Dr Pimple Popper: la Dottoressa Schiacciabrufoli ha rimosso un corno di rinoceronte dalla testa di una ragazza

Tra i casi che hanno fatto più scalpore nel programma, anche quello di Lisa, che in testa aveva un corno di rinoceronte di quasi 8 centimetri e di 4 di circonferenza

Si tratta probabilmente di uno dei casi trattati dalla Dottoressa Pimple Popper, la famosa Schiacciabrufoli della tv, che ha fatto più scalpore quello che ha visto la esperta e chirurga Sandra Lee affrontare una situazione a dir poco particolare vissuta dalla nascita dalla sua paziente, Lisa.

La giovane Lisa, originaria del Texas, 43 anni e mamma di due splendidi bimbi, si è infatti rivolta nel corso della prima stagione del programma alla Dottoressa Schiacciabrufoli per poter risolvere una volta per tutte il suo grave problema. Arrivata al consulto con Sandra Lee in lacrime, a Lisa è bastato sciogliere i capelli per mostrare apertamente quale fosse il suo problema; un corno di rinoceronte in testa. Sì, avete capito bene. La donna, infatti, nel bel mezzo del cranio, aveva un corno, in chirurgia e medicina definito corno cutaneo ma che, di fatto, la stessa Dottoressa Pimple Popper ha poi chiamato corno di rinoceronte per far comprendere meglio ai telespettatori da casa la gravità della situazione.

Le percentuali di persone che nascono con protuberanze cutanee come le corna, al mondo, sono veramente basse. Tuttavia Lisa è una di questi, e il corno che porta in testa le ha causato negli anni non pochi problemi di insicurezza. Lisa, infatti, si è rivolta alla Dottoressa Schiacciabrufoli perché si vorrebbe sposare, come raccontato da lei stessa nel corso della puntata che la vede protagonista:

“Il mio fidanzato mi ha chiesto: ‘Allora, quando ci sposiamo?’ e io sono scoppiata a piangere. Ho capito che quando è troppo è troppo, e gli ho chiesto di aspettare ancora un po’, così avrei potuto finalmente farmi operare e tornare a portare i capelli sciolti senza problemi e senza vergogne”.

La vera preoccupazione della Dottoressa Sandra Lee, una volta incontrata Lisa, però, è stata un’altra; nella stragrande maggioranza dei casi, infatti, queste corna di cheratina sono tumorali. Fatti i dovuti controlli, per fortuna, la Dottoressa Pimple Popper ha tuttavia intuito che nel caso di Lisa il corno fosse benigno, e anche per questo senza timore alcuno ha deciso di procedere con un’operazione. E se a noi il tutto sembra davvero particolare, per la Dottoressa Schiacciabrufoli in realtà non è esattamente così:

“Non era la prima volta che incontravo una paziente con un corno di rinoceronte in testa. Mi era già capitato altre volte. Le corna con le quali alcune persone nascono sono di cheratina, resistenti e dure esattamente come quelle degli animali, come quelle dei rinoceronti per l’appunto. Tuttavia, di solito sono molto piccole, di 1, 2 centimetri soltanto. Quello di Lisa invece è sicuramente il corno umano più lungo e più largo che abbia mai visto in vita mia”.

Il corno di Lisa era lungo quasi 8 centimetri, per una circonferenza di 4. L’operazione di rimozione del corno è durata soltanto 35 minuti, e le prime parole di Lisa ad operazione terminata hanno espresso tutta la sua gioia del momento:

“A questo punto non so perché ho aspettato così tanto per farmelo rimuovere. Finalmente potrò tornare a portare i capelli sciolti con disinvoltura. Li raccoglievo sempre per nascondere il corno, ma ora non sarà più necessario. Ora mi potrò sposare in serenità”.