Da noi… A ruota libera, una solare e garbata Francesca Fialdini intervista gli ospiti rifuggendo il gossip

Da noi… A ruota libera torna il 13 settembre 2020 su Rai 1: anticipazioni puntata e recensione

E’ tornato “Da noi, a ruota libera”, il programma condotto da Francesca Fialdini che ha scelto di aprire questa puntata con Giovanna Botteri, Cesare Bocci e Daniele Iattarelli, odontoiatra divenuto simbolo del nubifragio di Verona con la foto virale in cui è ritratto con l’acqua alla gola.

Puntata in diretta per questa nuova stagione che si è aperta nel miglior dei modi con l’intervista a Giovanna Botteri, giornalista e inviata Rai, che per prima ci ha raccontato quanto stava avvenendo in Cina, primo Paese colpito dalla pandemia del Coronavirus, diventata poi anche triste realtà da noi. Personalmente, avrei ascoltato Giovanna Botteri per ore, per la sua capacità di raccontare in maniera appassionata la sua esperienza di inviata, senza retorica, senza insegnamenti ma proprio con lo scopo (vincente) del racconto. Attraverso le domande di Francesco Fialdini abbiamo anche scoperto un lato più personale della Botteri, madre e sempre presente per la figlia, nonostante i km di distanza per via del lavoro della donna.

Cesare Bocci, il secondo ospite, è stato festeggiato (letteralmente) in studio perché proprio oggi è il suo compleanno. Video di amici, un collegamento in diretta con la sua insegnante di Ballando con le stelle, Alessandra Tripoli, e una torta su cui soffiare ed esprimere un desiderio, rigorosamente segreto.

Ultimo ospite, poi, Daniele Iattarelli, diventato simbolo per il nubifragio che aveva colpito Verona a fine agosto. Un racconto in prima persona per far parlare, in prima persona, chi ha coperto le prime pagine dei giornali e la cronaca. Finale “a sorpresa” con immagini di una giovane Fialdini inviata di “A sua immagine” utile però a ribadire il concetto reale della bellezza, ripreso anche dall’ospite Giovanna Botteri: essere se stessi, unici, senza sottostare a regole e modelli imposti da altri. La meraviglia di essere unici, citando così anche la sigla del programma, Meraviglioso, dei Negramaro.

Da noi… a ruota libera mette al centro del racconto la vita degli ospiti e rifugge (scelta vincente) la carta del gossip, interessato più a conoscere altre sfumature di chi si ha di fronte. Nessuna morbosità, nessun desiderio di fare domande scomode e rischiosamente banali.

Un programma garbato e misurato, con una conduzione non sopra le righe ma, piuttosto, in sottrazione rispetto all’ospite che si sta ascoltando.

  • 17.15

    In diretta, Francesca Fialdini anticipa gli ospiti di questa puntata con un giovane ragazzo, ospite fisso, al pianoforte. Oggi ci saranno Giovanna Botteri e Cesare Bocci

  • 17.21

    Meraviglioso sarà la canzone colonna sonora di questa edizion, nella versione dei Negramaro. “Come girare la ruota nel verso giusto?”. Siamo negli studi Fabrizio Frizzi.

  • 17.22

    Giovanna Botteri è la prima ospite di questa puntata. “Applauso virtuale per lei”. Che sia un buon esordio per tutto, augura la giornalista. “Come si sta da donna in prima linea?” “Non ti accorgi di essere in prima linea, l’unico è problema è riuscire a raccontare la storia” racconta.

  • 17.26

    “Per me il nuotare è sempre stato un momento di distacco, ultimamente hanno chiuso le piscine… forse ascoltare la musica… parlare con un’amica o amico…” il tempo libero della Botteri.

  • 17.26

    Si parte dalla città di Parigi. E’ nata sua figlia e lei è andata a studiare alla Sorbona. “Quando diventi madre è una cosa incredibile, fare un salto”

  • 17.29

    Rivediamo delle immagini di un fuori in onda e di una messa in onda. Lei che chiede la linea per l’arrivo del carrarmato americano che entra nel centro di Baghdad.

  • 17.30

    “E’ il momento da libro di storia, i carroarmati entrano nella piazza e tirano giù la statua del dittatore. E’ importante far vedere, sentire, assistere a quel momento”

  • 17.32

    Passiamo a Melania Trump, first lady. Cosa le chiederebbe? “Nasce a 20 minuti da Triste, una domanda da vicine di casa che conoscono molto bene dove l’una e l’altra sono cresciute… la seconda è questo figlio che lei ama moltissimo e per cui sta facendo molti sacrifici… E la terza è “Ma come diavolo fa?”” spiega, ironizzando nel finale.

  • 17.34

    “Gli americani amano il suo non protagonismo, moderatezza e tristezza che leggono nei suoi occhi. E questo suo attaccamento al figlio”.

  • 17.35

    “Io ho l’illusione di esserci sempre stata per mia figlia, anche quando non c’ero fisicamente, di averla fatta sempre sentire al primo posto” racconta.

  • 17.39

    Racconta di momenti di sconforto avuti nella sua carriera da cui ci si riprendere per i colleghi che hanno lottato e, a volte, perso la vita (come Ilaria Alpi). “Abbiamo cercato tutti di essere ancora più presenti…” La Botteri spera che si sappia la verità sulla giornalista uccisa insieme all’operatore.

  • 17.40

    Si passa al Covid. Lei, per prima, ha vissuto, in Cina, il lockdown. “E’ stata dura perché è successo in Cina, un paese grande, complicato, difficile. Sono una straniera in quel Paese. Annunciano che è iniziata una nuova guerra, che io non conosco, che il nemico non lo vedi… più essere ovunque. Tutti abbiamo vissuto una città immensa di 24 milioni di persone diventare città fantasma”. Rivela di aver cercato di organizzarsi in ufficio: hanno comprato un immenso frigo, riempito e si sono chiusi in questo ufficio attivando una rete di informazione capillare.

  • 17.43

    “I primi giorni sono stati paurosi: avevamo paura di portare il contagio, che il contagio arrivasse… Non si sapeva niente”.
    Rivela di come avessero capito che stava arrivando in tutto il mondo ma di come, per le persone, fosse quasi un film, una cosa esterna. E quando la Cina inizia ad uscire dall’incubo, ecco arrivare anche altrove…

  • 17.45

    E il momento della pensione, in futuro? “Io sono curiosa e mi piace sentire le storie… conoscere…”

  • 17,47

    Il giovane maestro di 19 anni, Riccardo, al pianoforte. “Studio musica e ingegneria all’Università”.

  • 17.48

    Cesare Bocci è nato oggi, 13 settembre. Ed entra in studio cantando, accompagnato da Riccardo al pianoforte.

  • 17.50

    Si inizia con l’intervista a Cesare Bocci: “Sono stato con mia moglie, mia figlia, mancano gli amici… Il desiderio? Che continui sempre così in famiglia”. La Compagnia dell’Arancia è sta fondata anche da Cesare Bocci con suoi amici.

  • 17.52

    Arlecchino innamorato è stato il primo musical in assoluto. Poi arriva il successo con il Commissario Montalbano (che crede tornerà con le puntate finali… altre due, le conclusive, “Penso di sì, non dipende da me…” specifica).

  • 17.57

    Alessandra Tripoli in collegamento dalla Cina. La ballerina, incinta, fa gli auguri a Cesare, in diretta. Con lei, a Ballando con le stelle, vinse l’edizione. “Ti ricordi qualche passo di cha cha?” E via di improvvisazione di cha cha

  • 18.03

    Si apre la ruota. Una torta di compleanno per i 63 anni di Cesaere Bocci. SESSANTATRE??!?!?!?! Ma non glieli avrei mai dati!

  • 18.05

    Una clip con gli auguri di amici e parenti per Cesare Bocci.

  • 18.07

    Si passa alla cronaca. Il 23 agosto, grandine e acqua a Verona, l’immagine di un uomo immerso nell’acqua. L’odontotecnico è Daniele ed è ospite in studio.

  • 18.08

    “In circa 30 secondi si è riempito il laboratorio d’acqua” ricorda. Quel giorno aveva messo la paratia per difende dalla pioggia il negozio. Era successo qualche anno fa un altro allagamento, inferiore a questo. “Io ero in piccolo antibagno, controllavo dei macchinari. Ho sentito dei rumori e l’acqua aveva sfondato porta e finestra…”

  • 18.09

    Si è rotta una parete di vetro e plastica e in quel modo è riuscito ad uscire. Si è trovato un muro di ghiaccio all’altezza del collo. E’ stato aiutato da alcuni passanti che lo hanno tirato fuori dal ghiaccio e fango.

  • 18.16

    Ha iniziato a lavorare da quando aveva 15 anni. Nel 2007 ha poi aperto il suo laboratorio. Ha avuto molta solidarietà : “Se riesco a ripartire è grazie a tutte queste persone che mi sono venute incontro”

  • 18.20

    “Vorrei ringraziare tutti quelli che si sono resi disponibili, anche con un messaggio o una telefonata”.

  • 18.21

    In studio entra l’uomo che l’ha salvato. Distanza di sicurezza e gomitata di saluto.

  • 18.23

    Al termine di questo incontro, Giovanna commenta questa storia di coraggio, rinascita e forza.

  • 18.24

    Voce dell’autore, Max Novaresi: “Lei ha fatto la sua bella gavetta, vorremmo far vedere immagini sottratte dagli archivi della Rai”

  • 18.26

    Viene mandato a sorpresa (?) un video collegamento di Francesca Fialdini, 24enne inviata in “A sua immagine”.

  • 18.27

    “Ognuna ha diritto di essere com’è e come vuole essere. Si vuole imporre un canone, una immagine… Bisogna essere così, tu, ognuno di noi è splendida e unica” spiega la Botteri.

  • 18.34

    Botteri e Bocci in centro studio vicino a Francesca Fialdini. Recap della puntata: “Raccontare storie, non dimenticarsi mai…” Ricorda la storia della ragazza napoletana morta oggi.

  • 18.35

    “Voglio ringraziare anche tutti voi che avete scelto di seguire “Da noi a ruota libera”. Ricordo di Willy al termine della puntata.

Dopo il successo della prima stagione torna “Da Noi… A Ruota Libera”, il programma di Francesca Fialdini in onda da domenica 13 settembre alle 17.20 su Rai1.

In ogni puntata le storie e i racconti di vita di persone che hanno vissuto “a ruota libera”, che hanno seguito fino in fondo la loro natura. Francesca Fialdini li prende per mano e li porta a raccontare il loro percorso, con stile inclusivo, empatico in cui ogni giudizio è sospeso e il desiderio è solo quello di accogliere, conoscere, comprendere.

Nella prima puntata sarà ospite Giovanna Botteri, protagonista indiscussa dell’emergenza coronavirus grazie al racconto puntuale da Pechino di tutte le evoluzioni della Pandemia. La giornalista sarà in studio per raccontare la sua vita sempre in prima linea e per ripercorrere insieme i momenti più emozionanti della sua storia di cronista e di donna. Inoltre, nel giorno del suo compleanno, Cesare Bocci, attore molto amato dal pubblico per l’interpretazione di personaggi che hanno fatto la storia della serialità televisiva italiana. Infine l’incredibile storia di Daniele Iattarelli, odontoiatra divenuto simbolo del nubifragio di Verona con la foto virale in cui è ritratto con l’acqua alla gola.

Al centro di ogni puntata il dialogo con “persone comuni”, personaggi e artisti del nostro tempo accomunati tutti da storie interessanti da raccontare e dal desiderio di farlo senza filtri. Anche quest’anno riflettori accesi sull’attualità con particolare attenzione alle storie femminili, nelle loro varie declinazioni, donne che hanno saputo trovare la loro strada contro ogni avversità.

“Da Noi… A Ruota Libera” è un programma realizzato da Rai1 in collaborazione con Endemol Shine Italy, con la regia di Fabrizio Cofrancesco, produttore esecutivo Monica Gallella.

Noi di TvBlog seguiremo la prima puntata di questa seconda stagione del programma con il nostro consueto liveblogging. A più tardi!

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Francesca Fialdini

Tutto su Francesca Fialdini →