Giorgia Meloni sorpassa Matteo Salvini. E' lei la nuova 'regina' di Rete 4

Giorgia Meloni sorpassa Matteo Salvini. Per la leader di Fratelli d'Italia 28 apparizioni stagionali nei talk di prima serata di Rete4. Il leghista insegue a 25. Il terzo canale della famiglia Mediaset si conferma filo-sovranista

Giorgia Meloni sorpassa Matteo Salvini e si aggiudica lo scettro di regina di Rete 4. La stagione televisiva 2019-2020 ci regala infatti una presidente di Fratelli d’Italia primatista nei programmi del terzo canale della famiglia Mediaset.

Considerando i tre talk di informazione di prima serata – Quarta Repubblica, Fuori dal coro e Dritto e rovescio – la Meloni è risultata presente per ben 28 volte. Non che Salvini sia sparito dai radar, anzi. L’ex ministro dell’Interno segue a ruota con 25 apparizioni e rispetto agli altri leader politici viaggia a vele spiegate.

Il sorpasso tuttavia fa notizia, per svariati motivi. Innanzitutto perché nell’anno solare 2019 Salvini non aveva avuto rivali, dominando sia nella fase in cui vestì la carica di vicepremier, che nel periodo successivo alla nascita del governo giallorosso. Non è inoltre un caso che l’esplosione mediatica della Meloni sia avvenuta in un momento in cui i sondaggi hanno delineato un exploit di Fratelli d’Italia a fronte di un calo della Lega.

Andando nel dettaglio, nei quarantuno appuntamenti di Quarta Repubblica la Meloni è intervenuta nove volte: 9 e 16 settembre, 2 dicembre, 20 e 27 gennaio, 10 febbraio, 6 aprile, 25 maggio e 6 luglio. Pareggio con Salvini, invitato all’esordio il 2 settembre, poi il 14 e 28 ottobre, il 9 dicembre, il 27 gennaio, il 27 aprile, il 1° e 29 giugno e il 27 luglio. Fuori dai giochi Silvio Berlusconi e Matteo Renzi (fermi a due), mentre non c’è alcuna traccia di Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti.

La Meloni stacca nettamente Salvini a Fuori dal Coro e nella fase della pandemia addirittura lo doppia. Nelle trentanove puntate di Mario Giordano, la deputata si è affacciata dodici volte: il 16 e 30 ottobre, il 19 novembre, il 10 dicembre, il 14 e 28 gennaio, il 3 e 31 marzo, il 14 aprile, il 5 e 19 maggio e 9 giugno. Fermo a otto il ‘rivale’: 25 settembre, 6 e 19 novembre, 17 dicembre, 28 gennaio, 21 aprile, 26 maggio e 16 giugno. Due le partecipazioni di Di Maio, una ciascuna invece per Renzi e Berlusconi. A zero Zingaretti.

Salvini è in vantaggio solo a Dritto e Rovescio, seppur di misura. Da Del Debbio, in quaranta puntate si è fatto intervistare otto volte: il 12 settembre, il 24 ottobre, il 28 novembre, il 23 gennaio, il 12 marzo, il 16 aprile, il 14 maggio e il 25 giugno. Lo tallona con sette presenze la Meloni: 26 settembre, 14 novembre, 9 gennaio, 27 febbraio, 19 marzo, 23 aprile e 4 giugno. A seguire Renzi quattro, Di Maio e Berlusconi due. Mai visto Zingaretti.

Non sono stati inclusi gli speciali di Stasera Italia sul covid nelle settimane in cui Porro venne bloccato a casa dal coronavirus. Ad ogni modo, pure lì la Meloni si è collocata davanti a Salvini con due interventi (9 marzo, 15 aprile) ad uno (18 marzo).

La Meloni mette la freccia in un contesto che si conferma comunque filosovranista. Sommando i suoi numeri con quelli di Salvini si toccano i 53 contributi su un totale di 120 puntate.

  • shares
  • Mail