Gene Gnocchi a Quarta Repubblica, ecco cosa ha fatto il comico da Porro

Il debutto del comico nel talk show di Rete 4 condotto da Nicola Porro

Nella puntata di Quarta Repubblica di lunedì 31 agosto 2020 (live su Blogo), la prima stagionale, ha debuttato come ospite fisso Gene Gnocchi, in arrivo da DiMartedì. Il comico è intervenuto nella trasmissione di Rete 4 in più occasioni. In apertura, con tre battute (una su Italia Viva di Matteo Renzi, una sul ministro degli esteri Luigi Di Maio e una sul padrone di casa Nicola Porro, ossia “Io sarò il tuo Rocco Casalino, tu sarai il mio Premier“), intorno alle ore 22 per ironizzare sull’intervista a Matteo Salvini (“Gli italiani sono molto preoccupati per la salute di Salvini, è mezz’ora che parla e non ha ancora fatto un selfie, né mangiato una mozzarella)”, poco dopo le ore 23 commentando le questioni legate al ritorno a scuola (“Si è deciso che il 50% degli studenti va a scuola con l’autobus, l’altro 50% la raggiunge con i banchi a rotelle“) e a mezzanotte e un quarto (“I telespettatori sono in fermento per la sfida tra Capezzone e Nobili, veramente appassionante. Poi abbiamo un messaggio diretto a Musumeci, da una fan: stasera può incontrarlo a Pozzallo in un centro d’accoglienza, firmato Luciana Lamorgese“).

Venti minuti prima dell’una di notte, Gnocchi ha dato vita anche all’imitazione dell’ex ministro Danilo Toninelli, che non riesce nemmeno a piegare la scheda elettorale.

Insomma, al netto della parodia di Toninelli, quattro brevi interventi, uno per ogni ora di trasmissione. Senza lasciare il segno, ma con il risultato di alleggerire il talk, strappando un sorriso con numeri che paiono di repertorio.