentare un po’ il clima, così tranquillo del resto, quest’anno alla Giuria capitanata da Carolyn Smith e composta dagli immarcescibili Guillermo Mariotto, Fabio Canino, Ivan Zazzaroni, Selvaggia Lucarelli, la Carlucci ha aggiunto un’Antigiuria,  ovvero “tre voci del popolo” che avranno la possibilità di contestare le votazioni e in una fase della gara di smentirle premiando qualcuno dei concorrenti ‘maltrattati’ dai giudici. Insomma, pare ci sia una crisi di rappresentatività anche nell’alveo del dance show di Rai 1.

A bordopista si confermano Alberto Matano e Roberta Bruzzone.

La gara

Al netto delle opinioni e dei voti della Giuria togata e dei ‘salvataggi’ dell’Antigiuria popolare, il giudizio finale su eliminazioni e promozioni spetta sempre al pubblico da casa che può votare le proprie coppie preferite direttamente sui canali social ufficiali di Ballando con le stelle.

Le prove di danza sono sempre incentrate sui balli sportivi, dai caraibici agli standard, passando per i latino-americani e per le prove a sorpresa. Come sempre, il tesoretto raccolto dal Ballerino per una Notte sarà poi assegnato a una delle coppie in gara. Ad accompagnare le esibizioni, la musica dal vivo di Paolo Belli e della sua Big Band. E se volete studiare tutto il meccanismo, non vi resta che andare al Regolamento…

 

Ballando con le Stelle 2020, come seguirlo in diretta e in live streaming

Ballando con le Stelle va in onda ogni sabato dal 19 settembre alle 20.35 su Rai 1 e Rai 1 HD (501). Inoltre è visibile in live streaming sul portale RaiPlay, dove poi è disponibile on demand.

Ballando con le Stelle 2020, second screen

Il second screen è un aspetto fondamentale di Ballando con le Stelle visto che dai canali sociali ufficiali del programma si possono votare le coppie preferite. Intanto il programma ha un sito ufficiale, una pagina FB, un account Twitter e un profilo Instagram. Da quest’anno gli hashtag sono #BCLS e #BallandoConLeStelle.

I Video di TvBlog